.

OTTAVA FESTA DE L'UNITÀ: "SÌ RIPARTE, INSIEME."

.

IL 5 GIUGNO 2016 VOTA PARTITO DEMOCRATICO. VOTA IDA CARDILLO SINDACA.

ECCOCI.

C'E' UNA POLITICA CON LA SCHIENA DRITTA CARICA DI ENTUSIASMO E VOGLIA DI FARE , PARTECIPA E SEGUI ANCHE TU IL PARTITO DEMOCRATICO DI MASSAFRA

30 maggio 2014

Pelillo (PD): solidarietà agli autotrasportatori tarantini e pugliesi, Eni riveda la sua scelta

Esprimo la mia vicinanza agli autotrasportatori del consorzio LTS e sono solidale con la loro protesta. L'auspicio è che Eni riveda la decisione di assegnare, dal prossimo mese, l'appalto per il trasporto di carburante ad aziende che non sono locali. Tutto ciò rappresenterebbe un grave danno per le famiglie dei lavoratori e per l'intera economia ionica. Taranto e la Puglia soffrono già di una grande crisi occupazionale e sociale. La scelta di Eni di non avvalersi di maestranze locali per il trasporto sembra uno schiaffo al territorio ionico, utilizzato dall'azienda in questi anni come sede principale delle sue attività di raffinazione di grande impatto ambientale. 
Oggi, con questo nuovo orientamento, non avremmo neanche più il 'ristoro' dell'impiego di autotrasportatori tarantini e pugliesi nel trasporto dei prodotti raffinati lavorati a Taranto.

on. Michele Pelillo 

27 maggio 2014

3567 voti GRAZIE MASSAFRA


3567 voti GRAZIE MASSAFRA  
QUESTA SERA COMIZIO DI RINGRAZIAMENTO ORE 20 IN VILLA CON:

  • Imma Semeraro segretario PD
  • Vito Miccolis  capogruppo PD
  • Michele Mazzarano consigliere regionale PD
  • ELENA GENTILE europarlamentare PD-PSE

26 maggio 2014

Commento di Mazzarano su Elezioni Europee

Matteo Renzi ci ha consentito di raggiungere un risultato strabiliante, lontano dalle più rosee aspettative. Il risultato delle elezioni europee a Taranto e provincia incrementa spaventosamente il nostro carico di responsabilità verso un territorio gravato da enormi criticità. Gli elettori hanno espresso un alto gradimento verso una politica concreta mettendo al bando i catastrofismi di ogni genere e grado.
 Anche a Taranto ha vinto la speranza contro i tanti menagramo che occupano la scena politica locale. Ora si tratta di tenere vivo questo sentimento e di non lasciarlo appassire. Il Pd jonico si sente partecipe e protagonista di questo radicale cambiamento avendo tributato a Matteo Renzi, già dalle primarie di Gennaio, un grande sostegno, il più alto della Puglia. Tale risultato ci impone unita', umiltà e grande responsabilità. Siamo inoltre felici per aver dato un contributo importante alla elezione di Elena Gentile e degli altri candidati non pugliesi. Molto bello e' l'affetto e il ringraziamento venuto fuori dalle urne per Rosaria Leserri, a dimostrazione che la nostra comunita' politica e' riconoscente al coraggio e alla sensibilità delle donne generose.

IL PD DOPPIA M5S


il PD è il primo partito di Massafra , GRAZIE !

il PD è il primo partito di Massafra

24 maggio 2014

LA MUSICA È CAMBIATA! L’ITALIA ADESSO STA CAMBIANDO VERSO!

