.

OTTAVA FESTA DE L'UNITÀ: "SÌ RIPARTE, INSIEME."

.

IL 5 GIUGNO 2016 VOTA PARTITO DEMOCRATICO. VOTA IDA CARDILLO SINDACA.

ECCOCI.

C'E' UNA POLITICA CON LA SCHIENA DRITTA CARICA DI ENTUSIASMO E VOGLIA DI FARE , PARTECIPA E SEGUI ANCHE TU IL PARTITO DEMOCRATICO DI MASSAFRA

31 luglio 2014

CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 LUGLIO



Il Consiglio Comunale è stato convocato in  seconda chiamata , , per lunedì 31 Luglio   alle ore 17,30, presso la Sala Consiliare di Piazza Garibaldi, per discutere il seguente argomento: 

  •    Riconoscimenti debiti fuori bilancio per: sentenze Tribunale di Taranto, sentenze Giudice di Pace, sentenze esecutive, pagamento lavori
  • Raccolta differenziata – determinazioni;
  • Determinazioni sulla situazione del Cimitero Comunale.
  • Adesione Consorzio Guardie Giurate di Massafra


Vista l'importanza delle tematiche il Partito Democratico invita tutti i massafresi a partecipare !

La festa del Pd a Massafra. “Uniti per migliorare la sanità”

MASSAFRA - Si è aperta ieri sera la festa de L’Unita promossa dal Pd massafrese. Il tema della serata è stato la sanità. Impossibilitato perché impegnato a Bari nel consiglio regionale con all’ordine del giorno il Bilancio, l’assessore alle Politiche sanitarie, Donato Pentassuglia ha parlato alla folta platea intervenuta in piazza V. Emanuele tramite il telefono: “Stiamo lavorando per migliorare la sanità pugliese” ha detto. Poche parole che hanno acceso il confronto in piazza tra cittadini/pazienti e mondo sindacale. In quella che è stata la prima serata di una serie di dibattiti promossi dai democratici massafresi, infatti, sono intervenuti al presidente del Tribunale dei diritti del malato, Silvana Stanzione e il segretario generale della Fp Cgil provinciale, Mino Bellanova. Entrambi hanno evidenziato quelle che sono le difficoltà e le priorità della sanità tarantina: dai tempi di attesa per gli esami al numero dei posti letto. Ne è emerso un confronto costruttivo che il Pd ha voluto raccogliere nel messaggio “uniamoci per migliorare la nostra sanità”. Il Tribunale dei diritti del Malato ha già pronto un dossier che evidenzia lacune e priorità che hanno i pazienti. Un lavoro che Mino Bellanova ha chiesto di valutare insieme e che il Pd si è proposto di riportare in piazza a Massafra per una discussione unitaria che serva a pianificare interventi e istanze utili a rendere più efficiente la macchina sanitaria tarantina. Una festa de L’Unita che raccoglie dibattiti su tematiche forti e attuali, ma anche momenti di divertimento e svago. Dopo il confronto, infatti, la piazza si è animata con una festa a ritmo di salsa cubana.

 TARANTOBUONASERA

29 luglio 2014

Giovani Democratici , facciamo squadra per la difesa del polo universitario jonico .

