.

OTTAVA FESTA DE L'UNITÀ: "SÌ RIPARTE, INSIEME."

.

IL 5 GIUGNO 2016 VOTA PARTITO DEMOCRATICO. VOTA IDA CARDILLO SINDACA.

ECCOCI.

C'E' UNA POLITICA CON LA SCHIENA DRITTA CARICA DI ENTUSIASMO E VOGLIA DI FARE , PARTECIPA E SEGUI ANCHE TU IL PARTITO DEMOCRATICO DI MASSAFRA

30 giugno 2012

• Passa il Bilancio di Previsione e aumentano le Tasse

In via preliminare il consigliere Michele Mazzarano ha riferito dell’approvazione di un Odg che consentirà il reperimento di risorse per la ristrutturazione della scuola elementare "Edmondo De Amicis".L'Ordine del Giorno vincola l'utilizzo del fondo, di circa 2.200.000.00 euro, per gli interventi .
Il consigliere comunale, nonché regionale, ha chiesto di preparare i relativi atti necessari per usufruire dei finanziamenti della Regione.

Il consigliere incaricato al Bilancio e Finanze Antonio De Giorgio ha relazionato sul Rendiconto della Gestione Finanziaria dell’Anno 2011, soffermandosi sull’avanzo di amministrazione ammontante a €. 4.768.619,72, di cui 202.910,32 vincolati. Cofano, in un articolato intervento, ha parlato dell’avanzo, dei residui attivi, della quantificazione del “ristoro ambientale”, dell’approvazione del P.E.G. Interventi chiarificatori sono giunti da parte del dirigente la Ripartizione Servizi Economici e Finanziari Roberto Carucci e del sindaco. Tamburrano ha parlato in particolar modo di tutto l’iter del “ristoro ambientale”. Con 16 voti favorevoli, 6 contrari e 1 astenuto il Consiglio ha approvato il Rendiconto della Gestione Finanziaria dell’Anno 2011.

Il consigliere De Giorgio ha anche relazionato sui punti propedeutici al Bilancio di Previsione 2012 e sul Bilancio Pluriennale 2012-2014 con relazione previsionale programmatica 2012-2014. Le tariffe sui servizi a domanda individuale sono variate :
  • Il prezzo di cessione delle Aree P.I.P. e P.E.E.P. subisce una rivalutazione ISTAT.
  • Confermato l’aggiornamento del valore delle aree fabbricabili “Zone omogenee P.d.F”.
  • L’aliquota IMU: abitazione principale e pertinenze - 5,5 per mille; altri fabbricati - 10,5 per mille. Detrazioni IMU per abitazioni principali come previste per legge.
  • La T.A.R.S.U. per le sole utenze domestiche sarà quella del 2010 con un aumento del 5%.
Il bilancio complessivo 2012 è di €. 43.699.408,01. La spesa corrente ammonta a €. 18.720.500,34, mentre quella di investimento a € 16.059.246,00. Le entrate tributarie previste ammontano a €. 15.480.079,35, quelle extratributarie €. 2.299.448,16, i contributi da Stato e Regione ammontano a €. 1.814.847,50.
Su TARSU e IMU si è soffermato il consigliere Cofano ed ha invitato l’Amministrazione a non gravare sulle “tasche dei cittadini”. Miccolis ha affermato che è giunto il momento di cambiare le categorie che determinano i “costi” di una tassa considerata ancora alta. Baccaro ha sottolineato una proposta di riduzione delle aliquote IMU, definendole una sorta di “patrimoniale comunale”.
De Giorgio ha affermato che le risorse assegnate al Comune subiscono, nell’anno 2012, una notevole riduzione. Le priorità che l’Amministrazione continuerà a privilegiare sono: il mantenimento dei servizi, con particolare riguardo a quelli relativi all’istruzione e al sociale; la salvaguardia occupazionale nel settore sociale; il mantenimento di un livello dignitoso di investimenti attraverso la destinazione degli oneri di urbanizzazione degli investimenti. Il Bilancio 2012 – ha affermato De Giorgio – chiude in pareggio ed in equilibrio complessivo. L’invito – ha chiuso sempre De Giorgio – è quello di razionalizzare le spese correnti e di evitare spreco di danaro pubblico.