Mancano davvero pochi giorni alle elezioni europee, il 25 Maggio rappresenta una grande occasione per il nostro futuro. 
Occasione sì, proprio come la nostra bella Europa. Molti la giudicano come un problema, un ostacolo per la crescita, noi del Partito Democratico, e nello specifico noi Giovani Democratici, siamo fortemente convinti che l’Europa rappresenti la culla dei nostri sogni. Sogni e speranza per il cambiamento, che negli ultimi anni, noi giovani avevamo smarrito. 
Nessuno ci considerava, eravamo ai margini della società, in quanto incapaci di contribuire, con il nostro pensiero, a scelte che ci riguardavano personalmente e, sopratutto riguardavano il nostro futuro. 
 La musica è cambiata! 
L’Italia adesso sta cambiando verso! Cambiando verso nel senso che l’Italia c’e, esiste; l’Italia è dentro di noi, ogni singolo cittadino, ogni singolo spazio che ci circonda. Dico questo perché tutti possiamo e dobbiamo contribuire a cambiamento che sta investendo la nazione. Gli altri vogliono distruggere, noi democratici vogliamo semplicemente impegnare tutte le nostre forze per ricostruire un futuro migliore , semplicemente rispolverando le potenzialità della nostra nazione. Il partito democratico per la grande sfida europea ha scelto di allearsi con il PSE, il partito socialista europeo, per un solo obiettivo: cambiare verso all’Europa.
 Vince le elezioni significa avere una buona fetta di parlamentari, esperti, capaci di dare la svolta necessaria. Altri partiti fanno solo demagogia; gridano, urlano, ma solo lontani dai cittadini, lontani dalle loro esigenze, mettendo, addirittura, in pericolo il futuro delle prossime generazioni. A pochi giorni dal voto, noi giovani, noi cittadini italiani, possiamo partecipare al cambiamento; basta un messaggio, una chiamata, andiamo a votare per il partito democratico; il futuro dell’Europa dipende da tutti quanti noi, non facciamolo decidere ad altri! 

 Mino Desiati 
 Giovani Democratici

#UNOXUNO LETTERA DI MATTEO RENZI AGLI ELETTORI

Gentile amica, caro amico,
 meno di sei mesi fa le primarie del Partito Democratico mi hanno consegnato il compito di guidare la nostra comunità. Da allora molta acqua è passata sotto i ponti, sia nella vita del PD che in quella del Governo. Oggi l'Italia prova a ripartire concretamente con misure di sostegno al ceto medio come gli 80 euro mensili, con la diminuzione del 10% dell'Irap per le aziende, con un decreto occupazione che ha consentito di salvare migliaia di posti di lavoro a cominciare da Electrolux, con un investimento senza precedenti sulle scuole con circa diecimila cantieri che partiranno nella pausa estiva
Dall'agricoltura al volontariato, dalla cultura alla pubblica amministrazione, dal fisco alla giustizia i progetti del Governo sono pronti, nel rispetto dei tempi previsti. E le riforme istituzionali e costituzionali stanno marciando: legge elettorale approvata alla Camera, testo base del Senato adottato in commissione, riforma delle province conclusa. Non è un caso che il prossimo 25 maggio non voteremo più per le province. 
Migliaia di politici in meno, grazie all'azione del PD. 
 L'elenco potrebbe continuare e spaziare dalla vendita delle auto blu fino alle grandi questioni internazionali, dalla nomina di Raffaele Cantone alla autorità contro la corruzione alla scelta di aprire gli archivi su alcune delle pagine più oscure della nostra storia, dall'Italicus alla Stazione di Bologna. Dal tetto alla retribuzione degli alti dirigenti di stato fino al recupero dell'evasione sono molti i risultati che in 80 giorni abbiamo iniziato a ottenere. 
E tutto ciò che vorrete condividere come idee suggerimenti o critiche è per me prezioso: matteo@governo.it 
Ma vi scrivo perché il 25 maggio anche se non si vota per le provinciali, si vota per le europee. Anche per le comunali in alcuni casi. Per le Europee dovunque. Il passaggio del 25 maggio è dunque fondamentale. Noi non dobbiamo uscire dall'Euro, ma al contrario entrare in Europa. L'Italia può e deve contare in Europa e non andare lì a farsi prendere in giro. Essere la locomotiva, non lo zimbello. Le politiche di immigrazione, sul lavoro non solo giovanile, sulle infrastrutture e le nuove tecnologie si decidono anche e soprattutto a Bruxelles. Dobbiamo incidere nelle scelte e conta chi governa, non chi urla. Conta chi realizza, non chi protesta. Ora siamo alla stretta decisiva. I dati delle ultime ore sono straordinariamente incoraggianti. I sondaggi sono ottimi, le piazze piene di speranza, il clima decisamente positivo
Abbiamo la possibilità di rappresentare la prima delegazione dentro il gruppo del centrosinistra europeo. E questo consentirebbe di dare autorevolezza all'Italia per cambiare verso anche alle politiche europee. Abbiamo bisogno del tuo aiuto, però. Noi non siamo proprietà privata di una persona, come altri. Noi apparteniamo a chi ci vota. E con il tuo voto alle primarie mi hai dato e ci hai dato una responsabilità. Tocca a noi, a tutti noi. Non ci salva uno da solo. Ci salviamo tutti insieme. Per questo motivo ti chiedo di andare a votare per il PD domenica prossima. Ma ti chiedo anche di fare un gesto politico, un atto civico: convinci anche un'altra persona. Uno di quelli che vorrebbe astenersi, uno di quelli che magari è deluso dalle promesse non mantenute di Beppe Grillo o impaurito dai toni di questi ultimi giorni, uno di quelli che in passato stava con Berlusconi e ora non ci crede più, uno di quelli che era deluso dalla sinistra e ha visto nelle misure del governo segni concreti di giustizia sociale che da tempo non si vedevano. Una sola persona. Ti chiedo il tuo voto. E chiedo di portare con te al seggio un amico, un collega di lavoro, un conoscente, un condomino, un vecchio avversario politico. Se davvero credi che l'Europa debba cambiare e che possa farlo grazie all'Italia, dacci una mano. 
 Uno per uno riprendiamoci la bella politica, quella fatta con passione e onestà. 
 Uno per uno riprendiamoci la speranza, contro gli insulti di chi scommette per il fallimento dell'Italia.
 Uno per uno riprendiamoci la fiducia. In questi ultimi giorni sto firmando molti accordi per investimenti italiani e stranieri nel nostro Paese: sono posti di lavoro che stanno ripartendo. 
Non buttiamo via questa occasione. 
Uno per uno, sono sicuro ce la faremo

