.

OTTAVA FESTA DE L'UNITÀ: "SÌ RIPARTE, INSIEME."

.

IL 5 GIUGNO 2016 VOTA PARTITO DEMOCRATICO. VOTA IDA CARDILLO SINDACA.

ECCOCI.

C'E' UNA POLITICA CON LA SCHIENA DRITTA CARICA DI ENTUSIASMO E VOGLIA DI FARE , PARTECIPA E SEGUI ANCHE TU IL PARTITO DEMOCRATICO DI MASSAFRA

31 maggio 2009

AttivaMente

Open publication - Free publishing - More massafra

LEGGI ANCHE TU ON-LINE "ATTIVAMENTE" A CURA DEI GIOVANI DEMOCRATICI DI MASSAFRA

Se hai t ra i 14 e 29 anni e sei interessato a partecipare alle attività dei Giovani Democratici
CONTATTACI !!!
email : pdmassafra@gmail .com
http : //pdmassafra.blogspot.com

VOTI BERLUSCONI ELEGGI MASTELLA!!!




Mastella candidato con Berlusconi. Sta passando sotto silenzio l'ultima truffa elettorale del governo. Colui che ieri faceva crollare il Governo Prodi, "preferendo l'amore per la sua famiglia a quello per la politica" (parole sue) oggi è ricandidato nelle liste del presidente Berlusconi. Non si dica certo che questo è il giusto tributo pagato da Berlusconi a Mastella per avergli concesso le elezioni anticipate e una larga vittoria. Non lo si dica quindi. Si dica pure che Mastella è di nuovo "pieno di entusiasmo e di nuovo sereno" (sempre parole sue) per tornare a far politica. Rientra Mastella. Rientra dalla porta secondaria come un ladro (ops!), scegliendo l'europa lontano dai clamori della politica italiana. Sceglie l'europa perchè c'ha il seggio sicuro. Si dica pure agli italiani che mettendo una croce sul simbolo del PDL e scrivendo Berlusconi accanto a quel simbolo in realtà voteranno per Mastella. Colui che ieri da tutto il consesso politico italiano era dipinto come il maggior inciuciatore e raccomandatore di "nessunisti" oggi è proiettato verso il parlamento europeo. E' meglio che lo scrivo a caratteri cubitali, giusto per esprimere chiaramente il concetto:
OH TU, POVERO OMETTO/DONNETTA ITALICO/A CHE TI ACCINGI A ESPRIMERE PREFERENZA PER SILVIO BERLUSCONI ALLE ELEZIONI EUROPEE, SAPPI CHE VISTO CHE COLUI CHE TU STAI PER VOTARE E' INELEGGIBILE (e pur sapendolo s'è candidato uguale) DI CONSEGUENZA IL CARO MASTELLA AVRA' CONSERVATO LA POLTRONA A BRUXELLES.

VOTI BERLUSCONI ELEGGI MASTELLA!!! CHIARO???

30 maggio 2009

ANNA FINOCCHIARO A MASSAFRA

A causa della pioggia non si è potuto tenere in villa , il comizio organizzato dal Partito Democratico di Massafra , che aveva come ospiti , Donato Pentassuglia Segretario Provinciale del Partito Democratico ,Vito Miccolis Candidato del Pd al Consiglio Provinciale ,Gianni Florido Candidato Presidente alla Provincia di Taranto , On. Enzo Lavarra Europarlamentare Partito Democratico e Sen. Anna Finocchiaro Capogruppo al Senato per il Partito Democratico, ma si è tenuto nella sede del circolo Democratico , gremita fino all'inverosimile.
PUBBLICHEREMO A BREVE L'INTERO COMIZIO .
Per ora gustatevi l'inizio della serata.





Ricordiamo a tutti i gentili lettori , che da oggi è attivo un pulsante sotto ogni articolo che vi permette di pubblicare su Facebook i vostri articoli preferiti.

29 maggio 2009

A Taranto 11 mila lavoratori in Cassa integrazione


TARANTO - Oltre all'Ilva, che ha gia' collocato in Cassa integrazione ordinaria 6.658 lavoratori su circa 12.000 dipendenti, sono 80 le aziende metalmeccaniche di Taranto che a causa della crisi stanno facendo ricorso agli ammortizzatori sociali. Di queste, 45 operano od operavano nell’appalto Ilva, 15 operano od operavano nell’indotto dell’azienda siderurgica e 25 operano od operavano in altri settori, come produzioni di gru, riparazioni navali, riparazioni di autoveicoli, costruzioni di moduli off-shore, produzioni di centraline, di lampade Led e piccole fonderie.

il Governo
non fa niente , dice che la CRISI è solo psicologica.
Mandiamoli a casa!

• I GIOVANI DEMOCRATICI SULLA NOMINA DEGLI SCRUTATORI

«Un’occasione persa di buona politica»

