.

OTTAVA FESTA DE L'UNITÀ: "SÌ RIPARTE, INSIEME."

.

IL 5 GIUGNO 2016 VOTA PARTITO DEMOCRATICO. VOTA IDA CARDILLO SINDACA.

ECCOCI.

C'E' UNA POLITICA CON LA SCHIENA DRITTA CARICA DI ENTUSIASMO E VOGLIA DI FARE , PARTECIPA E SEGUI ANCHE TU IL PARTITO DEMOCRATICO DI MASSAFRA

28 febbraio 2011

•Dipendenti discriminati

Nei giorni scorsi l'amministrazione comunale di destra del Sindaco Tamburrano ha pesantente “discriminato” la stragrande maggioranza di dipendenti comunali nell'erogazione dei premi di produttività!!
L'amministrazione comunale, in ottemperanza agli impegni contrattuali del CCNL, ha notificato e reso ufficiale ad ogni dipendente le valutazioni ed il punteggio per l'erogazione dei premi di produttività ai dipendenti comunali.
In definitiva, tutto questo ha evidenziato gravi difetti di genericità, poca trasparenza e sostanziale ambiguità nel processo di valutazione su punti nodali quali: comportamento, risultati e competenze del personale!
La stragrande maggioranza del personale ha constatato amaramente che i risultati di valutazione da loro attesi, sono stati “stravolti” da criteri e decisioni estremamente discutibili, intrisi da “volgari” elementi di discriminazioni e di parzialità nell'azione valutativa!
In realtà è diffusa l'impressione che il sistema degli incentivi erogati siano stati uno strumento non per premiare i dipendenti che si distinguono per efficienza e produttività, ma solo se sono stati “obbedienti e docili” alle sollecitazioni clientelari della giunta Tamburrano.
Probabilmente l'avvicinarsi alle elezioni amministrative ha indotto l'amministrazione Tamburrano ad attuare forme inedite di “pestaggio psicologico” su dipendenti comunali di assoluto valore professionale che non sono disponibili ad atteggiamenti lumacosi e galoppini nei confronti di Tamburrano, atteggiamento tanto in voga nella maggioranza politica, sia di quella indigena che di quella “trans.....itata” in maggioranza nel trascorrere della legislatura, tradendo il mandato elettorale dei cittadini!
Su questo squallido “spaccato clientelare” aleggia pesantemente l'ombra di una parentopoli fatta di favoritismi verso amici, parenti stretti ed adepti del Sindaco e di alcuni amministratori che, guarda caso, sono stati premiati e valutati in maniera eccessivamente generosa.
Credo si arrivato il momento che le RSU ed i consiglieri comunali che intendono resistere alzino la voce contro questo “svilimento familistico” sul viale del tramonto.


Cosimo Marino Dirigente Circolo Pd Massafra

27 febbraio 2011

•Intervista di Giovanni Matichecchia a Vito Miccolis

(la Voce di Massafra del 26/02/2011)

L’avvocato Miccolis ha aperto la campagna elettorale con una grande convention dei maggiori rappresentanti del Pd a livello provinciale e regionale. Le primarie del 13 Marzo sono una agevole prova che sarà superata con facilità. Il confronto con Maurizio Baccaro, stimato esponente vendoliano e segretario di Sinistra, Ecologia e Libertà massafrese non ha storia. Il PD massafrese cresciuto molto nelle recenti provinciali e regionali per essere preoccupato da una giovane forza di sinistra in una realtà socio-politica moderata e centrista. Vito Miccolis scende in campo con il sostegno della gerarchia ecclesiale e dell’Azione Cattolica alzando i vessilli della solidarietà, della libertà e dell’uguaglianza. Può testimoniare, avendolo fatto nel passato, un impegno e una disponibilità per la gente che pochi possono mettere in campo.
Anche la recente rinuncia alla carica di assessore in un delicato settore come quello del lavoro e della formazione ha dato la misura dell’uomo e dell’attaccamento alla sua terra. In un Paese in cui nessuno si dimette, rinunciare ad un assessorato è una grande prova. Può contare una ragguardevole macchina organizzativa costituita dai giovani del PD che sembrano essere compatti nel sostenere la sua candidatura. Peraltro la compagine giovanile del PD dimostra una grande chiarezza di idee in tema di lavoro, né poteva essere diversamente alla luce degli insegnamenti del loro leader. I giovani del Pd sottolineano infatti, nella loro nota di sostegno alla candidatura di Miccolis, che il lavoro non può che avere una prospettiva nella compatibilità con le esigenze ambientali. La salute prima di tutto. Lavorare non deve significare mettere a rischio la salute. LaVoce ha rivolto a Vito Miccolis alcune domande......