I Giovani Democratici di Massafra chiedono al consiglio Comunale , alle istituzioni politiche, economiche e sociali di Massafra, alle associazioni di categoria, dagli ordini professionali, dai sindacati e dalle associazioni culturali e studentesche, di sottoscrivere l’ appello  per richiamare l'attenzione del Governo sulle problematiche che investono il polo universitario jonico
La presenza universitaria è per noi ragazzi e ragazze , strategica per uno sviluppo del territorio tarantino diverso rispetto a quello del passato, soggetto, alla monocultura dell’acciaio. Taranto e la sua Provincia intravedono nella presenza universitaria con un’offerta formativa diversificata e specifica, una risorsa notevole sul piano culturale ed economico. Già si può notare la differenza rispetto al passato lì dove è ubicata la sede del Dipartimento jonico, nella città vecchia, che è rinata grazie ai giovani, alle attività culturali e alle iniziative commerciali dell’indotto universitario. I numeri parlano chiaro, la popolazione universitaria tarantina nel suo complesso raggiunge più di 5000 iscritti, divisi tra i diversi corsi universitari e il politecnico. Ciò indica la fiducia delle famiglie e degli studenti in un'università del territorio e nel territorio. Fiducia che va ricambiata con progetti formativi validi ed efficaci e con un'ottimizzazione dell’offerta formativa. Perché noi non vogliamo un esamificio ma un'università che attiri e attivi le menti del nostro territorio per portare un vero sviluppo! 
 L’università a Taranto va difesa e consolidata e questo sarà possibile se non sarà un clone dei corsi di Bari o Lecce ma se si emancipa, per offerta formativa e indirizzi di studio, per diventare un centro di ricerca di eccellenza che formi non solo laureati generici bensì nuove professionalità . Il nostro obiettivo , è di portare all'attenzione l'università jonica affinché possa esserci un intervento finanziario straordinario che consolidi l’esistente e faccia intravedere ulteriori sviluppi. Sviluppo che può investire il Politecnico facendo nascere, in particolare, un corso di ingegneria aerospaziale in sinergia con Alenia, come proposto dal consigliere regionale del PD Michele Mazzarano
 Noi GD chiediamo che anche Massafra , faccia squadra per la difesa del polo universitario jonico .

 Angelo Notaristefano 
 Segretario GD Massafra


28 luglio 2014

PROGRAMMA POLITICO "VI FESTA DE L'UNITA'" DAL 29 LUGLIO AL 3 AGOSTO

Domani si parte con la Festa de L'Unità a Massafra.
 Parleremo de ‪#‎lavoltabuona‬ per cambiare l'Italia con Matteo Renzi premier e il Partito Democratico protagonista indiscusso di questa fase. Attraverso le riforme, la politica ritroverà la sua centralità ed il suo ruolo decisionale nel migliorare il nostro Paese e non lasciarlo alla deriva così come successo negli ultimi anni. ‪#‎ilcoraggiodelleriforme‬ Con il semestre europeo presieduto dall'Italia, ora sarà ancora più necessario dimostrare all'Europa dei burocrati la forza della nostra Italia, la voglia di cambiare e la necessità di fare una Europa diversa. ‪#‎inEuropalItaliaforte‬ Inoltre obiettivo dell'intera festa sarà anche quello di cominciare a raccontare della Puglia di questi anni e della Puglia che vogliamo nei prossimi. ‪#‎laPugliacheverrà‬ Domani sera ci sarà un dibattito sulla sanità e sui servizi sociali che coinvolgerà il neo assessore alla Sanità e al Welfare Donato Pentassuglia con Silvana Stanzione, Tribunale Diritti del Malato, e Mino Bellanova, Funzione Pubblica CGIL Taranto. Introdurrà e coordinerà la serata la nostra segretaria di Circolo Imma Semeraro.

27 luglio 2014

Rossi PD: svolta positiva, si potrà usare patrimonio Riva

Nelle commissioni Industria e Ambiente del Senato sono stati approvati due sub-emendamenti al decreto legge competitività che rafforzano l'ultimo decreto Ilva e le condizioni per il risanamento e il rilancio produttivo dell'azienda ed, in particolare, dello stabilimento di Taranto. Il primo sub-emendamento definisce in modo più stringente ed efficace i poteri del subcommissario ambientale in piena collaborazione con il commissario straordinario dell'azienda. In particolare, si prevede che gli interventi previsti dal Piano di risanamento ambientale siano dichiarati indifferibili, urgenti e di pubblica utilità e costituiscono varianti ai piani urbanistici. Il subcommissario coordina ed è responsabile in via esclusiva dell'attuazione degli interventi previsti dal Piano, definisce, d'intesa con il commissario straordinario, la propria struttura, le relative modalità operative e il programma annuale delle risorse finanziarie necessarie per far fronte agli interventi. In questo modo si velocizzano i tempi per l'attuazione del piano di risanamento, sotto la diretta responsabilità del subcommissario ambientale. Il secondo sub-emendamento prevede la possibilità che il giudice trasferisca all'impresa commissariata le somme provenienti dal patrimonio Riva sottoposte a sequestro penale, anche in relazione a procedimenti penali diversi da quelli per reati ambientali o connessi all'attuazione dell'autorizzazione integrata ambientale, proprio per portare a termine il risanamento ambientale. Si tratta di due modifiche di assoluto rilievo, in grado di dare una svolta positiva alle prospettive dell'Ilva di Taranto, garantendo che il risanamento ambientale venga effettivamente attuato e creando le condizioni per la continuità produttiva e dunque anche per la salvaguardia dell'occupazione.