«Nei giorni scorsi presso la sala consigliare in Piazza Garibaldi è stata effettuata la selezione degli scrutatori per le prossime elezioni provinciali ed europee. Noi Giovani Democratici di Massafra in un precedente comunicato stampa avevamo sollecitato il Sindaco Tamburrano e il Consiglio Comunale ad effettuare il sorteggio per la scelta degli scrutatori, selezionandoli tra uomini, donne o giovani che hanno perso il posto di lavoro a causa di questa crisi. Invece è stato fatto tutt’altro, anzi anche peggio di quanto ci aspettavamo, infatti non solo non è stato effettuato il sorteggio – si legge nella nota stampa odierna – ma molti di questi scrutatori sono gli stessi dell’anno scorso per un buon 44%, cioè 48 su 110. Un confronto diretto è possibile se andate sul sito del Comune di Massafra».
«È necessario comunque precisare che il meccanismo utilizzato, cioè la nomina diretta degli scrutatori da parte della commissione elettorale, è una procedura legittimata dalla legge – prosegue la nota stampa – . Infatti con la legge elettorale in vigore, chiamata dal suo stesso ideatore “Porcellum” non solo non è più possibile eleggere i candidati al Parlamento in modo diretto, dando ai partiti la possibilità di decidere la priorità tra i candidati, ma è stato anche consentito di effettuare la nomina degli scrutatori da parte dei Sindaci e dei Consigli Comunali, permettendo di creare una rete clientelare per favorire amici e parenti».
«Ovviamente – sottolineano i Giovani Democratici – per noi tutto questo non va bene e deve essere cambiato, per questo pensiamo che l’attuale legge elettorale debba essere abrogata e il Parlamento debba lavorare per una soluzione più democratica e giusta che riavvicini i cittadini alla politica e alle istituzioni».
«Ora, però – incalzano – si poteva già fare qualcosa di moralmente giusto e ci chiediamo il perché questo non sia stato fatto. Il sindaco Tamburrano e il Consiglio Comunale dovevano scegliere il metodo del sorteggio privilegiando i giovani disoccupati e i cassintegrati, perché quei 150 euro sarebbero stati di sollievo a quelle famiglie che a causa di questa crisi stanno annaspando tra mille difficoltà. Invece è stata persa una ulteriore occasione per fare della buona politica aiutando i più deboli ed eliminando, così, le disuguaglianze sociali».

27 maggio 2009

ANNA FINOCCHIARO A MASSAFRA


Pubblico Comizio Giovedì 28 Maggio 2009.

Giovedì 28 Maggio 2009 alle ore 20,30 in Piazza Vittorio Emanuele a Massafra si terrà un pubblico comizio a cui parteciperanno:

* Donato Pentassuglia Segretario Provinciale del Partito Democratico.
* Vito Miccolis Candidato del Pd al Consiglio Provinciale.
* Gianni Florido Candidato Presidente alla Provincia di Taranto.
* On. Enzo Lavarra Europarlamentare Partito Democratico.
* Sen. Anna Finocchiaro Capogruppo al Senato per il Partito Democratico.

Viabilità cittadina , bisogna intervenire !


«Le gravi condizioni strutturali di molte strade e di tanti marciapiedi della nostra città, stanno determinando pesanti ripercussioni sulla pubblica e privata incolumità dei massafresi».
La denuncia giunge dal dirigente del locale Pd Patrizia Notaristefano che rimarca la necessità di un rapido intervento dell’amministrazione comunale.
«E’ inconcepibile che - ha sottolineato - malgrado le tante proteste dei cittadini, l’amministrazione comunale non avverte la necessità di intervenire con urgenza .
Da qualche tempo, nella nostra città, vi è una endemica carenza di attività manutentiva, con una pedonabilità dei nostri marciapiedi a dir poco scandalosa, con mattoni divelti e insidiosamente pericolosi. Io stessa, come tanti altri cittadini mentre camminavo sul marciapiede di una delle principali strade urbane, ho subito una grave frattura al piede sinistro a causa della instabilità strutturale sopra descritte. Per rendersi conto di come stanno le cose, basta percorrere a piedi o in macchina alcuni tratti stradali interni alla nostra cintura urbana, ci si accorge immediatamente che, buche e cordoli instabili sono una insidia dietro l’angolo. Inoltre, buona parte della segnaletica stradale a terra, sono cancellate, con i pedoni costretti a subire le vessazioni di alcuni automobilisti indisciplinati e distratti».
Notaristefano critica aspramente anche lo stato in cui versano gli scivoli per disabili, in alcuni punti addirittura “spariti”.
«In altri punti - sottolinea - sono occupati dai pannelli pubblicitari. Per queste criticità strutturali, è sconcertante che i cittadini debbano subire gravi danni fisici per colpa dell’amministrazione comunale e di un assessorato ai lavori pubblici incapace di assicurare una
decente manutenzione dei marciapiedi e delle strade urbane.
Gli amministratori locali e lo stesso sindaco farebbero bene a essere meno distratti rispetto ai loro doveri!
.
Molti cittadini che hanno subito danni seri alla loro salute, non vogliono essere risarciti con onerose transazioni economiche a spese della collettività, specie se queste transazioni sono decise con il metodo della “ discrezionalità” . Credo che sia inderogabile intervenire con la massima urgenza, al fine di eliminare o ridurre quelle vere e proprie trappole disseminate nel nostro centro urbano».

17 i miliardi in meno stanziati nel 2009 per il Mezzogiorno


Sono 17 i miliardi in meno stanziati nel 2009 per il Mezzogiorno dal Governo nordista di Berlusconi

Il governo ha colpito il Mezzogiorno con sistematici tagli agli investimenti infrastrutturali e con la cancellazione del credito d’imposta automatico per le imprese.