 Buon lavoro, 
grazie Matteo Renzi

22 maggio 2014

CHIUSURA CAMPAGNA ELETTORALE DEL PARTITO DEMOCRATICO

Venerdi 23 maggio ore 18,30 in piazza Vittorio emanuele II Chiusura della Campagna Elettorale Elezioni Europee del 25 maggio , con Imma SEMERARO ,segretario Pd Massafra , Vito Miccolis capogruppo consiliare PD , Michele Mazzarano consigliere regionale PD ed Elena Gentilecandidata al parlamento europeo

A MASSAFRA , I CONTI NON TORNANO

A Massafra, negli ultimi mesi è aumentata la percentuale di raccolta differenziata, ma non sono diminuiti i rifiuti conferiti in discarica! 

Questo aumento è avvenuto, senza che si sia attuato alcun miglioramento del servizio raccolta e senza che si sia estesa la differenziata a tutta la città! 
Se si analizzano i dati mensili si evince che a marzo 2014 si è toccata la percentuale record di raccolta differenziata del 10,54%: ovvero, in pochissimi mesi, si è raddoppiata la detta percentuale che, in precedenza, era circa del 5% . Come ciò sia potuto accadere ancora ce lo chiediamo. 
Vogliamo, infatti, ricordare che a tutt’oggi la raccolta differenziata viene fatta solo nel centro storico; che nonostante sia stata avviata nel 2012 la stessa non viene eseguita dalla totalità dei cittadini ivi residenti e che è dal settembre 2013 che non vengono distribuite capillarmente le buste. E’ sotto gli occhi di tutti, poi, che lì dove erano collocati i cassonetti ora si accumulano montagne di rifiuti maleodoranti! A queste considerazioni, si aggiunga, poi, che nel resto della città sono in pochi a fare la RD e che quei pochi volenterosi hanno a disposizione un numero assolutamente insufficiente di cassonetti: 1 ogni 2000 massafresi.
 Nelle frazioni e contrade (Parco di Guerra, Chiatona, Verde mare, Citignano e Cernera) la raccolta differenziata non esiste. Alla luce di tutto quanto sopra considerato ci sembra impossibile che la percentuale di raccolta differenziata sia raddoppiata ed abbia raggiunto tali numeri… a meno che, quei numeri, non siano il frutto di abili giochi di prestigio!
 E’ un dato di fatto incontrovertibile quello che, in una città, se aumentano i rifiuti raccolti in modo differenziato, diminuiscono quelli indifferenziati. Perché a Massafra, invece, aumentano i rifiuti raccolti in maniera differenziata ed aumentano anche i rifiuti indifferenziati, che vengono smaltiti in discarica ad un costo maggiore? Un vero paradosso che potrebbe spiegare l’assessore competente. Se nei primi 3 mesi del 2013 si producevano in media 11441 quintali di rifiuti indifferenziati, nel 2014 se ne producono 12156 quintali. I rifiuti in discarica sono aumentati di 714 quintali (+6,3%). La conferma di questa “anomalia” è data anche dal fatto che il peso dei rifiuti pro capite è aumentato: a marzo 2014 ogni massafrese ha prodotto 44 kg di rifiuti, nel marzo 2013 ne ha prodotto solo 39,4 kg
Analizzando i dati delle singole categorie di rifiuti differenziati emerge, che a marzo i rifiuti organici sono più che raddoppiati rispetto ai primi mesi dell’anno: da 61,2 quintali di febbraio si è passati a 176,8 quintali! Un’altra anomalia è rappresentata dai rifiuti provenienti da giardini e parchi: in passato il dato non era neppure presente, ora, in soli sei mesi, ne risultano raccolti 716 quintali. Forse il Comune ha avviato un’opera di potatura senza precedenti!!! 
Da ultimo, si noti che da dicembre a marzo 2014 sono stati raccolti ben 1056 quintali di rifiuti ingombranti : che saranno mai questi rifiuti, indicati in modo così generico ? In passato si sono usati gli inerti per “correggere” le percentuali di rifiuti: non vogliamo pensare che la Pubblica Amministrazione di centro destra, davanti alla minaccia della ecotassa, alla luce degli scarsi risultati della RD, incapace di agire per migliorare il conferimento dei rifiuti e di sensibilizzare adeguatamente la popolazione, abbia pensato “bene” di usare altre tipologie di rifiuti diversi da plastica, carta, organico e vetro-alluminio, per innalzare la percentuale!!
 Ancora una volta l’amministrazione di centro destra si rivela imbarazzante e inadeguata!
 E’ giunto il momento di smetterla con questi “artifici”: la raccolta differenziata è alla base della tutela dell’ambiente ed è l’unica via possibile per ridurre la tassa sui rifiuti. PD Massafra