Il consigliere Cofano ha espresso il suo voto negativo sul Bilancio in quanto “aumenta solo la pressione fiscale e non assicura servizi efficienti”. Miccolis a nome del gruppo del Partito Democastico ha dichiarato voto contrario in quanto lo strumento contabile “prevede una forte tassazione sui cittadini, una mancanza di miglioramento dei servizi e nessun sacrificio della classe politica”. Con 17 voti favorevoli e 6 contrari, il consiglio ha approvato il Bilancio di Previsione 2012, il Bilancio Pluriennale e la relazione previsionale programmatica 2012-2014.

Confermato anche il programma di incarichi di collaborazione esterna per l’anno 2012.

29 giugno 2012

• Consiglio Comunale 29 giugno 2012

Il Consiglio Comunale è stato convocato, in sessione ordinaria, per venerdì 29 giugno p.v. alle ore 10,00, presso la Sala Consiliare di Piazza Garibaldi, per discutere i seguenti argomenti:

- Approvazione del Rendiconto della Gestione Finanziaria Anno 2011;
- Rideterminazione prezzo di cessione Aree PEEP Anno 2012;
- Rideterminazione prezzo di cessione Aree PIP Anno 2012;
- Conferma Deliberazione G.C. n. 135 del 12 giugno 2012 “Determinazione ed aggiornamento valore aree fabbricabili Zone Omogenee P. di F. per l’anno 2012”;
- Conferma Delibera di G.C. n. 138 del 12 giugno 2012, avente ad oggetto: “Determinazione delle Tariffe della Tassa per lo Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani dall’1.01.2012”;
- Approvazione Aliquote e Detrazioni IMU per l’anno 2012;
- Approvazione Bilancio di Previsione 2012, Bilancio Pluriennale 2012/2014 e Relazione Previsionale Programmatica 2012/2014;
- Conferma Programma Incarichi di Collaborazione Esterna per l’Anno 2012;

27 giugno 2012

Finanziamento scuola De Amicis di Massafra - Nota del Consigliere Regionale Michele Mazzarano


E' stato approvato, nella seduta del Consiglio Regionale del 26 Giugno, un Odg proposto a firma mia e di altri colleghi della maggioranza che consentirà il reperimento di risorse per la ristrutturazione della scuola elementare "Edmondo De Amicis".
L'Ordine del Giorno vincola l'utilizzo del fondo, di circa 2.200.000.00 euro, per gli interventi regionali straordinari in materia di edilizia scolastica, a favore di quelle scuole, tra cui la "De Amicis" di Massafra, evacuate o dichiarate inagibili per gravi motivi di sicurezza.
Di fatto, con questo specifico orientamento, si evita che il suddetto fondo venga eccessivamente frammentato con tantissimi ma piccoli interventi, e si assegna corsia preferenziale alle scuole rese inagibili. Contrastando di fatto quella logica secondo cui si accontentano tante scuole ma non si risolvono le vere situazioni di emergenza.
La "De Amicis" di Massafra, dopo il drammatico crollo del tetto di qualche mese fa, che solo fortuitamente, non ha prodotto morti e feriti, perché avvenuto negli istanti immediatamente successivi alla chiusura dell'attività didattica, ora potrà beneficiare del finanziamento per la piu' rapida ristrutturazione e il ritorno dei bambini nella loro scuola.
Chiedo al Comune di Massafra un incontro urgente per discutere di tutti gli adempimenti necessari per poter accedere al suddetto finanziamento.
Noi abbiamo il dovere etico, prima che politico, di rendere le scuole un luogo sicuro, protetto, funzionale all'offerta didattica. La scuola e' un patrimonio inestimabile di una comunità. Il luogo piu' importante della creazione di futuro.