Ed è realtà il fatto che il Fondo per le aree sottoutilizzate (FAS) è stato usato come un “bancomat”, dal quale sono stati prelevati 17 miliardi di euro per fare altro, ad esempio per finanziare il taglio dell’Ici per i più ricchi o il Dissesto del comune di Catania , operato da amministratori del centro-destra.La crisi la paga il Sud Italia .
Il Governo sta ingannando il Sud. Fallo sapere

Problema Pozzi

Oggi 27 Maggio alle ore 19,00 , presso la sede del circolo del Partito Democratico di Massafra , tutti gli agricoltori sono invitati a partecipare ad un dibattito sul tema :

PROBLEMA POZZI

INTERVERRÀ'

il Segretario Provinciale del PD

DONATO PENTASSUGLIA

25 maggio 2009

«E il Paese può crescere se fa leva sul Mezzogiorno»


L’economista Gianfranco Viesti a Massafra per parlare del suo libro “Mezzogiorno a tradimento. Il Nord, il Sud e la politica che non c’è”. L’occasione l’ha fornita l’incontro organizzato dai Giovani Democratici di Massafra, al quale, oltre al docente di Economia presso l’Università di Bari, nonché autore del volume, hanno preso parte il coordinatore del Pd Vito Miccolis, Lanfranco Rossi (componente del circolo del Pd), Angelo Petrosillo, segretario regionale dei Giovani Democratici, Giuseppe Fontana, segretario provinciale dei Gd, e Paolo Tristani, coordinatore cittadino dei Gd. L’iniziativa è nata dalla necessità di spiegare e trovare soluzioni alla forte migrazione di forza lavoro dal Sud al Nord, soprattutto di giovani, che si è ripresentata negli ultimi anni.
«Un motivo determinate – ha spiegato Viesti – è sicuramente l’idea nordista che si ha dell’Italia con un Sud che è di troppo ad un Nord trascinatore. Invece il Nord oramai non può più crescere molto ed il Sud è l’unica alternativa su cui investire per far crescere il nostro Paese. Infatti – ha aggiunto – ciò può solo avvenire sia se si mette a frutto la localizzazione del Mezzogiorno nel Mediterraneo, sfruttando la più forte vicinanza ai mercati asiatici e nord africani, sia se si valorizza il patrimonio ambientale e naturale del Sud, per lo sviluppo del turismo e di tutti i servizi annessi. Per poter realizzare tutto ciò servono investimenti, per questo diventa fondamentale l’Europa con i suoi fondi per la coesione sociale, primi tra tutti i Fas. Questi fondi non devono essere però sostitutivi, di quelli che non arrivano dal Governo italiano, ma integrativi per facilitare un più rapido sviluppo del Mezzogiorno».
«Quindi – ha concluso Viesti – è necessario investire sia sulla formazione, senza tagliare i fondi della scuola e dell’Università, sia sul territorio e sulle infrastrutture favorendo i collegamenti, costruendo strade e ferrovie, potenziando porti e aeroporti anche qui nel Meridione, perché solo creando nuovi posti di lavoro si potrà sfruttare il grande potenziale di crescita della nostra terra».

Antonello Piccolo, La Gazzetta del Mezzogiorno

Ecco i video , dell intervento di
Vito Miccolis



a breve saranno disponibile i video degli altri relatori della serata

24 maggio 2009

TURISMO ECO-RELIGIOSO, ALTRO CHE INDUSTRIA PESANTE


Secondo i pareri dei comuni cittadini, Taranto è una città che “dorme sugli allori” perché negli ultimi decenni ha “tirato a campare” con le solite industrie nocive, messe su per mere esigenze occupazionali, trascurando l’aspetto ambientale e della salute pubblica. Dei disparati e disperati casi oncologici disseminati in tutto il territorio si è abbondantemente parlato sulle pagine dei giornali e in tivù e, nonostante le diverse proposte di intervento nel risanamento dell’ecosistema tarantino con piani pubblici sanitari, il dissidio tra occupazione e salute persiste: come garantire, quindi, il lavoro nel rispetto delle norme vigenti in materia di tutela ambientale e cittadina? A fronte di tale problema, sono stati presentati diversi programmi in numerose conferenze, l’ultima delle quali si è tenuta nella serata di mercoledì 13 maggio presso il ristorante “La Nuova Gravina” a Massafra e in cui principale relatore è stato Vito Miccolis, candidato del PD alle Provinciali, sulla presentazione di un progetto legato al “ turismo eco-religioso del nostro territorio”. Significative le sue parole: «A Massafra abbiamo le risorse per creare occupazione… manca solo la volontà… Qui qualcuno sta solo pensando a creare le discariche nonostante il nostro territorio sia uno dei più inquinati d’Europa: ogni famiglia ha avuto almeno un lutto dovuto all’inquinamento! ». In quest’ultimo dibattito interessante è stata la presentazione alla stampa di ben due relazioni sulla tematica “TURISMO”: “Massafra Tappa Obbligata dell’Itinerario Petrino” e “Il Patrimonio Rupestre e Ipogeo in Provincia di Taranto”.
La prima delle due ha tratto l’attributo “petrino” dalla nota leggenda locale secondo la quale
“..San Pietro, attraversando la Puglia per recarsi a Roma, si fermò a Massafra. Qui incontrò – nel Vallone Cotugno, oggi contrada Palata – sette contadini che tornavano dal lavoro dei campi. Chiese loro dell’acqua da bere… (E. Jacovelli)”. Tra leggenda e verità, proposte ambientali simili ci sembrano un valido strumento per porre fine alla secolare “Questione del Mezzogiorno”, che sin dai tempi dell’Unità d’Italia affligge il nostro territorio, specialmente dopo il “fallimento ILVA” in ordine di ambiente e salute. Concepire Massafra come un “vasto contenitore museale” per mezzo della creazione del “Parco delle Gravine” dimezzerebbe continui problemi burocratici: molta gente potrebbe lavorare sul posto senza più pensare a repentine partenze verso “Nord” e la rarità floristica e faunistica potrebbe risultare ottima materia di studio per eventuali e futuri laboratori di ricerca da creare “in sito”, come ha sottolineato Pinuccio Termite, nel dibattito. Non a torto, come ha reso noto lo stesso Miccolis nella relazione de “Il Patrimonio Rupestre”, «per trovare un bacino culturale come il comprensorio delle Gravine, occorre spostarsi in Turchia nei valloni di Goreme e di Urgup ove da oltre mezzo secolo lo Stato ha provveduto a una rigorosa salvaguardia e ad un’intelligente sistema di valorizzazione di quell’imponente “Museo all’aria aperta” che è la Cappadocia. Non pensiamo che i nostri insediamenti rupestri possano, in tempi brevi, convogliare sul nostro territorio un milione e mezzo di visitatori che annualmente raggiungono la Cappadocia, ma se non iniziamo a fare qualcosa non avremo mai possibilità di verifica». Per avere le idee più chiare sui benefici che tali proposte potrebbero “gentilmente” apportare, è doveroso citare il grandioso evento della “Notte dei Musei 2009”, tenutosi a Roma sabato 16 maggio, che ha offerto a molti “cultori dell’arte” la possibilità di visitare gratuitamente i musei della Capitale per meglio far conoscere e ammirare le meraviglie del Belpaese. Inutile dire che la manifestazione non poteva che rivelarsi un successone!! Noi di Extra eravamo anche lì, testimoni oculari di file interminabili di turisti ai “Musei Capitolini”, tra i più visitati in nottata. Affreschi, statue, bronzi sono stati i protagonisti incontrastati dell’occasione, lasciando sul viso dei più una manifesta espressione di soddisfazione.
Potrebbe essere così anche per Massafra e Provincia… basta solo volerlo