Il resto dell' intervista è su http://miccolissindaco.blogspot.com/p/il-sindaco-di-tutti.html

26 febbraio 2011

L'Udc sceglie Miccolis

Fallito il progetto del “Terzo Polo”, l’Udc si allea con il centrosinistra.
La notizia è stata ufficializzata, nella serata di ieri, dal coordinatore cittadino Cosimo Vinci,
ci, dal capogruppo consiliare Nicola Zanframundo, dal coordinatore provinciale Giuseppe Tarantino e dal presidente provinciale Antonio Scalera.
«Siamo rammaricati - ha precisato Tarantino - per il fatto che qui il progetto del “Polo degli Italiani”, che rappresentava sia una novità che un arricchimento sia naufragato. Non perché ci fosse incompatibilità, ma perché vecchie logiche legate alla salvaguardia di interessi politici personali hanno prevaricato sull’interesse più ampio e più nobile di rappresentare in maniera forte il prestigio di una comunità». Ha inoltre dichiarato: «Adesso cerchiamo di trasferire in questa realtà l’esperienza fatta in Provincia. Massafra merita di più».
«Ci presentiamo in questa competizione - ha affermato Scalera - con estrema coerenza.
Siamo stati all’opposizione in questi anni di amministrazione di Tamburrano, oggi ci alleiamo con la coalizione di centrosinistra.
Non è un ripiego, seguito al fallimento del Terzo Polo. Abbiamo fatto un accordo di programma e condiviso da subito il progetto politico».
Vinci ha chiarito: «Ho sempre sostenuto che l’Udc si sarebbe posta in discontinuità con l’Amministrazione di centrodestra. Puntiamo su questa coalizione di centrosinistra, chiunque sia il candidato che vincerà le primarie. Mi auguro che le vinca un moderato quale è Vito Miccolis ma, anche nel caso in cui dovesse avere la meglio l’altro contendente (Maurizio Baccaro, Sel. Ndr), saremo sempre in questa coalizione».
«Miccolis - ha rimarcato Zanframundo -, oltre ad essere un moderato ed un professionista, ha una storia legata al mondo cattolico e all’impegno nella società civile. Rispecchia buona parte dei principi e valori dell’Udc».
Presente all’incontro, lo stesso Miccolis, che ha evidenziato: «Oltre alla vicinanza politica, con l’Udc abbiamo identità di vedute sul futuro della città. Vogliamo creare una comunità di diritti per i cittadini».

Francesca Piccolo -Corriere del Giorno

25 febbraio 2011

•Presentazione della candidatura di Vito Miccolis con Florido ,Pelillo ,Blasi e Mazzarano

Un Teatro comunale gremito ha accolto ieri (22 febbraio) sera la presentazione dell’avvocato Vito Miccolis, candidato del Pd alle primarie del centrosinistra.
Insieme a lui, sul palco e in platea, i vertici provinciali e regionali del partito. All’assessore regionale Michele Pelillo, al presidente della Provincia di Taranto Gianni Florido e al il segretario regionale del Pd Sergio Blasi, abbiamo chiesto tre motivi validi per sostenere la sua candidatura.
«Il fatto che abbia lasciato qualcosa (il riferimento è all’Assessorato provinciale, n.d.r.) per mettersi a disposizione della sua città, non avendo certezze sull’esito, anche se sono assolutamente convinto che sarà positivo – ha risposto Blasi -, è di straordinario valore etico, in un Paese in cui l’etica non ha più cittadinanza. La seconda ragione è che la sua disponibilità passa anche attraverso il coinvolgimento largo dei cittadini, sottoponendosi alle primarie. Il terzo aspetto è che ha tutte le caratteristiche giuste: la competenza, l’equilibrio e l’intelligenza».
«Massafra ha bisogno di una guida amministrativa più adeguata – ha detto Pelillo -. Negli ultimi anni si è consolidata come la realtà più dinamica della provincia ionica dal punto di vista imprenditoriale e merita un’attenzione particolare. Miccolis poi ha dimostrato di saper amministrare, viene dalla società civile e fa parte di una squadra».
Sulla stessa linea, Florido, che ha affermato: «È una persona perbene e competente. Può essere un punto di riferimento per i giovani, è un cattolico impegnato da sempre nel sociale, ha una cultura di mediazione e ha già fatto benissimo l’amministratore. Una città come Massafra, inoltre, ha bisogno di cambiare davvero, puntando soprattutto sulla retroportualità».
Vito Miccolis parte da alcuni dati: «A Massafra ci sono 5.500 disoccupati, 1700 precari che non lavorano più di otto mesi all’anno, 1218 occupati in meno (dicembre 2009 – dicembre 2010)». Le sue priorità sono il lavoro e l’ambiente. «Metterei subito in funzione le tre centraline che sono nella nostra città, dando la possibilità ai massafresi di capire cosa respirano – ha sottolineato-. Darei impulso all’agricoltura, trasformando l’ex macello in un mercato della filiera corta dei prodotti agroalimentari locali, e all’edilizia». E i carristi dove lavorerebbero la cartapesta?
«La mia idea è quella di sviluppare il Carnevale attraverso la scuola, realizzando i capannoni nei pressi dell’Istituto Agrario, dove si appoggia anche l’Istituto d’Arte, attraverso un contratto con l’A mministrazione provinciale». E poi ancora attenzione al Centro storico e a Parco di Guerra.
L’incontro è stato aperto dal consigliere regionale Michele Mazzarano.