L'Italia riparte dalla scuola , speriamo anche Massafra


Il Governo RENZI, come promesso, ha sbloccato il patto di stabilita' sul capitolo dell'edilizia scolastica. Sono oltre quattromila le amministrazioni comunali che hanno aderito a quanto disposto dal Consiglio dei Ministri. I Sindaci potranno sbloccare il vincolo del patto di stabilita' e dar via ai cantieri nelle scuole. Il premier aveva annunciato che, a partire dalla prossima estate, saranno avviati interventi per più di due miliardi di euro per la scuola con l'avvio di 7.000 nuovi cantieri, in un piano di edilizia scolastica destinato a coinvolgere 10mila scuole. I problemi legati alla edilizia scolastica erano stati fra i primi temi messi in agenda dopo l'insediamento del Governo Renzi. Per il premier "l'Italia riparte", ma ora tocca alle migliaia di sindaci che hanno accettato di essere coinvolti nel progetto: serve tutta la documentazione necessaria per aprire i cantieri di cui ha parlato il presidente –segretario PD. Speriamo che l’amministrazione di centrodestra di Massafra sia capace di recuperare i fondi messi in campo dal governo Renzi . Molto spesso il nostro comune si fa sfuggire grandi opportunità di finanziamento pubblico . Questa volta , noi del Partito Democratico ,richiediamo la massima attenzione , perche quei fondi serviranno per le nostre scuole e per i nostri bambini , che sono il futuro di Massafra.

L'EUROPA CAMBIA VERSO


L'ITALIA CAMBIA VERSO


CANTIERE SCUOLA


IL TERZO SETTORE


20 maggio 2014

MAZZARANO ,PELILLO & LESERRI IN PIAZZA PER L'EUROPA

Il Partito Democratico di Massafra invita tutti i militanti, gli iscritti, i simpatizzanti a un importante sforzo per spiegare le ragioni del voto il 25 maggio al PD
Intanto, annuncia il comizio Mercoledì 21 maggio in Piazza Vittorio Emanuele II alle ore 20.00, con Michele MAZZARANO , consigliere regionale PD , l' On. Michele PELILLO parlamentare PD e ROSARIA LESERRI candidata alle Europee. 
 È il rush finale della campagna elettorale per le europee, del derby tra cieca rabbia e speranza che si giocherà domenica prossima.
 È il momento della svolta, del superamento delle logiche politiche dell’austerità economica e del grigio rigore dei tecnocrati europei. 
È giunto il momento di rimettere al centro l’Europa come unione politica e l’agenda progressista del PSE
 Vi aspettiamo, infine, per il comizio conclusivo della campagna elettorale per le europee Venerdì 23 maggio insieme ad Elena Gentile.