ANGELA DE FLORIO - EXTRA MAGAZINE

23 maggio 2009

Il Pd in TV


In questi giorni andrà in oda sulla rete TELESUD l'apertura della campagna elettorale del Partito Democratico di Massafra svoltasi Mercoledì 6 Maggio 2009 , presso il Cineteatro Spadaio .

Alla manifestazione sono intervenuti l’Avv. Vito Miccolis, candidato al Consiglio Provinciale del Pd per il Collegio Massafra centro, Carmine Montemurro candidato al Consiglio Provinciale del Pd per il Collegio Massafra-Palagiano, Michele Mazzarano Vicesegretario Regionale del Pd, Gianni Florido Candidato Presidente per la Provincia di Taranto ed Elena Gentile, Assessore Regionale alla Solidarietà e Candidata al Parlamento Europeo.

L'evento sarà trasmesso :
  • Sabato 23 Maggio alle ore 15,00
  • Domenica 24 Maggio alle ore 15,00
  • Lunedì 25 Maggio alle ore 22,00

21 maggio 2009

• I giovani per lo sviluppo del Mezzogiorno

Venerdì 22 maggio alle ore 18,30 in viale Magna Grecia nel piazzale antistante il Centro Anziani (nei pressi dello Stadio), i Giovani Democratici di Massafra terranno un’assemblea pubblica sul tema: “I giovani per lo sviluppo del Mezzogiorno” con il Prof. Gianfranco Viesti, docente di Economia presso l’Università degli Studi di Bari e autore del libro “Mezzogiorno a tradimento. Il Nord, il Sud e la politica che non c’è”.

Dopo la presentazione del libro, il dibattito proseguirà con un saluto del coordinatore cittadino del PD, nonché candidato alla Provincia, Vito Miccolis e con gli interventi di Lanfranco Rossi, del circolo del PD di Massafra, di Angelo Petrosillo, Segretario Regionale dei Giovani Democratici, e di Giuseppe Fontana, Segretario Provinciale dei GD, coordinati da Paolo Tristani, coordinatore cittadino dei GD.

L’iniziativa nasce dalla necessità di spiegare e trovare soluzioni alla forte migrazione di forza lavoro dal Sud al Nord, soprattutto di giovani, che si è ripresentata negli ultimi anni.

Come spiega il prof. Gianfranco Viesti nel suo libro, un motivo determinate è sicuramente l’idea nordista che si ha dell’Italia con un Sud che è di troppo ad un Nord trascinatore. Invece il Nord oramai non può più crescere molto ed il Sud è l’unica alternativa su cui investire per far crescere il nostro Paese.

Infatti ciò può solo avvenire sia se si mette a frutto la localizzazione del Mezzogiorno nel Mediterraneo, sfruttando la più forte vicinanza ai mercati asiatici e nord africani, sia se si valorizza il patrimonio ambientale e naturale del Sud, per lo sviluppo del turismo e di tutti i servizi annessi.

Per poter realizzare tutto ciò servono investimenti, per questo diventa fondamentale l’Europa con i suoi fondi per la coesione sociale, primi tra tutti i FAS. Questi fondi non devono essere però sostitutivi, di quelli che non arrivano dal Governo italiano, ma integrativi, per facilitare un più rapido sviluppo del Mezzogiorno.

Quindi è necessario investire sia sulla formazione, senza tagliare i fondi della Scuola e dell’Università, sia sul territorio e sulle infrastrutture favorendo i collegamenti, costruendo strade e ferrovie, potenziando porti e aeroporti anche qui nel Meridione, perché solo creando nuovi posti di lavoro e quindi permettendo a moltissimi giovani meridionali di lavorare nel Sud si potrà sfruttare il grande potenziale di crescita della nostra terra.

20 maggio 2009

• SEMPRE PIù GIù LA PRODUZIONE INDUSTRIALE

Gli ordinativi dell'industria italiana a marzo hanno registrato un calo del 26% rispetto a marzo 2008 e del 2,7% rispetto a febbraio 2009, comunica l'Istat. Nel settore auto, informa sempre l'istituto di statistica, il fatturato dell'industria a marzo è diminuito del 27,9% rispetto a marzo 2008, mentre gli ordinativi sono calati del 19%.