 Lanfranco Rossi
 Responsabile provinciale ambiente PD

Mazzarano : Fermare il massacro del popolo palestinese

Stamane (22 luglio), con il Presidente del Consiglio Onofrio Introna e tutti i capigruppo consiliari, abbiamo incontrato una delegazione di associazioni filopalestinesi pugliesi. La rabbia e lo sgomento per il massacro perpetrato in danno dei palestinesi di Gaza sono sentimenti condivisi. L'opinione pubblica europea e' profondamente colpita da una guerra evidentemente sproporzionata che produce distruzione e morte per centinaia di persone inermi e bambini innocenti. Il conflitto bellico orchestrato dal Governo israeliano contro Hamas non ha nessuna giustificazione se non quella di stravolgere i mutati assetti politici interni al campo palestinese e di rinvigorire le frange estreme. La politica e' spettatrice imbelle di fronte a tanto sangue innocente. La Regione Puglia, che non ha mancato, negli anni scorsi, di attivare canali di solidarietà e cooperazione con Gaza e le Organizzazioni non governative che ivi operano, ha il dovere di far sentire la sua voce, condannando il massacro in corso e chiedendo alle istituzioni preposte di attivarsi seriamente per un immediato cessate il fuoco

 Michele Mazzarano
 Consigliere regionale PD

26 luglio 2014

IN ARRIVO RISORSE STRAORDINARIE PER L'ORCHESTRA MAGNA GRECIA

Ho assunto, con i colleghi Lospinuso, Cervellera e altri, l'impegno, in sede di discussione e approvazione dell'assestamento di bilancio, di favorire una destinazione finanziaria straordinaria a sostegno dell'Orchestra Magna Grecia. A causa dei drastici tagli imposti agli enti locali, l'Orchestra Magna Grecia, che opera ininterrottamente nel nostro territorio da 22 anni, riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali versa in gravi difficoltà economiche che derivano da situazioni debitorie e produce la precarietà degli operatori e delle professionalità che vi operano. Tutto ciò nonostante l'ICO di Taranto e' destinatario di risorse regionali ordinarie, annualmente erogate, di €120.000. Abbiamo pertanto condiviso con l'Assessore Godelli la necessita' di dotare anche gli ICO di Taranto e Bari di un contributo straordinario. 

 Michele Mazzarano 
Consigliere regionale PD

FESTA DE L’UNITÀ , È CALATA DI BIG. DA EMILIANO A SPERANZA

Dal 29 Luglio al 3 Agosto in Piazza Vittorio Emanuele a Massafra sarà Festa de L'Unità
Così come voluto dal nostro Segretario Matteo Renzi, da quest'anno si ritorna a chiamare le feste del Partito Democratico, "Feste de l’Unità" per valorizzare le nostre origini, per trarne insegnamento, per guardare avanti al nostro futuro e non relegare la nostra tradizione ad un museo delle cere .
 A Massafra, insieme alla Festa de L'Unità, ritorna anche la collaborazione con l' ARCI Labirinto, che sarà parte attiva della nostra festa e che ha contribuito all'organizzazione ludica e culturale delle serate. Abbiamo intitolato la nostra festa #lavoltabuona. La volta buona per cambiare l'Italia attraverso le riforme. Un obiettivo importante da concretizzarsi subito perché dopo lunghi anni di inattività ed inefficienza, la politica ha ritrovato la sua centralità ed il suo ruolo. E protagonista indiscusso è il Partito Democratico. La forza e la determinazione del governo Renzi, rinvigorito dallo straordinario successo elettorale delle recenti elezioni europee ed amministrative sono l’acceleratore delle riforme in atto. La piazza sarà un luogo di confronto e di dibattito a cui parteciperanno parlamentari ed europarlamentari, sindaci, consiglieri ed assessori regionali che con la presenza di sindacati, associazioni di categoria, Confindustria, Legambiente, Tribunale per il Diritti dei Malati che attraverso la formula dell'intervista giornalistica, avranno modo di parlare di temi di attualità strettamente legati al nostro territorio (ILVA, Ambiente, Salute, sviluppo economico e occupazione, ecc...), alla nostra Regione nonché all'attualità nazionale.