Francesca Piccolo -Corriere del Giorno

24 febbraio 2011

•Interviste


23 febbraio 2011

Oggi Mercoledi 23 Febbraio alle ore 19:30 il Circolo dell'UDC di Massafra convoca una conferenza stampa
presso la propria sede in Corso Regina Margherita per annunciare la propria adesione alla coalizione del Centro-Sinistra alle prossime Elezioni Amministrative del 15 e 16 Maggio 2011
Interverranno:
  • Cosimo Vinci Commissario Cittadino UDC
  • Vito Miccolis Candidato Sindaco per il PD alle Primarie del Centro Sinistra
  • Nicola Zanframundo Capogruppo UDC nel Consiglio Comunale di Massafra
  • Giuseppe Tarantino Coordinatore Provinciale UDC
  • Antonio Scalera Presidente Provinciale UDC.

21 febbraio 2011

•Martedi 22 Febbraio presentazione dell'Avv. Vito Miccolis Candidato Sindaco del Partito Democratico alle Primarie del Centro Sinistra.


Martedi 22 Febbraio alle ore 19:30 a Massafra nel Teatro Comunale in Piazza Garibaldi si terrà la presentazione dell'Avv. Vito Miccolis Candidato Sindaco del Partito Democratico alle Primarie del Centro Sinistra.
Il 13 Marzo a Massafra si svolgeranno le Primarie del Centrosinistra per la scelta del candidato Sindaco della coalizione formata da Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà e La Puglia per Vendola.

Il Partito Democratico sosterrà l’avv. Vito Miccolis.
Le ragioni di questo convinto sostegno stanno nel fatto per cui la persona, la vita e l’impegno sociale e politico dell’avv. Vito Miccolis incarnano i valori propri delle migliori espressioni del cattolicesimo democratico e della sinistra riformista italiane: si tratta degli ideali della solidarietà, della libertà e dell’uguaglianza.
L’avvocato Miccolis per vocazione svolge un ruolo sociale e politico di grande spessore nella comunità locale, facendosi portatore qualificato e competente delle istanze e delle attese, delle problematiche e delle avverse vicissitudini di chiunque a lui faccia riferimento.
La recente esperienza come Assessore Provinciale alle Politiche del Lavoro e alla Formazione professionale rendono testimonianza della disinteressata passione che ispira e muove l’azione politica del nostro candidato; ciò è riconosciuto in maniera unanime dai numerosi lavoratori e disoccupati della Provincia di Taranto che negli scorsi mesi lo hanno avuto al fianco nelle complicate battaglie portate avanti nel mondo del lavoro.

Il Circolo del Partito Democratico di Massafra

17 febbraio 2011

•M’illumino di meno

“Spegni la luce e accendi il tricolore”.
Con questo appello torna domani “M’illumino di meno”, la campagna radiofonica sul risparmio energetico promossa da Caterpillar http://caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno/.
L’iniziativa, targata Radio 2, quest’anno è dedicata ai 150 anni dell’Unità d’ Italia.
A creare il “silenzio energetico” contribuirà Associazione NoMedia ,Amici del Carnevale Massafra.Museo Archeologico Olio e Vino.Amici della Musica Massafra,Itinerari e Sentieri nell'unica iniziativa nella provincia di Taranto.
Nella Chiesa di Sant'Agostino a Massafra si canterà e ballerà a lume di candela con Musica in libertà. Portate i vostri strumenti musicali.

Presentazione di VITO MICCOLIS Candidato Sindaco alle Primarie del Centrosinistra


Mertedi 22 Febbraio ore 19,30 nel Teatro Comunale in Piazza Garibaldi si terrà la Presentazione di VITO MICCOLIS candidato sindaco alle primarie del Centrosinistra
Interverranno:

MICHELE PELILLO
assessore regionale
GIANNI FLORIDO
presidente della Provincia di Taranto
SERGIO BLASI
segretario regionale PD
MICHELE MAZZARANO
consigliere regionale
VITO MICCOLIS
candidato sindaco alle primarie del CentoSinistra


Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare

16 febbraio 2011

•Italia ultima tra i Paesi del G7

Tra le principali sette economie al mondo, l'Italia è quella che è cresciuta meno: ha avuto un +1,3% rispetto al quarto trimestre del 2009, mentre la Germania ha segnato la crescita più forte +4%.
La grande crescita della Germania si traduce anche in un aumento dell'occupazione, che nell'ultimo trimestre del 2010 ha superato ogni record, toccando quota 41,04 milioni, con un aumento dell'1 per cento rispetto allo stesso periodo del 2009. Il dato, in questo caso, arriva dall'ufficio di statistica tedesco che sottolinea come l'incremento maggiore degli occupati si sia registrato nel settore dei servizi, che dà lavoro a più di 30 milioni di persone. Occupazione in crescita anche nel manifatturiero e nel settore costruzioni. A dicembre secondo i dati diffusi dall'Ocse, il tasso di disoccupazione tedesco è sceso al 6,6%.

