24 luglio 2014

Cimitero di Massafra, verso la revoca dello stop alle sepolture

Slitta in consiglio comunale la discussione sul cimitero. 
La seduta inizialmente convocata per giovedì sera non si è più tenuta perchè il sindaco non poteva essere presente e in mattinata i capigruppo si sono riuniti per valutare le decisioni in merito alla raccolta differenziata ed al caso cimitero che sta alimentando le preoccupazioni dei massafresi.
 La questione differenziata slitta a giovedì 31 luglio alle 17,30, mentre per il cimitero sembrerebbe esserci una svolta. 
Era programmato per stamattina, infatti, un sopralluogo dei tecnici comunali per verificare l’esistenza di soluzioni alternative a quelle prospettate nell’ordinanza del sindaco Martino Tamburrano. Un’ordinanza emanata per affronatre il problema della carenza di loculi al cimitero comunale. 
Un’ordinanza che è finita nel mirino delle polemiche perchè, in sostanza, il sindaco ha chiesto a trenta proprietari di loculi della cappella dell’Arma Combattenti di rinunciare ai posti per sei mesi. Una richiesta anomala, quanto strana, che sta agitando i diretti interessati. Dopo le polemiche, in consiglio comunale e sulla stampa, e a seguito dell’ennesima richiesta avanzata ieri durante la riunione dei capigruppo, l’amministrazione comunale sembrerebbe propendere verso un passo indietro
Il capogruppo del Pd, Vito Miccolis ha chiesto la revoca dell’ordinanza “per far stare tranquilli i proprietari” spiega. E stamattina il sopralluogo è infatti finalizzato a verificare se i loculi ancora disponibili tra quelli comunali e quelli già chiesti alla confraternite possono evitare l’emergenza.
 Un’emergenza che scaturisce dall’inesistenza di una programmazione e di un progetto per la costruzione di nuovi loculi comunali e che contribuisce anche a far lievitare i costi per la sepoltura.

TarantoBuonaSera