25 luglio 2014

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLA FESTA DEL L'UNITA'

Venerdì 25 Luglio 2014, alle ore 18.00 nella sede PD in Corso Regina Margherita, 25 a Massafra il Partito Democratico terrà una conferenza stampa in cui presenterà il programma politico e ludico della Festa de L'Unità che si svolgerà a Massafra dal 29 Luglio al 3 Agosto in Piazza Vittorio Emanuele. Interverranno 

  • Imma Semeraro - Segretario PD Massafra 
  • Domenico Lasigna - Responsabile Organizzativo e Vicesegretario PD Massafra 
  • Angelo Nasuto - Presidente ARCI Labirinto Massafra 
  • Vito Miccolis - Capogruppo consiliare PD
  • Michele Mazzarano - Consigliere regionale PD .
Si invita la S.V. a partecipare

24 luglio 2014

Cimitero di Massafra, verso la revoca dello stop alle sepolture

Slitta in consiglio comunale la discussione sul cimitero. 
La seduta inizialmente convocata per giovedì sera non si è più tenuta perchè il sindaco non poteva essere presente e in mattinata i capigruppo si sono riuniti per valutare le decisioni in merito alla raccolta differenziata ed al caso cimitero che sta alimentando le preoccupazioni dei massafresi.
 La questione differenziata slitta a giovedì 31 luglio alle 17,30, mentre per il cimitero sembrerebbe esserci una svolta. 
Era programmato per stamattina, infatti, un sopralluogo dei tecnici comunali per verificare l’esistenza di soluzioni alternative a quelle prospettate nell’ordinanza del sindaco Martino Tamburrano. Un’ordinanza emanata per affronatre il problema della carenza di loculi al cimitero comunale. 
Un’ordinanza che è finita nel mirino delle polemiche perchè, in sostanza, il sindaco ha chiesto a trenta proprietari di loculi della cappella dell’Arma Combattenti di rinunciare ai posti per sei mesi. Una richiesta anomala, quanto strana, che sta agitando i diretti interessati. Dopo le polemiche, in consiglio comunale e sulla stampa, e a seguito dell’ennesima richiesta avanzata ieri durante la riunione dei capigruppo, l’amministrazione comunale sembrerebbe propendere verso un passo indietro
Il capogruppo del Pd, Vito Miccolis ha chiesto la revoca dell’ordinanza “per far stare tranquilli i proprietari” spiega. E stamattina il sopralluogo è infatti finalizzato a verificare se i loculi ancora disponibili tra quelli comunali e quelli già chiesti alla confraternite possono evitare l’emergenza.
 Un’emergenza che scaturisce dall’inesistenza di una programmazione e di un progetto per la costruzione di nuovi loculi comunali e che contribuisce anche a far lievitare i costi per la sepoltura.

TarantoBuonaSera

22 luglio 2014

L'elezione di Giuseppe Massafra a segretario della CGIL è un fatto significativo

L'elezione, a segretario generale della , di Giuseppe Massafra, giovanissimo dirigente di 34 anni, e' un fatto di straordinario rilievo per una grande organizzazione sindacale. 
Nell'augurare buon lavoro a Giuseppe per la responsabilità assunta, e ringraziare Gino D'Isabella per il lavoro fin qui svolto, intendo sottolineare l'importanza che riveste per l'intero territorio jonico una coraggiosa scelta di innovazione che, ne sono certo, sarà decisiva per continuare ad affrontare le innumerevoli vertenze che attraversano la nostra terra e rappresentare i bisogni dei lavoratori e dei tanti che hanno perso il lavoro o sono in procinto di perderlo. Senza il protagonismo di sindacati forti e rinnovati, senza la rappresentatività delle associazioni di impresa e di categoria, e' impossibile per un territorio intraprendere la strada della crescita e del progresso.


 Michele Mazzarano 
Consigliere regionale PD

21 luglio 2014

Consiglio Comunale di martedì 22 luglio



Il Consiglio Comunale di Massafra è stato convocato, su richiesta dell'opposizione , in seduta tematica, in sessione straordinaria, per martedì 22 luglio p.v. alle ore 17,00, presso la Sala Consiliare di Piazza Garibaldi, per discutere i seguenti argomenti:




- Raccolta differenziata – determinazioni; 
- Determinazioni sulla situazione del Cimitero Comunale.