14 febbraio 2011

•Il futuro dell'Ospedale di Massafra


Mercoledì 16 Febbraio alle ore 19,00 al Teatro Comunale in Piazza Garibaldi a Massafra Il Partito Democratico terrà un pubblico dibattito sul tema "Il futuro dell'Ospedale di Massafra".
Interveranno
-
Vito Miccolis
-
Michele Mazzarano - Cons. Regionale
-
Giuseppe Romano - Cons. Regionale

Sono invitati a partecipare tutti i rappresentanti delle Istituzioni, dei Sindacati, delle Associazioni, l'Azione Cattolica Vicariale, le aggregazioni laicali e tutti i cittadini massafresi

13 febbraio 2011

• Domenica donne in piazza per esprimere il dissenso sulla concezione della “donna oggetto”


Come in tutta Italia anche a Massafra, domenica, 13 febbraio (come riportato in un comunicato che ci è pervenuto) le donne dicono BASTA!
E organizzano in Piazza Vittorio Emanuele alle ore 10.30, un sit-in di protesta per contestare ogni tipo di politica che svenda la dignità della donna e per esprimere il loro dissenso sulla concezione della “donna oggetto” che occupa in questi giorni le pagine della cronaca. Le donne di cui si parla in questi giorni (si legge nel comunicato), non sono le mogli, le lavoratrici, le figlie, le mamme che tutti noi conosciamo ogni giorno, per la loro dedizione alla famiglia e per il loro impegno lavorativo e sociale; non sono neanche quelle donne impegnate in politica che si battono per l’affermazione dei propri diritti e che promuovono costantemente occasioni per rimuovere gli ostacoli che si frappongono alla completa realizzazione delle pari opportunità. Troviamo intollerabile continuare ad assistere a uno spettacolo indecoroso che ci offende, all’indecente scambio di donne usate come merce e oggetti sessuali, che nega l’impegno quotidiano e la vita di ciascuna di noi. Non ci illudiamo di stare meglio. Siamo donne fiere ed orgogliose, chiediamo dignità e rispetto per noi e per tutte. La manifestazione si rivolge anche a tutti gli uomini che non vogliono essere “l’altra faccia di una stessa mediocre medaglia”. Ci rivolgiamo, quindi, anche agli uomini amici delle donne. Dove sono anche loro? La nostra piazza, la nostra mobilitazione non è così differente da quelle delle donne arabe, africane, maghrebine. Siamo donne fiere e orgogliose, chiediamo dignità e rispetto per noi e per tutte. Noi crediamo che l’Italia abbia bisogno delle donne, di investire nelle nostre capacità e nel nostro talento, per uscire dalla crisi profonda che il paese sta vivendo. La nostra manifestazione non prevede interventi programmati, ma il microfono sarà aperto a tutti coloro che vorranno esprimere le loro opinioni. Vi aspettiamo numerosi (conclude il comunicato) , tutti insieme diremo “Se non ora quando?”.

l' evento su
facebook ---> http://www.facebook.com/event.php?eid=187168637980859

12 febbraio 2011

•SE NON ORA QUANDO ?

DOMENICA 13 FEBBRAIO
dalle ore 10,30
in Piazza Vittorio Emanuele

9 febbraio 2011

•Le Primarie

Domenica 13 Marzo 2011 si terranno a Massafra le primarie per la scelta del candidato della coalizione di Centro Sinistra alla carica di Sindaco di Massafra alle prossime elezioni amministrative per il rinnovo del Consiglio Comunale.

Si vota dalle ore 8:00 alle 21:00 di Domenica 13 Marzo 2011 e possono votare tutti i cittadini massafresi che entro la data delle prossime elezioni amministrative abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e che dichiarino di essere elettori di uno dei partiti della coalizione di centro-sinistra. Per votare è necessario presentare al seggio un documento di riconoscimento.
Possono candidarsi alle primarie per la scelta del candidato Sindaco i cittadini in possesso dei requisiti di legge che li rendano eleggibili a tali cariche, che dichiarino di essere iscritti o elettori di uno dei partiti della coalizione di centrosinistra, che siano disposti a sottoscrivere il programma quadro della coalizione verso le elezioni amministrative 2011 e il codice di autoregolamentazione e che si impegnino a sostenere l’esito della consultazione.

La candidatura alle primarie può essere avanzata da uno o più partiti della coalizione, che ne effettua la preselezione nel rispetto degli statuti e regolamenti di ciascuna forza politica e che successivamente raccolga sottoscrizioni di firme di elettori del centrosinistra pari a minimo 200 e massimo 300 residenti nel Comune di Massafra e che godano del diritto di voto, oppure da un cittadino che raccolga il medesimo numero di sottoscrizioni di firme di elettori del centrosinistra. Chiunque sia intenzionato ad avviare la raccolta delle firme per la presentazione della propria candidatura a Sindaco deve darne comunicazione al Comitato organizzatore su un modulo predisposto dal comitato medesimo.
Le candidature, complete della documentazione prevista, potranno essere inoltrate al Comitato organizzativo entro le ore 19:00 di Venerdì 11 Febbraio 2011.