Il Consigliere regionale Michele Mazzarano

•Sul regolamento è rottura

MASSAFRA - Ancora un rinvio. Il voto sul regolamento che disciplini l’apertura in città di sale giochi e scommesse slitta ancora. Ieri mattina il consiglio comunale in aggiornamento a quello del 18 giugno ha fatto scoppiare la bagarre. Al momento del voto solo quattro consiglieri di maggioranza erano presenti, mentre tra i banchi di opposizione ha fatto scalpore l’assenza del consigliere ex-Pd Luigi Convertino. Ma andiamo per ordine. In discussione due ordini del giorno. Uno proposto dal consigliere Giuseppe Cofano della Costituente di Centro sulla scorta dell’ordine del giorno dell’Anci per invitare la giunta regionale a scoraggiare il gioco delle scommesse attraverso la realizzazione e diffusione di un “decalogo del giocatore responsabile”; l’altro suggerito dal capogruppo del Pd, Vito Miccolis per regolamentare l’attività delle sale giochi in città.

Due iniziative nate sui dati forniti dall’Asl circa i numerosi casi di patologie strettamente collegate con la malattia del gioco. L’ordine del giorno di Cofano è passato con il voto unanime, mentre per il regolamento dalla maggioranza qualcuno ha chiesto il rinvio del punto. In una riunione dei capigruppo, però, Miccolis ha fatto rilevare che il rinvio non era necessario dal momento che il regolamento aveva già ottenuto tutti i pareri favorevoli delle Commissioni e del dirigente. Al rientro in aula è mancato il numero legale e l’assemblea è stata aggiornata. “Abbiamo assistito ad una brutta pagina politica - commenta chiaramente deluso Vito Miccolis - perchè l’argomento andava oltre i colori politici. Invece credo che i poteri forti abbiano avuto un certo peso sulla questione. La maggioranza ha fatto voluamente mancare il numero legale”. Ma anche tra i banchi di opposizione al momento del voto si è notata l’assenza di qualche consigliere. “Non riesco a capire il comportamento di Luigi Convertino che eletto nella lista del Pd - insiste Miccolis - si è assentato. Solo per questo dovrebbe dimettersi”. Un consiglio comunale inaspettatamente polemico anche per come era cominciato. In apertura di seduta, infatti, tutti i presenti si sono trovati d’accordo sull’opportunità di inoltrare alla Regione una missiva in cui si sollecita di tornare sui propri passi e di stanziare in favore del territorio ionico gli 8milioni di euro inizialmente annunciati per l’Asl tarantina. Su questo argomento il voto è stato unanime. Poi il dibattito è degenerato fino alle accuse. E la questione sembra destinata a non chiudersi qui.

Tarantosera

23 giugno 2012

• Mazzarano sugli 8 milioni di contributo all'ASL di Taranto

E' comprensibile lo spirito con cui il Presidente Palese (PDL) ha giustificato i suoi dubbi in merito alla destinazione, di un contributo straordinario di 8 milioni di Euro per l'Asl Ta, prevista nel DDL di variazione di bilancio.
Dubbi da cui è scaturito il voto di astensione del Pdl in 1^ Commissione.
Palese esprime una posizione legittima, ancor più perchè egli è deputato a svolgere il ruolo di opposizione.
Quello che non è convincente, invece, è l'atteggiamento di alcune forze politiche della maggioranza che hanno dichiarato voto di astensione, contravvenendo alla elementare regola di sostenere le misure della Giunta Regionale. Regola a cui ci si è sempre attenuti.
E' accaduto nella scorsa sessione di bilancio in cui abbiamo sostenuto lo sforzo straordinario di destinare 1 milione di Euro di quota straordinaria, aggiuntiva alla già corposa destinazione prevista da SEAP, all'aeroporto Gino Lisa di Foggia, oppure come accade in ogni sessione di bilancio con la Fondazione Petruzzelli a cui abbiamo destinato una somma, negli ultimi due anni, pari a 7.5 milioni di Euro.

Ho la sensazione che dietro la richiesta di necessari approfondimenti si nascondano logiche di campanile, egoismi provincialistici, assenza di solidarietà, a discapito della vituperata provincia di Taranto. Presupposti, questi, che minerebbero alla base il principio di coesione di una maggioranza.
E' il caso di ricordare che, non più di due mesi fa, il Presidente Vendola, interpretando la volontà di tutto il Consiglio Regionale e dell'intera Deputazione pugliese, ha preteso e ottenuto il tavolo governativo ed interministeriale della Vertanza Taranto con il Premier Mario Monti per far fronte alla grave emergenza ambientale e sanitaria che affligge la terra jonica. Mi permetto di far notare che il suddetto intervento straordinario a favore della sanità jonica sarebbe coerente con quanto si qui fatto e, con esso, la Puglia dimostrerebbe al Governo nazionale di voler fare seriamente la propria parte e non limitarsi solo a chiedere.

