28 maggio 2017

SBLOCCARE I PREMI PER IL CARNEVALE


Il Carnevale massafrese è senza vincitori! 
I premi sono bloccati e nessuno conosce quando si sbloccherà la situazione. Questa è la paradossale situazione che si è venuta a verificare a Massafra, dove il Carnevale si sta trasformando in una “ farsa”. Noi da marzo chiedevamo un chiarimento all'amministrazione, ma non c’è stata mai data una risposta ed ecco che una semplice revisione dei punteggi si è trasformato in caos. Ed oggi l’amministrazione non paga i gruppisti che non possono a loro volta pagare i debiti con i fornitori. Ripercorriamo i fatti: il 12 marzo vengono rese note le classifiche della 64esima edizione, dopo pochi giorni noi Giovani Democratici abbiamo scoperto che le classifiche erano errate, a causa di clamorosi errori nel calcolo dei punteggi,essendo stato utilizzato un metodo non corretto matematicamente e che non rispetta le regole del bando. Per questo, abbiamo informato l’amministrazione dell’errore, fornendo le classifiche corrette. Da allora sono passati due mesi. Abbiamo sperato, invano, che al Comune facessero le dovute correzioni. Il 2 maggio, visto l’immobilismo, abbiamo presentato con il capogruppo Pd Ida Cardillo un'istanza per bloccare il tutto ed evitare che il Comune facesse un atto illecito dovuto alle classifiche errate. Lo stesso giorno con la determina n. 618 veniva disposta la liquidazione dei premi/contributi in favore dei gruppi allegorici, dei gruppi mascherati, alle maschere di carattere, alla vetrina e al balcone più originali e agli istituti scolastici. La determina perseverava nell'errore consentiva di liquidare i premi illegittimi perché figli di una classifica errata, per questo dopo poco è stato bloccata. Il 19 maggio in consiglio comunale sono state sollevate alcune perplessità sull’erogazione dei premi in base ai requisiti previsti dal bando, la risposta dell’assessore Bommino è stata alquanto confusa e addirittura si chiedeva di non insistere nel voler correggere la classifica. La richiesta dell’assessore è inaccettabile, perché in barba alla matematica e alle regole si voleva legittimare una classifica falsa . In sostanza si proponeva una classifica “fatta a tavolino” che non rispetta i voti dalla giuria popolare e degli esperti. Ultimo atto di questa storia, sarà forse il prossimo consiglio comunale (di cui non si conosce ancora la data) in cui l’interpellanza del Pd dovrà essere obbligatoriamente dibattuta in consiglio comunale. Ma fino alla prossima discussione in consiglio comunale saranno già passati 3 mesi da quando avevamo segnalato il problema. Perché si è scelto di far passare tutto questo tempo senza compiere gli atti dovuti?? Questa paradossale situazione di incertezza danneggia tutti quei ragazzi che hanno salvato il carnevale di febbraio. Gli unici protagonisti delle sfilate di Carnevale, del 27 e 28 febbraio, sono stati i gruppi allegorici, i gruppi mascherati, le maschere di carattere, gli istituti scolastici, i commercianti e i cittadini che hanno addobbato le loro vetrine e balconi, ma, l’unico ringraziamento che riceveranno dall'amministrazione Quarto è non ricevere dopo 3 mesi alcun premio. L’aspetto più inspiegabile è che quando a gennaio scoprimmo l’errore nel metodo di votazione del bilancio partecipato, il comune si mosse rapidamente, correggendo l’errore, proprio come i GD avevano suggerito. In questo caso, su un argomento importantissimo , l’amministrazione, nonostante la segnalazione fatta il 16 marzo, è latitante. L’amministrazione si dimostra ancora una volta ferma e arroccata nel Palazzo e con il suo immobilismo sta danneggiando una tra le più importanti tradizioni massafresi, il Carnevale,una manifestazione che principalmente ha reso nota la nostra città, che rende orgogliosi tanti massafresi. Questo immobilismo e il non rispetto delle regole, continueranno ad essere i fallimentari presupposti anche per la festa a luglio?
 Angelo Notaristefano 
Segretario Giovani Democratici Massafra