16 luglio 2014

La promessa del premier Renzi: entro settembre sarò a Taranto

“Tra agosto e settembre ho deciso di visitare 10 realtà particolari del nostro territorio. Sarò a Napoli, tra Reggio e Gioia Tauro, all’Aquila, a Piombino, a Gela, a Termini Imerese, a Taranto e nell’Emilia Romagna dove abbiamo dimostrato che grazie alla capacità di sindaci straordinariamente capaci e di un presidente della Regione che ha dimostrato cosa significa amministrare siamo usciti dalla crisi post-terremoto”. 
 Lo annuncia Matteo Renzi parlando ai gruppi del Pd. “Il presidente farà questo giro - aggiunge Renzi - e si prenderà dei fischi e contestazioni ma è doveroso per noi dire che il 40,8 per cento ci porta a stare lì”. Renzi annuncia inoltre il lancio di “tre progetti da rivolgere al mondo, perché parlino dell’Italia: Milano con l’Expo, Venezia e Firenze, con il rilancio degli Uffizi”. Tornando alla visita nel capoluogo ionico, che rientra nel mini-tour annunciato dal presidente del Consiglio, al momento manca ancora la data ufficiale. In ogni caso, dal Pd tarantino, sono certi: “Entro settembre sarà in città”.

tarantobuonasera

9 luglio 2014

Mazzarano: la miglior risposta ai Riva è la nomina di Edo Ronchi

La miglior risposta ai Riva è la nomina di Edo Ronchi
La scelta di ricorrere al TAR contro il Piano ambientale da parte di Claudio Riva e' un chiaro ed inequivocabile atto di guerra contro il Governo e le scelte che, da due anni a questa parte, esso sta mettendo in campo per il risanamento ambientale dello stabilimento siderurgico di Taranto.
Con buona pace dei tanti detrattori che, in questi mesi, hanno, a dir poco, equivocato sulla genuina volontà del Governo italiano di una radicale inversione di rotta per bilanciare il risanamento ambientale e la continuità produttiva dell'Ilva.
Di fronte a questo sconcertante e vergognoso segno di sfida bisogna rispondere con il massimo della fermezza e della determinazione e procedere immediatamente con il nuovo decreto. Tale nuovo dispositivo normativo deve poter consentire la prededuzione e il prestito ponte, da parte delle banche, per favorire il superamento immediato della crisi finanziaria e di liquidità che sta tenendo sulla graticola i lavoratori, soffocando le imprese dell'indotto e rendendo precario ogni tentativo di procedere con il risanamento ambientale.
Ma il modo migliore per rispondere ai Riva e' quello di ridare piena fiducia ad Edo Ronchi. La nomina a sub-commissario dell'artefice del piano ambientale sarebbe un segnale inequivocabile sulla chiarezza e coerenza con cui il governo intende affrontare e risolvere questo importante dossier della vita economica del Paese.


Michele Mazzarano
Consigliere regionale Pd

A Massafra in vendita i due ex mattatoi

Il Comune vuole fare cassa vendendo  due gioielli del patrimonio comunale. Sul mercato immobiliare l’amministrazione metterà l’ex mattatoio di via Mancini e l’ex mattatoio di via La Rotonda. Nel consiglio comunale del 18 luglio si discuterà della delibera di autorizzazione alla cessione dei due importanti manufatti. L’ex mattatoio di via Mancini è ubicato nel centro abitato a ridosso del costone Est della Gravina San Marco della superfice complessiva di circa mq 480 ed è stato stimato dagli uffici comunali  per un valore di euro 350.000, mentre l’ex mattatoio di via La Rotonda è situato in prossimità della Statale Appia per una superfice complessiva di mq 9.392,00 per un valore stimato di euro 1.165.000,00. Le somme che saranno incassate l’amministrazione comunale le vorrebbe utilizzare per  la realizzazione del primo stralcio della cittadella del carnevale. In realtà si tratta di un impoverimento del patrimonio immobiliare comunale. Innanzitutto nella delibera che è stata proposta  vi è solo un generico accenno alla fantomatica cittadella del carnevale. In realtà quei beni potrebbero esser utilizzati in altro modo. Durante la campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale noi del PD avevamo lanciato la proposta di adibire l’ex macello di via La Rotonda, con la collaborazione delle associazioni degli agricoltori locali, ad un mercato ortofrutticolo a chilometro zero dove gli operatori del settore potevano vendere i loro prodotto visto l’ubicazione della struttura proprio sulla via Appia. Tale proposta era stata anche discussa in commissione attività produttive. In un momento di crisi del intero comparto agricolo tale utilizzo poteva servire per aumentare il reddito ai nostri agricoltori. Invece la struttura di via Mancini poteva essere utilizzata come contenitore culturale per i giovani ed anziani. Il Comune detiene in fitto dei locali adibiti a centro anziani in una piccola struttura del centro storico, mentre per i giovani non vi è alcun contenitore dove possono liberamente incontrarsi. Chiediamo all’amministrazione comunale di non fare cassa con degli immobili che potrebbero servire per migliorare la qualità della vita dell’intera collettività della Tebaide d’Italia. In consiglio Comunale speriamo di avere convincere altri consiglieri dell’inutilità di tale vendita.
                                                            Vito Miccolis
                                                        Capogruppo del PD