Quanto alla richieste di approfondimento sulla reale destinazione degli 8 milioni ritengo che, acclarato l'obiettivo di combattere la piaga della mobilità passiva per la cura di patologie derivanti da danni ambientali, che non è la parte politica ma i tecnici e i manager a dover offrire risposte dettagliate.

Sarebbe perciò auspicabile e pertinente, a mio avviso, una convocazione immediata del Direttore Generale dell' Asl di Taranto che, in una apposita conferenza dei capigruppo, riferisca in merito al progetto di utilizzo di tali risorse.

Ribadisco infine la necessità di un lavoro corale della rappresentanza jonica in Consiglio Regionale; tutti coloro che hanno a cuore la nostra terra hanno il dovere etico prima che politico di difenderne la dignità, i bisogni e gli interessi.
Derogando anche a quel, per me sacrosanto, principio di appartenenza politica e partitica.


Il Consigliere Regionale
Michele Mazzarano

21 giugno 2012

• Parisi su accordo per porto di Taranto


Quello che è stato siglato ieri alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, è un accordo storico, capace di ridisegnare il futuro del porto di Taranto, della Puglia e dei traffici marittimi commerciali, nazionali e internazionali.
Finalmente, nei prossimi due anni, saranno realizzati gli interventi per la riqualificazione e l’ampliamento del porto di cui si parlava da molti anni: la nuova diga foranea di protezione del porto, la riqualificazione delle aree ricadenti nel sito di bonifica di Interesse Nazionale, la riconfigurazione della banchina del molo polisettoriale, l’ammodernamento della banchina e dei piazzali e il dragaggio dei fondali, per un totale di investimenti di quasi 190 milioni di euro.

Con questa intesa, inoltre, sono stati scongiurati i licenziamenti ad Evergreen.

Si tratta di un risultato che è stato possibile raggiungere grazie al livello e alla qualità della cooperazione tra le Istituzioni.

Ora si restituisce a Taranto una grande possibilità di rilancio, importante per l’Italia e l’Europa, in quanto il nostro porto è considerato strategico: lo scalo tarantino non solo sarà il più infrastrutturato d’Italia, ma con il dragaggio diventerà l’unico porto italiano a poter ospitare le navi container di ultima generazione.

Francesco Parisi
segretario provinciale PD Taranto

• Coordinamento del Circolo del Partito Democratico di Massafra

Giovedì 21 Giugno alle ore 19,00 in Corso Roma, 82 è convocato il Coordinamento del Circolo del Partito Democratico di Massafra per discutere su:

- Aggiornamenti politici-amministrativi
- Rapporto tra democrazia e partiti
- Costi della politica
- Varie ed eventuali


17 giugno 2012

• No raddoppio inceneritore - Tavola rotonda con i rappresentanti politici

Oggi si si terrà domenica 17 giugno in Piazza Vittorio Emanuele a partire dalle 20 una tavola rotonda promossa dal Comitato per la Corretta Gestione dei Rifiuti di Massafra, con la partecipazione degli esponenti politici dei diversi partiti i quali illustreranno le loro posizioni in merito al tema del raddoppio dell'inceneritore Appia Energy.
Se vuoi essere informato su quanto accade nella tua città non mancare!
La salute è un bene prezioso e va tutelato.
All'incontro è stato invitato anche il sindaco di Massafra dott. Martino Tamburrano.
Modera: Giovanni Matichecchia


Per il Partito Democratico sarà presente il consigliere regionale Michele Mazzarano