La flessione degli ordinativi è stata determinata dalla domanda estera con una contrazione del 9,4% . Al contrario il fatturato estero a marzo sale dello 0,1% e quello domstico accusa un calo dell'1,3%. Nel complesso il primo trimestre dell'anno evidenzia rispetto al precedente un calo del 9,9% per gli ordinativi e per il fatturato.
A marzo, a livello settoriale, i mezzi di trasporto accusano un calo del fatturato del 36,4% sul marzo del 2008 mentre gli ordinativi mostrano una contrazione del 30%. Per il fatturato le flessioni più contenute per la farmaceutica (-6,3%), estrazione minerali (-2,2%), alimentari (-2,7%) .

E Berlusconi e Tremonti? Loro ripetono che il peggio è passato... Fallo sapere perchè il governo deve fare i conti con la realtà, come tutti noi!

CLICCA QUI PER LEGGERE I DATI DELL'ISTAT

18 maggio 2009

• In vetrina il nostro territorio

Turismo eco-religioso.
Ne hanno parlato nell’ultimo incontro organizzato dal Partito Democratico, rappresentato per l’occasione dal suo candidato alle prossime Provinciali, VITO MICOLIS, e che ha visto protagonista il professor Giuseppe Termite, di Legambiente.
Miccolis chiede agli candidati le intenzioni, “Ci dicano se hanno intenzione di fare altre discariche sul nostro territorio – dice –, rispondano su questo”, poi parla di quello che la Provincia Ionica potrebbe diventare attraverso una accurata politica di sensibilizzazione nei confronti del ricco patrimonio naturalistico, artistico e monumentale, oltre che religioso, di cui il ‘tarantino’ è in possesso.
“Abbiamo un patrimonio che vanta ben 60 gravine e 170 chiese rupestri, su di un territorio che va da Ginosa a Grottaglie. Ma resta un patrimonio sottovalutato”.
Sarà il tema principale dell’intera serata. Sarà l’obiettivo dichiarato del Pd: “Molto spesso la politica – continua Miccolis – vede nelle associazioni dei nemici, degli avversari”. Ecco i progetti: “Ci sono tantissime idee. Sul territorio massafrese – afferma – si potrebbe sviluppare un percorso petrino, ripercorrendo il tragitto di San Pietro tra le nostre terre, potremmo valorizzare al massimo i 4 santuari che la nostra città possiede (si riferisce a Madonna della Scala, Madonna delle Grazie, Gesù Bambino e Santi Medici), potremmo valorizzare le nostre gravine, le chiese rupestri, potremmo mettere in vetrina un territorio del tutto simile, e anche migliore, a quello che possiedono in Turchia, dove ogni anno portano oltre un milione e mezzo di turisti”.
Impossibile evitare l’argomento Parco delle Gravine: “Uno strumento importante per lo sviluppo del nostro territorio e dei nostri prodotti tipici. Bisognerebbe far capire che non si tratta di un provvedimento contro il territorio, fatto solo di vincoli.
Bisogna cambiare la mentalità dal basso. Il Parco delle Gravine qualcuno lo vede addirittura come un peso. Invece si tratta di una grande opportunità.
La nostra terra potrebbe divenire un patrimonio unico in Europa”.
Importante l’apporto del professor Termite, che spiega:
Dobbiamo indicare la strada per venir fuori da questa grave crisi economica. La strada può e deve essere quella della valorizzazione delle ricchezze ambientali che possiede il nostro territorio.
Il nostro territorio può creare cultura e occupazione. Le nostre gravine sono un museo
a l l ’ aria aperta d a vendere nell’importante mercato nazionale ed internazionale del turismo.
Solo a Massafra ci sono 25 gravine. Solo in una di queste, la Madonna della Scala, abbiamo 5 chiese rupestri, un monastero greco-ortodosso, un Santuario, un villaggio neolitico, sul quale
non è stato mai effettuato nessun lavoro”.
Sul Parco delle Gravine: “Bisogna procedere alla perimetrazione, alla creazione di un ente
di gestione e di una sede amministrativa, che possa poi intercettare capitali non solo nazionali,
ma europei, attraverso l’elaborazione di importanti progetti. Questo darebbe molto lavoro ai nostri giovani”. Quasi un sogno quello della Madonna della Scala: “Quel Santuario è
pronto per decollare. Potrebbe diventare un Santuario paragonabile,
turisticamente, a San Giovanni Rotondo, ma serve attrezzarlo e valorizzarlo”.

GRAZIANO FONSINO

17 maggio 2009

• Il PIL in caduta libera

Nei primi tre mesi dell'anno in corso il prodotto interno lordo (Pil) dell'Italia ha subito una variazione su base annua pari a -5,9%, il dato peggiore secondo le stime preliminari dal 1980, cioè da quanto l'Istat effettua le rilevazioni.
Dario Franceschini ha attaccato duramente Berlusconi: "Il governo sta con le mani in mano aspettando che la crisi passi da sola".
"Vorrei – ha continuato il leader del Pd - che dicesse il presidente del Consiglio a una persona che ha perso il posto di lavoro o a un imprenditore, commerciante, artigiano che non hanno credito che il loro è un problema psicologico. Non basta infondere fiducia e ottimismo. Servono misure concrete per aiutare chi ha perso il posto di lavoro, chi ha un reddito basso, soprattutto le piccole e medie imprese. Noi da mesi facciamo proposte di questo tipo in Parlamento che vengono sistematicamente bocciate; sono misure che servono per gli italiani. Il governo invece sta con le mani in mano aspettando che la crisi passi da sola. Se Tremonti, quel genio che tutto il mondo ci invidia, era l'unico ad avere previsto la crisi in tutta la sua durezza, perché allora ha fatto tutto l'opposto di quello che doveva essere fatto?”.
“Il governo - ha proseguito Franceschini - ha affrontato la crisi in tappe, l'ultima delle quali, oggi, è surreale: la tappa della crisi negata o minimizzata, la tappa della crisi superata ormai alle spalle e, infine, con un Pil, secondo l'Istat, a 5,9 punti in meno, la tappa della crisi fatto psicologico. La destra e il governo pensano che la crisi sia globale e che perciò si debba aspettare che passi da sola; ma cosi' facendo - ha concluso - ci si dimentica che se c'è chi ha le spalle forti e può aspettare c'è chi invece dev'essere aiutato