Il Comitato organizzativo accerterà entro le 24 ore successive che l’interessato possieda i requisiti per la candidatura.

Le firme a corredo di ogni candidatura dovranno essere consegnate al Comitato organizzativo delle primarie venerdì 11 Febbraio 2011 entro le ore 19:00.

Al termine delle verifiche di regolarità della documentazione il Comitato organizzatore rende noti i nomi dei candidati ammessi alle primarie.
In seguito il Comitato Organizzativo delle Primarie renderà noto il luogo dove verrà allestito il seggio per la consultazione del 13 Marzo.

Per qualsiasi informazione o per richiedere la documentazione necessaria rivolgersi ai seguenti numeri: 328 1827355 o 339 7234820.

Il Comitato Organizzatore Massafra 2011

Primarie Elezioni Amministrative

•PD : il Cimitero è al collasso!


Al Cimitero di Massafra per i loculi, si sta arrivando al collasso!
L'inefficienza e l'incapacità della Giunta Tamburrano non sta risparmiando nemmeno il cimitero!
Molti cittadini di Massafra stanno pagando amaramente sulla loro pelle l'inconsistenza politica di un Sindaco che, distratto dalla sua smisurata megalomania politica, ha da tempo, rinunciato ad occuparsi di programmare opere pubbliche importanti per il futuro della Città.
L'incapacità e l'inconsistenza amministrativa si è manifestata in modo plateale nella totale assenza di interventi di programmazione volti a determinare progetti di fattibilità dell'ampliamento perimetrale del cimitero comunale e l'utilizzo razionale di aree al suo interno.
In cinque anni di amministrazione improntata all'anarchia ed all'improvvisazione, la giunta Tamburrano, ha costretto “molti cittadini ad indebitarsi pesantemente per comprare da terzi i loculi cimiteriali!”
Questo sta ancora accadendo perchè, da tempo, non ci sono più loculi comunali!
I massafresi si domandano perchè siamo arrivati a questo punto?
Molti cittadini hanno l'impressione che il Comune abbia “volutamente rinunciato al suo ruolo, consentendo tacitamente il mercimonio del “caro estinto”, portando il cimitero attuale al collasso per quanto riguarda la reperibilità dei loculi e con i prezzi lievitati in modo abnorme, determinati dal forte squilibrio tra domanda ed offerta prevalentemente privata.”
Il totale disinteresse della “giunta Tamburrano” si manifesta anche nel non utilizzo razionale delle cappelle comunali.
Il nostro cimitero ha bisogno di essere ristrutturato con i progetti che lo facciano diventare un “Parco della memoria collettiva” e non per favorire la speculazione.


Cosimo Marino
Dirigente Partito Democratico Massafra

6 febbraio 2011

•Il candidato sindaco sarà scelto dai cittadini

Le primarie del centrosinistra, si svolgeranno domenica 13 marzo.
La coalizione, secondo quanto è stato annunciato ieri mattina in conferenza stampa, ha fissato per l’11 febbraio il termine per la presentazione delle candidature ed ha stilato un regolamento in cui sono indicati criteri e condizioni per la partecipazione, quali il supporto di un certo numero di firme e l’adesione al programma del centro sinistra.
Al tavolo, i consiglieri regionali Michele Mazzarano e Francesco Laddomada, i coordinatori cittadini del Pd e di Sel Vito Miccolis e Maurizio Baccaro, entrambi candidati alle primarie, e Vito Dipierro, esponente locale della Puglia per Vendola.
«Al confronto di queste settimane – ha precisato Mazzarano - ha partecipato anche l’Idv che ci ha chiesto, per voce del coordinatore cittadino Antonio Izzinosa, di voler contribuire alla definizione politico-programmatica del patto del centrosinistra, pur non ritenendo utile il metodo delle primarie… Facciamo un appello accorato affinché l’Idv, con i suoi ideali, possa essere partecipe di questo cantiere che ufficialmente oggi facciamo partire».
«È il cantiere del centrosinistra– ha continuato - che ritiene che i candidati sindaco passino dalla partecipazione di migliaia di cittadini. Nell’ultimo quindicennio, intorno alla scelta dei candidati sindaco, si sono consumati atti di cattiva politica.
Fare le primarie significa invertire questa tendenza e dare la possibilità ai cittadini di scegliersi il proprio candidato. È un fatto simbolico che la dice tutta su quanto vogliamo essere alternativi alla destra che amministra questa città. Abbiamo già scritto un documento politico di intenti, poi avvieremo il cantiere del programma, in cui chiameremo a raccolta associazioni, sindacati, organizzazioni di categoria, professionisti, le migliori intelligenze
e risorse che pensano come noi che ci può essere per Massafra un futuro diverso rispetto al presente e al recente passato».
Mazzarano ha poi evidenziato: «Riteniamo che questa grande partecipazione popolare che stiamo chiamando a definirsi con le primarie possa essere un fiume carsico che di fatto apre una stagione completamente diversa per questa città».
Il consigliere Laddomada ha assicurato «il contributo in termini di idee e persone per il territorio della Puglia per Vendola, «un movimento giovane, nato con successo con le scorse elezioni regionali, che ha deciso di strutturarsi sul territorio».
«Spazio ai giovani nelle liste – ha poi rimarcato -. Non lo dico per retorica ma perché credo veramente in loro».
Per Miccolis, «Massafra ha bisogno di una nuova primavera».
«C’è voglia di rinnovamento, di voltare pagina in città – ha dichiarato -. Se negli anni passati il centro sinistra è stato caratterizzato da spaccature e divisioni, ora siamo una squadra. Le amministrazioni di centrodestra hanno portato la città ad un livello di vivibilità molto basso. La fase delle primarie servirà a scaldare i motori e a confrontarci. Se ci sono altre personalità che si vogliono candidare ben vengano, sarà un arricchimento per tutta la coalizione».
Baccaro, dopo aver sottolineato l’utilità del percorso delle primarie, ha parlato di «fallimenti pesanti dell’Amministra zione Tamburrano», citando ad esempio «la bocciatura del Piano Regolatore Generale e la mancata realizzazione della Cittadella del Carnevale». «Cinque anni fa – ha puntualizzato – Tamburrano promise che, se fosse stato eletto, avrebbe fatto ciò nei primi cento giorni di Amministrazione ».
E ha individuato alcune priorità del centrosinistra: la necessità di assicurare la trasparenza degli atti amministrativi e il controllo dell’operato dell’Amministrazione e di far decollare la raccolta differenziata.
«Saranno primarie di confronto – ha così chiuso il giro di interventi Dipierro – su temi, opzioni e metodi di amministrazione.
Dopo le primarie, nel confronto con il sindaco uscente, dovremo dare il segnale di portare le ragioni della politica fuori dalle stanze chiuse del palazzo e far sì che la gente si confronti con noi sulla prospettiva futura di crescita del paese».
Ma la Puglia per Vendola presenterà un proprio candidato?
«Non esclude che ci possa essere – ha risposto Laddomada – ma si riserva di fare eventualmente un nome».