• Un benzinaio davanti alla chiesa .E' polemica

Hanno vinto.Stanno realizzando l’impianto di distribuzione carburante nei terreni antistanti il Santuario Madonna della Scala. Inutili sono stati gli appelli a fermare l’opera. In consiglio comunale avevamo chiesto di escludere quell’area dal nuovo piano carburanti, ma la maggioranza di centro destra ha bocciato l’emendamento. Anche l’appello rivolto al Vescovo Fragnelli è caduto nel vuoto. Quel terreno è una delle ultime zone incantevoli della nostra città, di grande interesse paesaggistico e storico, ora con la presenza del nuovo impianto rischia di essere fortemente compromesso. La zona interessata è un oliveto secolare che costeggia i due lati di via del Santuario, poco prima della seconda Cappella.
Tale spazio, storicamente, rientrava tra i beni del 'beneficio' della chiesa di Santa Maria della Scala, sui cui frutti quella chiesa pagava una decima di 7 tarì alla Santa Sede già nel 1324.
Dopo il Concilio di Trento, a seguito della riforma sull'amministrazione dei beni ecclesiastici, la proprietà fondiaria fu sottoposta a sistemi indiretti di sfruttamento.
Per questa ragione, nel 1583 tutti i benefici e i legati pii di Massafra (tra cui quello di S. Maria della Scala), con le rispettive chiese e cappelle, furono incorporati e annessi in un'unica massa patrimoniale amministrata dal Capitolo collegiale e non più dai singoli chierici.
Nel Catasto Onciario del 1749 i terreni, gli alberi di ulivo e persino le grotte di S. Maria della Scala risultano di proprietà del Capitolo e dal Capitolo concessi a censo enfiteutico (una specie di affitto) a vari massafresi.
Ora su quel terreno, donato secoli fa, a costo di incredibili sacrifici e privazioni, con lo spirito di incrementare il culto della Madonna della Scala, si sta costruendo una stazione di carburanti.
Tale progetto non porta alcun bene né al paesaggio né tantomeno alla devozione per la nostra
Protettrice. L’area era di proprietà dell’Ente per il sostentamento del clero. Ancora una volta invito il sindaco di Massafra dott. Martino Tamburrano ed il Vescovo mons. Pietro Maria Fragnelli ad intervenire per bloccare il progetto. Noi massafresi riteniamo quella zona un posto sacro che poco si sposa con un impianto di questo tipo.

IL CAPOGRUPPO DEL PD
VITO MICCOLIS

16 giugno 2012

• Consiglio Comunale 18 giugno 2012

Il Consiglio Comunale è stato convocato, in sessione straordinaria, per lunedì 18 giugno alle ore 10,30, presso la Sala Consiliare di Piazza Garibaldi, per discutere i seguenti argomenti:

- Interpellanze e interrogazioni;
- Costruzione di un capannone industriale da destinare ad officina meccanica in deroga al vigente P.D.F.;
- Approvazione progetto per la realizzazione di bagni e spogliatoi a servizio della tenso-struttura per l’attività sportiva di pallavolo presso la struttura comunale sita in Via Trento;
- Sdemanializzazione tratto di strada comunale – approvazione progetto impianto di distribuzione carburanti SS 106 Km. 479+311;
- Consorzio Carnevale Massafrese S.C.A.R.L. – risoluzione convenzione e recesso;
- Riconoscimento debiti fuori bilancio per Casa Rifugio e fornitura straordinaria rifugiati;
- Approvazione Ordine del Giorno presentato dal consigliere Giuseppe Cofano sulle problematiche relative a “giochi e lotterie”;
- Approvazione Ordine del Giorno presentato dal consigliere Vito Miccolis ad oggetto: “Regolamento Comunale per la disciplina delle attività di sala giochi ed installazione di apparecchi da gioco”;
- Approvazione criteri generali e procedura per l’installazione di chioschi su area pubblica;
- Modifica Statuto Comunale.