E Berlusconi e Tremonti? Loro ripetono che il peggio è passato... Fallo sapere perchè il governo deve fare i conti con la realtà, come tutti noi.

16 maggio 2009

• 60 anni di Costituzione: conoscere per amare


Giunge al termine il progetto di formazione civica “60 anni di Costituzione: conoscere per amare, amare per difendere ”, promosso dal Liceo Scientifico-Classico “De Ruggieri”, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e la Spi-Cgil di Massafra, in occasione del 60° anniversario della Costituzione Italiana.
Oggi alle ore 9, al cine-teatro“Spadaro ”, interverrannola segretaria generale Spi-Cgil di Taranto, Eva Santoro; il vice-sindaco e assessore comunale alla Cultura, Giandomenico Pilolli; il dirigente scolastico del “De Ruggieri”, Stefano Milda; il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Puglia, Lucrezia Stellacci.
Modererà Franco Indice, della Cgil di Massafra.

11 maggio 2009

• Scrutatori


Mercoledì 13 alle ore 14.00 , nella sala consiliare del comune di Massafra , verranno determinati gli scrutatori per le elezioni provinciale ed europee del 6 e 7 giugno 2009.

Vi invitiamo tutti a partecipare , sperando che per designare gli scrutatori si applichi il metodo del sorteggio e non i soliti favoritismi clientelari.


• Inquinamento vs Turismo


Mercoledì 13 Maggio alle ore 20:00 nello splendido scenario del Ristorante La Nuova Gravina, il Partito Democratico di Massafra organizza una conferenza stampa con il candidato al Consiglio Provinciale Vito Miccolis per illustrare un progetto sul turismo eco-religioso nel nostro territorio.

Un’ idea lanciata durante l’affollata apertura della campagna elettorale per le imminenti elezioni provinciali ed europee del 6 e 7 Giugno, che servirà a creare nuova occupazione ed sviluppo ecosostenibile del nostro territorio.

• Contro la politica dei talk show , il PD in difesa dei deboli e dello sviluppo

Siamo la vera alternativa alla politica immorale delle chiacchiere del centrodestra. Questo potrebbe essere il messaggio in soldoni dell'inaugurazione della campagna elettorale del Partito Democratico a Massafra tenutasi al cineteatro Spadaro .Molti gli esponenti del partito presenti alla serata condita da una affollatissima e appassionata platea , tra cui alcuni di spicco : Michele Mazzarano , vice segretario regionale , Elena Gentile , assessore regionale e candidata alle europee . Non potevano mancare i candidati per il rinnovo del consiglio provinciale , dal presidente uscente e ricandidato Gianni Florido a Vito Miccolis candidato consigliere nel collegio Massafra centro a Carmine Montemurro candidato consigliere nel collegio Palagiano - Massafra nord.

Proprio quest' ultimo ha rotto il ghiaccio proponendosi dal palco con un accorato intervento sui temi a lui più cari , primo tra tutti quello dell'attenzione alle fasce più deboli : "questo è il momento di guardare con occhi di riguardo ai più disagiati ,agli anziani , ai poveri , ai giovani che perdono il lavoro perché il vento della crisi ha colpito soprattutto loro .Non occorrono social card o altre iniziative bislacche , bisogna ricorrere agli ammortizzatori sostenendo le famiglie : non c'è miglio ammortizzatore sociale se non la famiglia "
Tema questo che verrà ripreso anche successivamente dal vicesegretario regionale e dall'assessore regionale , Elena Gentile , che però ha anche sottolineato l'importanza di questa tornata elettorale , soprattutto per il rinnovo di un ente come la provincia : " il ruolo di questo ente non è affatto secondario se pensiamo alle competenze che afferiscono alla formazione e alla solidarietà.Vorrei continuare a lavorare come rappresentante regionale , ottenendo ottimi risultati , così come abbiamo fatto col vicepresidente Fabbiano" .La Gentile ha ringraziato l'esponente dell'amministrazione provinciale uscente e ha ricordato la serietà dei candidati al parlamento europeo che capeggia , a differenza "delle veline, che interpretano un idea di politica rozza e volgare. Noi siamo diversi , rappresentiamo il lato migliore dell' Italia" . Un attacco neanche troppo velato alla controparte , che dall' altro lato della staccionata che ripropone alla provincia un vecchio cavallo di battaglia , come Rana , presidente dal '99 al 2004 . Un nome questo che viene rammentato da Vito Miccolis , che come candidato consigliere ha ammonito "sarà una campagna elettorale durissima in cui i nostri avversari ci attaccheranno in maniera becera : riceveremo attacchi e polemiche , nulla sul programma".Polemiche che probabilmente riguarderanno la vicenda del ponte e il liceo musicale chiuso per penuria di allievi (solo 7) .Ma Miccolis difende Florido e dice : " sulla questione del ponte di Cernera , Tamburrano ha insabbiato le pratiche e ormai non si sa quando si farà , mentre in contrada Simeone l'opera realizzata dalla provincia è quasi terminata. Poi sul tema scuola siamo inattaccabili , dopo l'avvio dei lavori del nuovo liceo scientifico " De Ruggeri".Già ,alla scuola tanto bistrattata e vittima sacrificale dei famosi tagli , diventa invece il punto di forza , dell'amministrazione provinciale , con Florido che lo rivendica a chiare lettere : " Abbiamo dato un segnale di discontinuità rispetto al passato. Un termine discontinuità che vale tanto nell'ambito morale , visto che abbiamo mantenuto i conti a posto e non c'è stata una sola inchiesta su di noi ; sia nell'ambito concreto , dopo aver speso 30 milioni per le scuole."
Ha chiuso la serata l'intervento approfondito del vice segretario regionale
Michele Mazzarano , che ha esaminato l'attuale situazione economico- politica , puntualizzando alcuni aspetti ormai sotto gli occhi di tutti :"Ormai la politica del talk show stà inquinando l'Italia , che deve ancora superare la crisi .E invece di badare alle soluzioni possibili per affrontarla , l'attenzione si riversa sulle vicende coniugali del presidente del consiglio. Liberiamoci di questo tipo di politica" .
Molte ancora le buone intenzioni e i programmi che vertono su una fruibilità migliore dell'ambiente , dell'istruzione , e del porto , con il cosiddetto progetto della retoportualità , per la nostra città , vero pallino di Florido . E per Massafra , ancora da Miccolis , sono arrivate proposte allettanti come la sede del Parco delle Gravine , è per una sua piena valorizzazione , un polo d'istruzione con tutte le sedi degli istituti tecnici e un a scuola artigiana per apprendisti cartapestai , per dare al carnevale un ottica occupazionale.
Agli elettori la scelta di abbracciare un programma elettorale di tale portata.