Francesca Piccolo - Corriere del Giorno

•Bersani: Il Pd è un partito di governo

"Noi siamo un partito di governo e lo dimostriamo quando prospettiamo una soluzione politica e diciamo parole non generiche sull'Italia che vogliamo e sulle cose che promettiamo di fare". Così Pier Luigi Bersani, dal palco del palazzetto della Fiera di Roma, ha ieri rilanciato l'ambizione governativa del Pd a conclusione dell'assemblea nazionale svoltasi alle porte della Capitale.

"Non accettiamo che l'Italia giri attorno ai giorni inconcludenti di Berlusconi e alle sue disdicevoli notti - ha continuato il segretario nazionale - Noi non proporremo favole ma una sfida positiva per il Paese perché la verità è la chiave per evitare la rassegnazione e per dare un orizzonte e un futuro al Paese, denunciando il distacco dell'Italia rispetto all'Europa che è anche - ha precisato Bersani - distacco politico perché il populismo è al governo".

•Intervento dei carabinieri dopo la segnalazione di una discarica abusiva scoperta dal coordinatore del Pd

È stata sottoposta a sequestro preventivo dai Carabinieri di Massafra la discarica abusiva di amianto e rifiuti nella zona a sud della città, la cui presenza è stata denunciata nei giorni scorsi dal coordinatore cittadino del Partito Democratico Vito Miccolis.
«La discarica abusiva – aveva reso noto Miccolis - è nei pressi del sottopasso ferroviario di via Ferrara. All’interno del canale di scolo dell’acqua piovana, che costeggia la ferrovia, sono stati abbandonati alcuni rifiuti di amianto. Dopo aver scattato alcune foto sul luogo, ho segnalato l’abuso alla locale stazione dei Carabinieri, per far in modo che intervengano e mettano in sicurezza la zona».
«Trattandosi di un canale di scolo dell’acqua piovana – aveva poi commentato il coordinatore del Pd - la preoccupazione che si possano causare gravi danni alla salute dei nostri concittadini è alta. Ancora una volta viene perpetrato un altro grave danno ambientale al nostro territorio. Per troppo tempo la nostra città e tutto il territorio circostante è stato violentato dalla mano dell’uomo. Troppe volte si sono riscontrati casi di inquinamento ed il ritrovamento di discariche abusive, anche in zone particolari, come in prossimità delle falde acquifere, con il grave rischio di provocare dei danni irreversibili alla salute dei nostri tanti concittadini. È ora di dire basta».
Miccolis, candidato alle primarie del centro sinistra per la poltrona di sindaco della città, aveva infine colto l’occasione per sottolineare la sua posizione sui temi ambientali. «Se Massafra deve rinascere – aveva detto - lo deve fare ripartendo dal rispetto dell’ambiente, dal reale significato del termine “ecologia”. La salute dei cittadini non può essere nella mani di incoscienti che provocano gravi danni al nostro ambiente, senza avere reale coscienza delle possibili conseguenze per la salute pubblica. La prossima Amministrazione comunale deve partire da questi valori, deve ripartire dalla rivalutazione del nostro territorio, dal suo rispetto e dalla piena consapevolezza della bellezza della nostra Terra».