7 luglio 2014

FOTO DI UNA DOMENICA MASSAFRESE

...ECCO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DELL'ASSESSORE GENTILE!!
NONOSTANTE CI SIA IL DOPPIO REGIME DI RACCOLTA DEI RIFIUTI , DOMENICA 6 GIUGNO A MASSAFRA NON SONO STATI RACCOLTI I RIFIUTI.
MASSAFRA ERA INVASA DA RIFIUTI E DA PUZZE NAUSEANTI
...MA DOMENICA PROSSIMA ACCADRÀ' LA STESSA COSA?

 VIALE COLOMBO
 NEI PRESSI DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO , IN SERATA C'ERA LA FESTA DEL QUARTIERE
  NEI PRESSI DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO , IN SERATA C'ERA LA FESTA DEL QUARTIERE
  NEI PRESSI DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO , IN SERATA C'ERA LA FESTA DEL QUARTIERE
 VIA DE BERNARDIS

 CHIESA DI SANT'ANTONIO ABATE

 NEI PRESSI DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO ,DURANTE LA FESTA DEL QUARTIERE


 QUARTIERE SANT'ORONZO ,VICINO ALLE GIOSTRINE

6 luglio 2014

GRAZIE AL GOVERNO RENZI , UN MILIONE E QUATTROCENTOMILA EURO PER LE SCUOLE DI MASSAFRA

Grazie al Governo Renzi avremo scuole più sicure, funzionali e più belle anche a Massafra
Con il piano per l'edilizia scolastica saranno destinate alla nostra città quasi un milione e quattrocentomila euro. Ora auspichiamo che il Comune di Massafra non perda questi finanziamenti, come purtroppo già è avvenuto in passato, per altri settori della pubblica amministrazione e che lo stesso attivi, il prima possibile, le procedure per l'assegnazione dei lavori e che gli appalti siano assegnati con la massima trasparenza. Ricordiamo che il piano di edilizia scolastica, fortemente voluto dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, fin dal suo discorso di fiducia alle Camere del 24 febbraio 2014 è composto da tre principali filoni e coinvolgerà complessivamente 20.845 edifici scolastici con investimenti pari a 1.094.000.000 di euro.
Quattro milioni di studenti e una scuola italiana su due sono protagonisti di questo primo progetto, che porta, nell’arco del biennio 2014-2015, ad avere scuole più belle, più sicure e nuove. Si tratta della costruzione di nuovi edifici scolastici o di rilevanti manutenzioni, grazie alla liberazione di risorse dei comuni dai vincoli del patto di stabilità per un valore di 244 milioni (#scuolenuove) e del finanziamento per 510 milioni dal Fondo di sviluppo e coesione, dopo la delibera Cipe del 30 giugno, per interventi di messa in sicurezza (#scuolesicure), di decoro e piccola manutenzione (#scuolebelle). 
 Anche il Comune di Massafra è interessato dai filoni delle #scuolesicure, con € 772.000 e delle #scuolebelle, con € 599.239. È evidente in quale situazione di precarietà versino molte scuole della nostra città: due anni fa, c’è stato il cedimento del solaio di una classe della Scuola De Amicis e solo per un caso fortuito, non sono stati coinvolti gli alunni ed il personale docente. E l’aspetto più sconcertante è che, successivamente, nonostante la Regione Puglia avesse messo a disposizione dei sostanziosi fondi pubblici per la messa in sicurezza della detta scuola, il Sindaco Tamburrano preferì utilizzare esigui fondi privati elargiti da aziende locali, tamponando semplicemente l’emergenza ma non risolvendo di certo alla radice il problema. 
Quei fondi regionali furono, poi, utilizzati da altre città! 
 Ebbene, non vorremmo, che anche questa volta, i soldi messi a disposizione dal Governo Renzi, e destinati anche a Massafra subiscano la stessa sorte!
 Il Sindaco provveda immediatamente. Non si può perdere l'occasione. Le nostre scuole sono molto carenti sul piano della sicurezza. Dalle condizioni in cui versano le scuole si può anche comprendere l’efficienza di una pubblica amministrazione e quanto la stessa voglia investire sulle nuove generazioni e, quindi, sul futuro della propria città! Se vogliamo davvero risolvere gli annosi problemi di tutte le scuole massafresi è questa #lavoltabuona!