19 maggio 2014

RENZI A BARI




17 maggio 2014

DEMOCRATICI IN PIAZZA

Riprendersi la piazza, non avere timore del confronto, parlare alla gente, riavvicinarsi. È questo l’obiettivo del Partito Democratico che ha lanciato ieri la grande mobilitazione in vista del voto del 25 maggio, con l’hastag «partecipa #inpiazza», migliaia di banchetti in tutta Italia, riprendendo lo spirito delle primarie, il tratto distintivo dei democratici.
L’incipit, ovviamente, è partito dal segretario Matteo Renzi che ha detto chiaramente «Noi dobbiamo tornare in piazza, dobbiamo raccontare cosa stiamo facendo al governo e cosa intendiamo fare in Europa, dobbiamo andare all’attacco, non giocare in difesa. Ci dobbiamo mettere la faccia tutti, noi, i militanti, i parlamentari e i dirigenti», insomma non c’è un leader, c’è una comunità che si muove e cammina sul web e nelle piazze e punta a riprendersi i voti dei delusi, di chi si è allontanato dalla politica e di chi non ci crede più. 
Si tratta – continua il responsabile Comunicazione del Pd Francesco Nicodemo – di un grandissimo sforzo organizzativo in vista del doppio appuntamento elettorale del prossimo 25 maggio. Decine di migliaia tra volontari, iscritti, parlamentari e candidati Pd, saranno nelle piazze e nelle strade d’Italia, tra la gente, per rilanciare le proposte del Partito democratico». 
 Il clima è buono per il Pd, «le persone apprezzano il lavoro che sta facendo Matteo Renzi al governo e si fidano. Non per questo sottovaluto il rischio del voto di protesta e l’alto astensionismo che potrebbero esserci alle elezioni europee, ma noi non molleremo neanche di un millimetro e continueremo fino all’ultimo a spiegare perché il Pd è l’unico partito che come sta cambiando verso al Paese può far cambiare verso anche all’Europa».
 Saranno giorni decisivi per il Pd che stavolta ci sono Grillo e il populismo, una battaglia durissima che non risparmia colpi. 
 Da ieri è partito l’invito a tutti a «metterci la faccia», appunto, inviando le proprie foto con l’hashtag #INPIAZZA che verranno pubblicate sulle pagine Facebook e Twitter del Pd. 

 La sezione del PD di Massafra per domenica 18 scenderà in piazza allestendo un banchetto in piazza Vittorio Emanuele II alle ore 11,00 . La mobilitazione continuerà alle ore 19,30 su Corso Roma per sensibilizzare i cittadini alle elezioni europee del 25 maggio. #celochieditu #europacambiaverso‬

STASERA A PIAZZA BLASI




16 maggio 2014

STASERA A SANT'ORONZO !

Caseggiato e comizio di quartiere a sant'Oronzo . C'è bisogno di un grande PD per rendere più forte l'Europa.

14 maggio 2014

Lettera al prefetto sul rendiconto 2013 del Comune di Massafra di PD , SEL e CdC

I Capigruppo Vito Miccolis per il Partito Democratico , Maurizio Baccaro per il SEL e Giuseppe Cofano per CdC hanno inviato una lettera al prefetto sul rendiconto 2013 del Comune di Massafra che è stato approvato in maniera illegale.
La comunicazione dell’avvenuto deposito degli atti è stata notificata ai Consiglieri Comunali in data 14.04.2014 il rendiconto e gli allegati sono stati inviati dal Dirigente dott. Simone Simeone via mail ai consiglieri comunali in data 18.04.2014
Il 29 aprile 2014 si è celebrato il Consiglio Comunale 
Il TUEL prevede che almeno dopo 20 giorni dalla ricezione dei documenti si possa celebrare il consiglio comunale  .
I consiglieri di opposizione hanno chiesto un incontro al Prefetto per denunciare chiederne l'intervento vista la lunga serie di illegittimità compiute del Sindaco Tamburrano, e  per esporre i reiterati fatti amministrativi illegittimi compiuti dall’attuale Amministrazione e della sistematica violazione di leggi e regolamenti che per la natura dei fatti e delle condotte tenute, causano  grave pregiudizio per la collettività Massafrese .