Corriere del Giorno- Francesca Piccolo

5 febbraio 2011

•Primarie, si vota il 13 marzo

Il popolo del centrosinistra sarà chiamato a scegliere il candidato sindaco da sostenere nella campagna elettorale per le amministrative della prossima primavera.

Questa mattina i rappresentanti locali e regionali del Pd, di Sel e de La Puglia per Vendola hanno annunciato il voto per le Primarie per il 13 marzo prossimo.
La sfida, al momento, è tra l’ex assessore provinciale Vito Miccolis che da tempo il suo partito, il Pd, aveva annunciato di voler mandare in lizza (per questo è rimasto fuori dal rimpasto del presidente Florido in Provincia) ed il segretario cittadino di Sinistra, Ecologia e Libertà, Maurizio Baccaro.
Ma le candidature restano aperte sino al venerdì precedente le Primarie. Fino all’11 Febbraio partiti, ma anche semplici cittadini, potranno presentare un proprio leader. Dovrà essere sostenuto dalle duecento alle trecento firme, nel caso di gruppi cittadini.
Intanto i due candidati affilano le armi, anche se, in conferenza stampa, stamattina hanno voluto sottolineare che “non si tratta di una battaglia, ma con le Primarie si vuole dare voce ai cittadini perché siano loro a scegliere chi candidare alle future elezioni”.
Un modo, anche, per riunire il popolo del centrosinistra. Gli occhi restano puntanti infatti su Idv e La Puglia per Vendola. I primi pare siano intenzionati ad aspettare l’esito delle Primarie prima di esprimersi. Per la Puglia per Vendola, invece, c’è ancora la possibilità di trovare un proprio candidato.
Alla conferenza di stamattina erano presenti, oltre a Miccolis e Baccaro, anche i consiglieri regionali Mazzarano e Laddomada e Vito Dipierro, rappresentante locale de La Puglia per Vendola.

TARANTOSERA

3 febbraio 2011

Venerdi 04 Febbraio
alle ore 10:30
presso l'Appia Palace Hotel a Massafra,
è convocata una conferenza stampa di tutto
il Centro-Sinistra di Massafra, parteciperanno:

Vito Miccolis
Maurizio Baccaro
Vito Dipierro
Michele Mazzarano, Consigliere Regionale.





Ecocentro di via Ferrara chiuso. Miccolis: "Chiediamo rispetto per il territorio"

In questi giorni la chiusura di un'importante punto di raccolta sta creando un grave disservizio alla cittadinanza massafrese.
Tale disservizio è legato alla chiusura del centro di raccolta Ecocentro di Via Ferrara.
All'interno di tale centro vengono raccolti tutti i rifiuti ingombranti e gli apparecchi in disuso che i cittadini non possono e non devono conferire nei normali cassonetti presenti nella nostra Città.
La presenza di questo centro pemette ai massafresi di poter smaltire rifiuti quali divani, vecchi apparecchi televisivi, lavatrici e tipologie simili di elettrodomestici recandosi direttamente all'Ecocentro di Via Ferrara, oppure chiamando un semplice numero verde, attraverso il quale gli operatori del centro potevano venire direttamente in prossimità delle abitazioni dei cittadini per prelevare i suddetti oggetti.
Adesso, da qualche giorno e non sappiamo ancora per quanto altro tempo ancora, tutto questo non è più possibile, visto che il centro di raccolta è chiuso.
Occorre con estrema solerzia riaprire il punto di raccolta e ripristinare il servizio, prima che Massafra sia invasa da una moltitudine di rifiuti ingombranti.
Ogni volta mi ritrovo a dover evidenziare l'importanza di una politica più attenta all'ambiente ed al rispetto del proprio territorio, le isole ecologiche sono uno dei primi baluardi, insieme ad una seria politica di raccolta differenzita, per dare una maggiore vivibilità ai nostri concittadini.
Un'esistenza ecosostenibile passa attraverso la creazione e valorizzazione di una serie di servizi che vanno a costituire la cosiddetta filiera dei rifiuti.
La cultura della differenziata o dell'utilizzo degli ecocentri sono ormai da anni al centro della politica di ogni amministrazione, ma chiudendo l'unico ecocentro della Città di Massafra come si può pretendere che i cittadini continuino a rispettare i principi legati ad una coesistenza ecosostenibile o al ricliclo dei materiali riutilizzabili.
Chiediamo pertanto all'attuale Amministrazione di procedere con solerzia alla riapertura dell'ecocentro di Via Ferrara ed evitare così che le strade della nostra Città diventino una discarica a cielo aperto di divani, lavatrici, frigoriferi e quant'altro.
Ancora una volta chiedo maggior rispetto per il territorio della mia Città e migliori e maggiori servizi utili per miei concittadini.