Angelo Nasuto

• Il Gramsci di Turi di Dubla e Giusto, stasera all’Im@n


Questa sera, alle ore 18, la Libreria Im@n ospiterà la presentazione del libro “Il Gramsci di Turi” di Ferdinando Dubla e Massimo Giusto (Chimenti Editore). Ai saluti del titolare della libreria, Salvatore Fuggiano, seguiranno gli interventi della docente di filosofia del Liceo Scientifico “De Ruggieri” di Massafra, Carla Gallo, e del preside del Liceo Classico “Tito Livio” di Martina Franca, Vincenzo Monaco. Modererà Raffaello Castellano, collaboratore del settimanale “La Voce di Massafra”. f.pic.

• - 18,2 %


- 18,2 %

Il calo della produzione industriale su base annua.


Produzione industriale ancora in calo a marzo. Secondo le stime diffuse oggi dall'Istat, l'indiceha registrato una riduzione del 4,6% su base mensile e del 18,2% su base annua.

L'andamento tendenziale corretto per i giorni lavorativi registra invece un ribasso del 23,8%, il piu' ampio dall'inizio della serie storica alla fine del 1990.

La media dei primi tre mesi dell'anno si chiude in negativo del 9,8% rispetto al trimestre precedente.

Rivisto in peggio anche il dato di febbraio: -4,6% congiunturale contro il -3,5% precedentemente comunicato.

Questo è il lavoro svolto da un anno di Governo Berlusconi.

• Area vasta


Martedì, 12 maggio, ore 17, presso la Sala della Circoscrizione Solito-Corvisea, via Venezia 50, incontro sul tema "Crisi e recessione: quale futuro per i giovani"

intervengono:

  • Giovanni Sorn (resp. politich giovanili PD Taranto),
  • Giuseppe Fontana (segr. prov. Giovani Democratici),
  • Franco De Ponzio (settore programmazione Area Vasta Prov. TA),
  • Orazio Giustolisi (Preside Facoltà Ingegneria di Taranto - Cabina di regia Area Vasta),
  • Gianni Florido (Presidente Prov. Taranto),
  • Michele Mazzarano (Vice-segr. Regionale PD).

10 maggio 2009

•Il Pd punta su Miccolis per battere il centrodestra


Il Partito Democratico a Massafra ha dato il via alla campagna elettorale per le elezioni europee e provinciali del 6 e 7 giugno prossimi. Luogo della convention il cineteatro Spadaro di piazza Dei Martiri, gremito sino al termine da un pubblico variegato, composto non solo da gente vicina o appartenente alle varie correnti della politica. Tra i presenti rappresentanti dell’associazionismo, dell’imprenditoria, del mondo cattolico, laico e del volontaiato.
Il primo a raggiungere il palco è Carmine Montemurro (insegnante di Palagiano, candidato al Consiglio provinciale nel collegio Massafra - Palagiano), seguito nell’ordine da Vito Miccolis (avvocato e segretario del Pd massafrese, in corsa per la carica di consigliere provinciale nel collegio Massafra centro), Elena Gentile (assessore regionale alla Solidarietà, candidata al Parlamento Europeo), Gianni Florido (candidato alla presidenza della Provincia di Taranto, nonché presidente in carica) e Michele Mazzarano (vice segretario regionale del Pd). Negli interventi basati su valori e programmi traspare un pizzico di emozione. A rompere il ghiaccio è Carmine Montemurro, il quale con semplicità e pacatezza dice di candidarsi «per alleviare il disagio dei più deboli». «Attraverso il nostro impegno - conclude - riusciremo a guardare negli occhi i nostri interlocutori, i quali potranno scorgere in noi le certezze che cercano». Sarà una campagna elettorale dura quella che comincia a muovere i primi passi. Lo si scorge dalle parole di Vito Miccolis, che raccomanda di diffidare dai vari attacchi che gli avversari sferreranno in questi giorni sull'operato della Giunta Florido. Poi propone un cartello, basato sulle idee di sviluppo, impresa, lavoro, istruzione, cultura e turismo. «Massafra deve tornare ad essere la porta dell’Oriente», dice Miccolis nel definire il Pd un partito di idee. «Non apparteniamo al mercato della politica. Noi - chiude - vogliamo essere coloro che portano avanti gli interessi della collettività». L’assessore Elena Gentile indica questa campagna elettorale come un momento decisivo per il partito e per le sorti del Paese. «Occorre ripartire - afferma - dalle certezze che in questi anni hanno dato tanto al territorio: da quella forte sinergia creatasi tra Regione e Provincia. Un forte legame che, allargando gli orizzonti con l’Europa, porterebbe maggiori benefici a questa terra». Il centrosinistra si ricandida a vincere, dando continuità agli ultimi cinque anni di lavoro. Gianni Florido è convinto nei mezzi che la sua coalizione presenta: «in questi anni siamo stati normali e coesi. Per Taranto tutto ciò è rivoluzionario. Nonostante le avversità incontrate, siamo rimasti compatti. Mai un problema, mai uno scandalo. Un’Amministrazione sana da ogni punto di vista».