 Massafra, lì 06 luglio 2014
 Il Segretario del PD Massafra 
 Imma Semeraro

4 luglio 2014

CIMITERO , DIFFIDE E RICORSI


MA GUARDA UN PO'

MA GUARDA UN PO' Per mancanza del numero legale (12 presenti e 13 assenti), la seduta monotematica di Consiglio Comunale prevista per oggi, giovedì 3 luglio, avente ad oggetto le determinazioni sulla “situazione del Cimitero Comunale”, è andata diserta.

2 luglio 2014

UNA BRUTTA FIGURA PER MASSAFRA


Il pasticcio della giunta comunale di centrodestra sull'emergenza cimitero, denunciato dal Pd Massafra , ha conquistato le pagine di numerosi giornali , come la Repubblica, la Gazzetta del Mezzogiorno , il Quotidiano ,la Gazzetta di Parma , Il Giornale , Brescia Oggi , Il Mattino ed è stata postata su numerosi giornali online .Addirittura è finita su Ah ma non è Lercio , che raccoglie le notizie più strane della rete. Grazie al centrodestra , Massafra ha fatto un ulteriore "brutta figura" a livello nazionale . Ma è tempo che l'emergenza cimitero arrivi nel luogo deputato per la discussione , in consiglio comunale! Domani giovedì 3 luglio p.v. alle ore 11,00, presso la Sala Consiliare di Piazza Garibaldi, ne discuteremo , non mancare!

L'IMPORTANZA DEI FONDI EUROPEI PER IL SUD ITALIA

Abbiamo udito oggi le sconcertanti dichiarazioni tenute a Strasburgo dal leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo, il quale ha testualmente invitato l'UE a non dare più finanziamenti all'Italia in quanto "scompaiono in tre regioni, Sicilia, Calabria e Campania, dove ci sono la mafia, l 'ndrangheta e la camorra". Intendiamo ricordare a Grillo che la Sicilia, la Calabria e la Campania, ed in generale tutte le regioni meridionali, sono territori segnati da tragiche problematiche criminali e sociali, ma soprattutto abitati da milioni di cittadini onesti che con il duro lavoro, con l'attività d'impresa e con grandi sacrifici quotidiani contribuiscono con successo allo sviluppo economico, sociale e culturale delle loro terre. Territori depositari di un patrimonio inestimabile di ricchezze culturali, paesaggistiche e tradizioni che non meritano di essere insultati e sacrificati sull'altare degli stereotipi più stucchevoli ed inopportuni. Ma intendiamo ricordare a Grillo soprattutto che i fondi comunitari sono la più grande risorsa che il Sud avrà a disposizione nei prossimi anni per il suo sviluppo infrastrutturale, economico, sociale. E' con i fondi strutturali europei che si ristrutturano scuole ed edifici di interesse storico e culturale. E' con i fondi strutturali europei che si creano nuove infrastrutture, strade, ferrovie. E' con i fondi strutturali europei che si finanzia la ricerca, l'innovazione, lo sviluppo del turismo e dell'industria. E' con i fondi strutturali europei che la Regione Puglia ha finanziato Bollenti Spiriti ed altre iniziative. E' con i fondi strutturali che si dà una speranza ed una prospettiva di sviluppo alle regioni del Sud. Dal giorno del suo insediamento a Palazzo Chigi, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi è impegnato in una intensa attività diplomatica e di governo, con l'obiettivo di aumentare la credibilità e l'autorevolezza del nostro Paese. Perchè essere credibili in Europa e all'estero, dopo gli anni bui del recente passato berlusconiano, è l'unico strumento per poter chiedere ai propri partners un cambiamento dell'atteggiamento e delle politiche verso l'Italia, ed è l'unico modo per dare una speranza al nostro Paese. Un'attività che diventa ancor più importante e delicata oggi, con l'inizio del semestre italiano di presidenza europea. La difficoltà di Beppe Grillo nello svolgere un ruolo utile e costruttivo nella vita politica italiana è da tempo evidente a tutti. Gli chiediamo di cercare almeno di non danneggiare il nostro Paese in Europa con sconcertanti dichiarazioni contro il Sud e contro l'Italia, che remano esattamente nella direzione opposta rispetto a quella degli interessi nazionali, mentre altri si sono fatti carico di dare un futuro al Paese. 