11 maggio 2014

L'ITALIA sta cambiando verso.Ora tocca all'EUROPA.


L'ITALIA sta cambiando verso.Ora tocca all'EUROPA.
Stasera ore 19 in Piazza Vittorio Emanuele, grande comizio del Partito Democratico con Imma Semeraro, Segretaria PD Massafra, Marcello Barletta, della segreteria PD Massafra, Lanfranco Rossi, responsabile provinciale ambiente e Vito Miccolis, capogruppo consiliare PD.

8 maggio 2014

Stefano Minerva incontra i giovani per parlare di Lavoro e Europa


Sabato 10 maggio 2014, alle ore 18,30 presso la piazzetta vicino alla BNL, si svolgerà l’incontro “Approfondimento sulla "Garanzia Giovani", programma europeo per l'occupazione giovanile” promosso dai Giovani Democratici di Massafra. Nell’incontro verrà presentato il piano Garanzia Giovani, proposto dal Governo Renzi e finanziato dall’ Unione Europea con 1,5 miliardi di euro , per i giovani dai 15 ai 29 anni che non sono occupati e che non frequentano una scuola o l’università . Per loro dal primo maggio è possibile registrarsi sul portale garanzia giovani e tutti verranno chiamati da un’agenzia per l’impiego regionale o privata convenzionata per un colloquio, da cui scaturirà un profilo. Sulla scia di questo profilo entro quattro mesi sarà fatta una proposta concreta che potrà essere un contratto di apprendistato, un corso di formazione, un percorso di specializzazione o un servizio civile presso i centri che saranno selezionati attraverso dei bandi. L’obiettivo, piuttosto ambizioso, è dare ai giovani disoccupati con meno di 29 anni la possibilità di poter entrare nel mondo del lavoro o di perfezionare la propria formazione . Interverranno al dibattito Angelo Notaristefano, responsabile Lavoro GD Puglia, Pierpaolo Treglia segretario regionale Giovani Democratici e il candidato alle europee del prossimo 25 maggio Stefano Minerva. Stefano Minerva, il più giovane candidato alle elezioni europee del 25 Maggio 2014 nella circoscrizione Sud Italia in quota al Partito Democratico. Minerva, originario di Gallipoli, ricopre l'incarico di Responsabile Nazionale Saperi e Mezzogiorno dei Giovani Democratici .La sua candidatura viene sostenuta dal popolo dei Giovani Democratici.

Giovani Democratici Massafra

COMIZI RIONALI


7 maggio 2014

Online il progetto sul lavoro dei Giovani Democratici di Puglia

Opportunità Giovani  Puglia è la nuova pagina facebook dedicata al mondo del lavoro dei Giovani Democratici di Puglia . La nostra generazione consce bene i numeri della mancanza di lavoro, a febbraio la disoccupazione in Italia è assesta al 13 per cento , quella giovanile, che riguarda le persone tra i 15 e i 24 anni, è pari al 42,3 per cento . Inoltre l’Italia è tra i Paesi europei con la più elevata quota di Neet, ovvero di under 30 che non studiano e non lavorano. Numeri e realtà  che  viviamo sulla nostra pelle e che vediamo negli occhi di amici e parenti , dove la mancanza di lavoro in molti casi è la mancanza di futuro.
Per questo nasce Opportunità Giovani , per essere un luogo dove metterli a disposizione di tutti le offerte del territorio , offerte di lavoro , corsi di formazione e bandi  . Opportunità Giovani può essere un potentissimo strumento per la nostra generazione  per far incontrare domanda e offerta e ampliare il mercato. Un occhio sul mondo del lavoro con proposte e approfondimenti .
L’idea di Opportunità Giovani, nasce da un progetto simile , dei i ragazzi della GD di Zollino che stiamo ora estendendo a tutta la Puglia.
Vogliamo aprire un nuovo modo per trovare un occupazione in un Paese dove ancora oltre un terzo degli occupati  ha trovato lavoro grazie alla rete di parenti, amici, conoscenti e in molti casi grazie ad canale  privilegiato e clientelare non certo in base al merito.
Un idea che và a braccetto con il  piano Garanzia Giovani, proposto dal Governo Renzi , per i giovani dai 15 ai 29 anni che non sono occupati e che non frequentano una scuola o l’università . Per loro dal primo maggio è possibile registrarsi sul portale garanzia giovani e tutti verranno chiamati da un’agenzia per l’impiego regionale o privata convenzionata per un colloquio, da cui scaturirà un profilo. Sulla scia di questo profilo entro quattro mesi sarà fatta una proposta concreta che potrà essere un contratto di apprendistato, un corso di formazione, un percorso di specializzazione o un servizio civile presso i centri che saranno selezionati attraverso dei bandi.
Angelo Notaristefano 
Responsabile Lavoro GD Puglia