• Mazzarano: scongiurata mobilità lavoratori ex Sural

A ventiquattr'ore dalla scadenza della CIGS in deroga per circa 80 lavoratori ex Sural S.p.A., si è evitato il ricorso alla procedura di mobilità che avrebbe messo in estrema difficoltà esistenziale i suddetti lavoratori e le loro famiglie. L'Assessorato Regionale al Lavoro, sempre attento alle innumerevoli vertenze sociali che affliggono il nostro territorio, ha proposto e sottoscritto un intesa con le parti sociali tendente a salvaguardare gli ammortizzatori sociali, seppur in via straordinaria, per quei lavoratori di imprese messe in liquidazione ma interessate da un progetto di riconversione sostenuto da un concreto Piano industriale. Pertanto le decine di lavoratori interessati e le loro famiglie potranno ancora beneficiare degli ammortizzatori sociali e non essere completamente estromessi da qualsiasi forma di tutela e di garanzia di cittadinanza. Dopo questo importante risultato, conseguito grazie alla tenacia e all'impegno costante dell'Assessore Elena Gentile, bisogna lavorare alla reale possibilità di concretizzare l'interessamento, alla riconversione, dimostrato dalla Cereplast S.p.A., valutando attentamente il Piano industriale presentato dall' azienda di origine americana. Faccio pertanto, fin d'ora, appello all'Assessore allo Sviluppo Economico, Loredana Capone perchè venga presto preso in considerazione il Piano industriale di Cereplast S.p.A. e si lavori ad una prospettiva di investimento e di insediamento in terra jonica, favorendo, così come si propone, la creazione di un polo industriale legato alle politiche regionali di sostegno alla green economy. In questo modo si darebbero certezze di futuro lavorativo ai lavoratori ex Sural, e si creerebbero le condizioni per la realizzazione di nuovi posti di lavoro.

Michele Mazzarano

• Conferenza nazionale per il Lavoro - Intervento di Paolo Tristani

Ieri venerdì 15 giugno il Partito Democratico a tenuto a Napoli nella Citta della Scienza la seconda conferenza nazionale sul lavoro con tema "Lo sviluppo sostenibile per la piena e buona occupazione", dove hanno partecipato il segretario nazionale PD Pierluigi Bersani, Stefano Fassina, responsabile segreteria Economia e Lavoro, i segretari nazionali di CGIL, CISL, UIL, UGL, la Confindustria, e tutte le altre associazioni nazionali che si occupano di lavoro dipendente e autonomo. Anche Massafra ha partecipato con i suoi delegati. Lanfranco Rossi, responsabile segreteria provinciale Sviluppo Economico, due Giovani Democratici di Massafra, Michele Tristani e Angelo Notaristefano, e Paolo Tristani, il quale ha voluto contribuire alla discussione per portare la voce di Taranto e della Puglia in questo dibattito.

Ecco il discorso:


14 giugno 2012

• Pd: a Napoli conferenza nazionale lavoro con Bersani


'Sviluppo sostenibile per la piena e buona occupazione', questo il titolo della Seconda Conferenza nazionale per il lavoro del Partito Democratico che si aprira' il prossimo venerdi' 15 giugno a Napoli presso la Citta' della Scienza. I lavori prenderanno il via alle ore 9.30 con la relazione di Stefano Fassina, responsabile Economia e Lavoro del PD e verranno conclusi dall'intervento del segretario nazionale Pier Luigi Bersani, previsto per le ore 18. Ai lavori, parteciperanno tra gli altri, Luigi Angeletti (segretario generale Uil), Raffaele Bonanni (segretario generale Cisl), Susanna Camusso (segretario generale Cgil), Giovanni Centrella (segretario generale Ugl), Giampaolo Galli (direttore generale Confindustria), Marco Venturi (Rete Imprese Italia).