Avv.Vito Miccolis

Discariche abusive. Miccolis: "E' ora di dire basta"


Ancora una volta viene perpetrato un altro grave danno ambinetale al nostro territorio.
Ieri mattina, in qualità di Coordinatore Cittadino del Partito Democratico, ma prima ancora da semplice cittadino, ho segnalato la presenza di una discarica abusiva di amianto e rifiuti nella zona a Sud di Massafra.
Dopo aver scattato alcune foto sul luogo, ho segnalato l'abuso alla locale stazione dei carabinieri, per far in modo che intervengano e mettano in sicurezza la zona.
La discarica abusiva è nei pressi del sottopasso ferroviario di Via Ferrara, all'interno del canale di scolo dell'acqua piovana, che costeggia la ferrovia, sono stati abbandonati alcuni rifiuti di amianto.
Trattandosi di un canale di scolo dell'acqua piovana la preoccupazione che si possano causare dei gravi danni alla salute dei nostri concittadini è alta.
Per troppo tempo la nostra Città e tutto il territorio circostante è stato violentato dalla mano dell'uomo.
Troppe volte si sono riscontrati casi di inquinamento ed il ritrovamento di discariche abusive, anche in zone particolari, come in prossimità delle falde acquifere, con il grave rischio di provocare dei danni irreversibili alla salute dei nostri tanti concittadini.
Quest'ultimo è solo l'ultimo esempio del degrado e dell'abbandono della nostra Città, altre discariche abusive sono sparse tutt'intorno il nostro comune, è ora di dire basta.
Se Massafra deve rinascere, lo deve fare ripartendo dal rispetto dell'ambiente, dal reale significato del termine “ecologia”, la salute dei cittadini non può essere nella mani di incoscenti che provocano gravi danni al nostro ambiente, senza avere reale coscienza delle possibili conseguenze per la salute pubblica.
La prossima Amministrazione Comunale deve partire da questi valori, deve ripartire dalla rivalutazione del nostro territorio, dal suo rispetto e dalla piena consapevolezza della bellezza della nostra Terra.
Spero che mia nota serva a sensibilizzare gli animi dei miei tanti concittadini che credono ancora nel rispetto della nostra amata Città.


Avv. Vito Miccolis

2 febbraio 2011

•«Un grave errore spostare i vigili»

Si sta perpetrando un ulteriore danno alla Città di Massafra ed in particolar modo alla zona del nostro tanto amato Centro Storico.

E' notizia di questi giorni che il Comando di Polizia Municipale di Massafra, a breve, verrà trasferito dall'attuale sede presso il Palazzo de Notaristefano in Via Vittorio Veneto alla nuova sede in Viale Magna Grecia.

La cosa risulta essere molto preoccupante, perchè oltre a depauperare ulteriormente il nostro Centro Storico, già fortemente penalizzato, sguarnisce una grande fascia della Città di qualsiasi presidio di pubblica sicurezza.

Nella zona di Viale Magna Grecia già insiste la Caserma dei Carabinieri, il che rende già abbastanza sicura la zona ed offre ai cittadini un presidio sicuro ed importante per la tutela della loro sicurezza.
La zona invece del Centro Storico, se privata del Comando della Polizia Municipale, sarebbe fortemente penalizzata, verrebbe a mancare per i tanti cittadini che risiedono in quella zona un importante punto di riferimento a cui rivolgersi in caso di necessità, ed in particolar modo verrebbero penalizzati soprattutto i tanti anziani ed i cittadini più deboli che risiedono nel centro storico.

Non conosco le possibili motivazioni logistiche che stanno alla base di tale decisione, ma credo fortemente che tale spostamento produrrà gravi danni alla nostra cittadinanza ed inoltre è un ulteriore scippo al nostro Centro Storico.

Credo che un'amministrazione attenta e sensibile non dovrebbe provocare l'emorragia di uffici pubblici dal Centro Storico, al contrario dovrebbe favorirne sempre più la nascita di nuovi punti di riferimento, per far sì che la zona più antica di Massafra ritorni ad essere sempre più frequentata dai nostri concittadini.

La rinascita della Città di Massafra deve ripartire dalla sua parte più antica e storica, per questo il Comando di Polizia Municipale non può essere trasferito da Via Vittorio Veneto, bisogna impegnarsi invece a renderla sempre più vitale e vivibile, valorizzando tutte le sue bellezze.

Inoltre, le ultime vicende di cronaca hanno evidenziato come il Centro Storico, ora più che mai, ha bisogno di questi presidi, senza voler fare inutili ed imprudenti allarmismi, credo che la presenza della Polizia Municipale in quella zona sia fondamentale ed utile a garantire maggior sicurezza ai tanti residenti.

Invito l'attuale Ammnistrazione a rivedere questa loro decisione, nell'interesse dei nostri concittadini e della Città tutta.

Avv. Vito Miccolis

1 febbraio 2011

•ASSEMBLEA 1 FEBBRAIO

MARTEDÌ 1 FEBBRAIO
ore 19.00
presso la sede in Corso Italia 36
è convocato una pubblica assemblea
Tutti gli iscritti e i simpatizzanti sono invitati a partecipare.

IL SEGRETARIO
Vito Miccolis