Marcello Barletta 
 Responsabile politiche europee e fiscalità PD Massafra

Consiglio Comunale del 3 luglio sull'emergenza cimitero



Il Consiglio Comunale di Massafra è stato convocato, su richiesta dell'opposizione , in seduta monotematica, per giovedì 3 luglio p.v. alle ore 11,00, presso la Sala Consiliare di Piazza Garibaldi, per discutere il seguente argomento:

  •  Determinazioni sulla Situazione del Cimitero Comunale


Visto l'importanza della tematica il Partito Democratico invita tutti i massafresi a partecipare !

1 luglio 2014

PITTELLA Eletto Presidente del Gruppo dell'Alleanza Progressista dei Socialisti & Democratici al Parlamento europeo

Gianni Pittella (Pd) è stato eletto oggi a Strasburgo presidente del  Gruppo dell'Alleanza Progressista dei Socialisti & Democratici(S&D) al parlamento europeo. Nella riunione del gruppo S&D Pittella, che è stato nelle ultime settimane presidente ad interim dell'europarlamento dopo le dimissioni del tedesco Martin Schulz, rieletto oggi, ha ottenuto 167 voti su 174 presenti.
 E' il primo italiano a presiedere il gruppo eurosocialista nella storia del parlamento europeo. In bocca al lupo!

Dopo la sua elezione, il nuovo presidente del Gruppo S&D, Gianni Pittella, ha dichiarato: "Sono orgoglioso di essere stato eletto presidente S&D. Questa è la prima volta che un italiano ricopre questo importante ruolo. Sarà una grande opportunità guidare questo forte gruppo politico progressista mentre iniziamo questa nuova legislatura. "Ciò di cui abbiamo bisogno oggi è un programma coraggioso e ambizioso per l'Europa e per dare all'UE un ruolo di primo piano sulla scena mondiale. Dobbiamo superare gli squilibri tra l'immagine di un'UE gigante economico ma nano politico. "L'Europa deve dare risposte concrete al grande malessere che così tanti cittadini europei oggi sentono. Se vogliamo avere successo a livello globale nei prossimi anni, dobbiamo investire in ricerca e sviluppo e dobbiamo promuovere un'economia competitiva e sostenibile basata su un sistema di meritocrazia. "È tempo per l'Europa di tornare alle proprie radici e rilanciare l'approccio comunitario e solidale. Dobbiamo avere il coraggio di superare i nostri egoismi e lavorare insieme. Solo cooperando saremo in grado di affrontare problemi urgenti come le recenti tragedie dell'immigrazione accadute a Lampedusa e altrove. Dobbiamo essere pronti a rafforzare la solidarietà tra i diversi stati membri dell'UE. "L'Europa deve essere dinamica e concentrarsi sui problemi comuni dei propri cittadini. Perché questo avvenga, dobbiamo assicurare che il Patto di stabilità e di crescita non sia applicato come un dogma intoccabile, ma come uno strumento flessibile per promuovere - nel rispetto dei Trattati - lo sviluppo, la crescita e l'occupazione. "Solo agendo insieme possiamo essere forti e fare sentire la nostra voce nel campo della cooperazione economica, finanziaria, nelle politiche d'asilo e immigrazione o ambientali".