7 giugno 2012

• Il PD , un regolamento per fermare la febbre del gioco

Nel consiglio comunale del 18 giugno si discuterà del regolamento comunale per l’installazione delle sale e di apparecchi da gioco, lo ha stabilito la commissione dei capigruppo. L’argomento è stato da me sollecitato, ma ha subito trovato l’adesione del sindaco Tamburrano e di tutti gli altri esponenti politici sia di maggioranza che di opposizione. E’ stato concordato di portare nei prossimi giorni una bozza del regolamento nelle commissioni consiliari per svolgere tutti gli atti preparatori per la sua adozione. E’ stato anche approvato di portare alla discussione del consiglio l’ordine del giorno proposto dall’Anci e sollecitato dal consigliere Giuseppe Cofano per un intervento legislativo sull’intera materia. Nei giorni scorsi ho appreso che attualmente nell’Asl tarantina sono ben cinquantasette i giocatori sottoposti a trattamenti terapeutici, questo a riprova dei risvolti negativi della febbre da gioco sul nostro territorio. I tarantini che si rivolgono alle strutture sanitarie sono soprattutto operai, impiegati e pensionati, ma non mancano gli studenti ed i disoccupati. Le tipologie del gioco maggiormente diffuse tra i cinquantasette giocatori sono soprattutto i Gratta e Vinci, le slot machines ed i videopoker. Le statistiche nazionali lanciano un allarme impressionante. Dopo Eni e Fiat quella del gioco d’azzardo è la terza industria italiana con centoventimila addetti. Nel 2011 sono stati spesi 76,5 miliardi di euro. Mediamente ogni cittadino sperpera più di mille euro all’anno tentando la fortuna. A ciò c’è da aggiungere anche il gioco illegale che, secondo alcune stime dell’associazione Libera, fatturerebbe altri 10 miliardi di euro in un anno. Sono circa 15 milioni, il 38,3 % della popolazione tra i 15 e 64 anni, gli italiani, che almeno una volta hanno giocato d’azzardo, fra questi a risultare maggiormente coinvolta sarebbe la popolazione maschile, attestandosi al 50% a fronte del 29,2% delle donne. Sono i giovani di età compresa tra i 25 ed i 34 anni (55,1% dei maschi ed il 34,5% delle femmine) che hanno dichiarato di avere giocato almeno una volta. Tra gli studenti giocatori, il 69% ha speso nell’ultimo mese fino a 10 euro, il 24% tra gli 11 e 50 euro ed il 7% dai 51 euro in su. Il gioco in generale è un comportamento percepito come rischioso dal 71,5% della popolazione fra i 15 ed i 64 anni, ,in particolare dal 75,8 % delle donne e dal 66% degli uomini, ed è disapprovato dal 60,5% degli italiani: il 65,9% delle donne ed il 53,5% degli uomini. Ma nonostante tale atteggiamento in Italia vi sono circa due milioni di persone con problemi di gioco, tra cui circa mezzo milione sono giovani, che da un momento all’altro potrebbero ritrovarsi a non saper più fare a meno della scommessa quotidiana. Ora in città la politica ha iniziato a mettere in agenda la discussione di questo allarmante problema. Il primo appuntamento è l’approvazione di un regolamento. Successivamente tutti insieme dobbiamo diffondere una nuova cultura sul gioco responsabile. I tabacchini, i bar ed i locali di ogni genere non possono essere trasformati in piccoli casinò che distruggono le nostre famiglie. La Stato invece di combattere i rischi e le patologie dovute dal gioco d’azzardo lo alimenta. Noi massafresi, se iniziamo un percorso unitario, questa partita la possiamo vincere. Il 18 giugno in consiglio vinceremo la prima tappa.

IL CAPOGRUPPO DEL PD

VITO MICCOLIS


6 giugno 2012

• “SVILUPPO SOSTENIBILE PER LA BUONA E PIENA OCCUPAZIONE”

Seconda Conferenza Regionale del Lavoro sul Tema:
“SVILUPPO SOSTENIBILE PER LA BUONA E PIENA OCCUPAZIONE”
Taranto Lunedì 11 Giugno 2012
Ore 16.00
Sala Conferenze :
Centro Sportivo Magna Grecia - Via Alto Adige, angolo Via Zara.

Coordina:
Valerio Papa (Resp. lavoro PD Taranto)
Saluti: Ippazio Stefàno (Sindaco di Taranto)
Introducono:
Lanfranco Rossi (Resp. Sviluppo Economico Taranto)
Pasquale Chieco (Resp.Economia e Lavoro PD Puglia)
Francesco Parisi (Segretario Provinciale PD Taranto)
Parteciperanno, i Parlamentari, i Consiglieri Regionali, gli Amministratori locali del Partito Democratico.
Interverranno I Rappresentanti di: Assindustria, CGIL, CISL, UIL , Rete imprese Italia, Camera di Commercio Taranto, Legacoop Puglia, Coldiretti e Cia, Lavoratrici e Lavoratori Tarantini e Pugliesi.
Conclusioni:
Sergio Blasi (Segretario Regionale PD Puglia)
Andrea Lulli (Commissione Parlamentare dell’attività Produttive)

1 giugno 2012