6 maggio 2014

IL CASO A MASSAFRA , DUE ASSESSORI MONARCHICI

Incredibile, ma vero. Nella giunta comunale di centro destra abbiamo lassessore alla cultura ed il vice sindaco che fanno parte della Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon
Nel curriculum vitae, pubblicato nel sito del Comune di Massafra, uno dei due assessori scrive che tra i suoi impegni nel sociale vi è anche la sua qualità di socio della Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon. Vi è stata anche una cerimonia religiosa, nella chiesa di San Lorenzo nella messa domenicale delle ore 12, in cui i due politici hanno ricevuto l’investitura ufficiale. 
Lo statuto della Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon all'art. 2 stabilisce che gli iscritti si impegnano a fornire una Guardia d’Onore alle Tombe dei Sovrani d’Italia "quale tributo di riconoscenza per l’Augusta Casa Savoia". 
 Le origini di tale istituto partono dal regno di Vittorio Emanuele II, primo Re d'Italia, quando un gruppo di ufficiali fondarono associazioni di veterani delle guerre d'indipendenza. Alla morte del Sovrano, avvenuta il 9 gennaio 1878, per mantenere viva la loro devozione e la loro riconoscenza all'Augusta Casa di Savoia, tali associazioni decisero, sul proprio onore, di prestare un servizio di guardia alla venerata spoglia mortale del "Padre della Patria", presso il suo luogo di sepoltura al Pantheon di Roma. 
Il re Umberto I approvò tale decisione il 18 gennaio 1878. Nell'agosto del 1900 nel Pantheon fu costruito un secondo monumento funebre, per onorare il secondo Re d'Italia, Umberto I. In conseguenza di ciò gli statuti furono modificati e le Guardie d'Onore estesero il loro servizio alle due Tombe Reali. Nel 1878 l’istituto fu chiamato Comizio Generale dei Veterani 1848-1870, nel 1911 Comitato Centrale Romano dei Veterani delle guerre per l'Indipendenza e l'Unità d'Italia, nel 1925 Comitato Centrale dei Veterani delle Campagne Nazionali e Coloniali e solo nel 1932 divenne Istituto Nazionale per la Guardia d'Onore alle Reali Tombe del Pantheon.Fedele al suo statuto ed alla sua vocazione storica l’istituto organizza cerimonie in occasione di ricorrenze particolari, ed i suoi membri prestano un servizio volontario di Guardia d'Onore alle Tombe definitive (Pantheon) e provvisorie (Alessandria d'Egitto per Re Vittorio Emanuele III, Montpellier per la Regina Elena, Altacomba per Re Umberto II e la Regina Maria Josè).In tutta Italia vi sono circa cinquemila iscritti a tale associazione. Ultimamente l’amministrazione di centro destra ha anche concesso un locale del Castello di proprietà comunale all’istituto delle Guardie d’Onore. Tale struttura prima veniva utilizzata per corsi di formazione. L’associazione è stata anche invitata dall’amministrazione comunale alla cerimonia del 25 aprire dove ha partecipato con lo stemma dei Savoia sul tricolore. L’ultimo invito da parte del Comune è stato al corteo civico per la processione della Madonna della Scala dove ha sfilato, tra le vie cittadine, alcune Guardie d’Onore con il mantello e lo stemma dei Savoia. 
Mi chiedo: due assessori possono essere iscritti a tale istituto? Che messaggio danno alla future generazioni? 
 Come cittadino uno può essere libero di aderire a qualsiasi associazione, grazie alla Costituzione della Repubblica Italiana, ma come uomini delle istituzioni repubblicane è legittima tale partecipazione?
 Ricordo che l’ assessore Fuggiano è stato mandato a casa perché ha aderito al Nuovo Centro Destra. Credo che i cittadini meritano una risposta perché Massafra non può passare come una città nostalgica della monarchia dei Savoia

Massafra, 4 maggio 2014 

 Vito Miccolis 
 Capogruppo PD Massafra

5 maggio 2014

Massafra, “Quel Consiglio è illegittimo”

Il sindaco dice che è tutto in regola, l’opposizione insiste e pensa ad una denuncia formale al prefetto. La questione riguarda i tempi osservati per l’approvazione in consiglio comunale del rendiconto di gestione. Il consiglio comunale, con 16 voti favorevoli, ha approvato il documento contabile che riassume l’attività amministrativa del 2013. Ma a quel voto l’opposizione non ha partecipato
 “Noi consiglieri di opposizione - spiega Vito Miccolis, capogruppo del Pd - non abbiamo partecipato all’ultimo consiglio comunale perché era illegittima la sua convocazione per il 29 aprile. L’art. 227,2 comma, del Tuel stabilisce che “la proposta è messa a disposizione dei componenti dell’organo consiliare prima dell’inizio della sessione consiliare in cui viene esaminato il rendiconto entro il termine, non inferiore a venti giorni, stabilito dal regolamento”. Considerato che la comunicazione dell’avvenuto deposito degli atti è stata notificata ai consiglieri comunali il 14 aprile scorso, la seduta del Consiglio non poteva essere tenuta prima del 5 maggio
Inoltre l’art.130 del Regolamento di Contabilità stabilisce che “la proposta di deliberazione consiliare sul rendiconto, lo schema di rendiconto e tutti gli allegati vengono presentati all’organo di revisione economico-finanziario entro il 20 marzo, che relaziona al Consiglio entro i successivi 20 giorni” La relazione dell’organo di revisione economico - finanziario è stata inviata via mail ai consiglieri dal dirigente dell’ ufficio finanziario il 18 aprile 2014 pertanto il consiglio non poteva essere tenuto prima dell’8 maggio. “In solo 11 giorni - commenta Miccolis - era impossibile leggere e soprattutto capire il rendiconto e la mole degli atti allegati”. E’ per questo che Pd, Sel e Costituente di Centro stanno pensando di chiedere un incontro al prefetto. L’effetto potrebbe essere quello di invalidare l’approvazione del rendinconto.

2 maggio 2014

Avvio ufficiale della campagna elettorale del PD Jonico

Sabato 3 maggio alle 16.00 presso la sede in via P. Amedeo, 378 a Taranto una conferenza stampa per l'avvio ufficiale della campagna elettorale del PD, in vista delle Elezioni Europee del prossimo 25 maggio. 
Introduce: On. Michele Pelillo, deputato; 
Intervengono: 

  • On. Roberto Speranza, capogruppo PD alla Camera; 
  • Ass. Elena Gentile, candidata al Parlamento Europeo (Assessore Regione Puglia); 
  • On. Massimo Paolucci, candidato al Parlamento Europeo (deputato); 
  • Giuseppe Ferrandino, candidato al parlamento europeo ( Sindaco di Ischia); 
  • Rosaria Leserri, candidata al parlamento europeo (componente della segreteria prov. di Taranto). 
 Inoltre, saranno presenti: il Segretario Provinciale, Walter Musillo e tutti i componenti la segreteria, il Presidente dell'Assemblea Provinciale, Ennio Pascarella, il Presidente della Direzione Provinciale, Massimo Serio; i consiglieri regionali, Michele Mazzarano ,Donato Pentassuglia,  e Anna Rita Lemma, i coordinatori dei circoli PD della provincia di Taranto, Sindaci e Amministratori del PD della Provincia di Taranto.

1 maggio 2014

IL PD NON PARTECIPA AL RENDICONTO

Il Partito Democratico , Sinistra Ecologia e Libertà e La Costituente di Centro non hanno partecipato al consiglio comunale del 29 aprile in segno di protesta . 
Il Capigruppo del PD Vito Miccolis , del SEL Maurizio Baccaro e del CC Giuseppe Cofano , avevano sollevato dei dubbi circa la procedura prevista e soprattutto sui termini di messa a disposizione all’organo consiliare della proposta del rendiconto .

La Maggioranza  , con solo 16 consiglieri presenti  ha comunque  approvato il Rendiconto.