Antonello Piccolo

9 maggio 2009

• «Votateci, fermeremo i Berlusconi»


A surriscaldare la temperatura elettorale in Finlandia è stato un manifesto del 'Keskusta' (Partito di centro), il partito del Premier Matti Vanhanen Il titolo non poteva essere più esplicito: «Berlusconi è contro la Finlandia». Il testo fa riferimento alla fantomatica chiesetta in legno del '700 ed alla altrettanto fantomatica visita ufficiale del Presidente del consiglio italiano durante la quale andò ad ammirarla dopo tre ore di viaggio . Ma Berlusconi non è mai stato in visita ufficiale nel Paese nordico.
Il testo del manifesto del Keskusta dice che bisogna impedire l'arrivo al Parlamento europeo di tipi che dicono sciocchezze e a raccontare frottole. Il Parlamento, invece, è un luogo in cui si prendono importanti decisioni che incidono sulla vita dei cittadini europei, sia quelli che vivono in villaggi con chiese di legno sia quelli della città dove c'è il Colosseo.

7 maggio 2009

• Casa democratica


Giovedì 7 maggio alle ore 16.30 si inaugura a Taranto, in via Berardi n.77 il bellissimo comitato elettorale degli onorevoli Lavarra e De Castro.
Alla conferenza stampa saranno presenti Gianni Florido( candidato alla Presidenza della Provincia di Taranto), Michele Mazzarano (vice segretario regionale del Partito Democratico), l'on. Ludovivo Vico, l'assessore regionale Michele Pelillo e i consiglieri regionali Paolo Costantino e Luciano Mineo.
farà gli onori di casa l'on. Enzo Lavarra (europarlamentare).
Nasce giovedì a Taranto la Casa Democratica, un luogo dove tutte le migliori energie del nostro territorio e della città di Taranto potranno trovare spazio per farsi conoscere e per uno spazio, un luogo dove i candidati tarantini del partito democratico potranno descrivere e illustrare quello che propongono per la loro città.
Ci saranno tutti gli uomini e le donne del pd che hanno deciso di misurarsi in questa campagna elettorale.
vi aspettiamo giovedì 7 maggio alle ore 16.30 in via Berardi n.77. non mancare.

5 maggio 2009

• Apertura Campagna elettorale a Massafra



• Campagna elettorale



Mercoledì 6 Maggio 2009 alle ore 19:00, presso il Cineteatro Spadaio, il Partito Democratico di Massafra apre la sua campagna elettorale.

Alla manifestazione interverranno l’Avv. Vito Miccolis, candidato al Consiglio Provinciale del Pd per il Collegio Massafra centro, Carmine Montemurro candidato al Consiglio Provinciale del Pd per il Collegio Massafra-Palagiano, Michele Mazzarano Vicesegretario Regionale del Pd, Gianni Florido Candidato Presidente per la Provincia di Taranto ed Elena Gentile, Assessore Regionale alla Solidarietà e Candidata al Parlamento Europeo.

Questo appuntamento sarà un’importante occasione per il Pd di Massafra di incontro con tutti i suoi elettori, i suoi simpatizzanti ed i suoi tanti iscritti, oltre che per discutere di quanto si è prodotto in questi cinque anni di governo di centro-sinistra alla Provincia di Taranto ed alla Regione Puglia.

Si discuterà del progetto per la costruzione del nuovo Liceo Scientifico di Massafra, dell’intenso lavoro svolto dalla Provincia nella lotta conto l’inquinamento, e di tutto quello che il candidato Presidente Florido potrà fare se rieletto.

L’assessore Regionale Gentile potrà presentare il nuovo piano per la costruzione di numerosi Asili Nido in tutto il territorio regionale, dell’intenso lavoro svolto dall’Assessorato alla Solidarietà, fino all’ultimo provvedimento in favore delle famiglie numerose, che prevederà iniziative di abbattimento dei costi e delle tariffe per la fornitura di beni e la fruizione di servizi, nonché di agevolazioni e riduzioni di particolari imposte e tasse locali per le famiglie numerose con quattro o più figli.

Si presenteranno numerose iniziative per lo sviluppo di politiche specifiche per il contrasto alla povertà, quali lo sviluppo della rete dei servizi sociali sul territorio, con specifico riferimento ai servizi per la prima infanzia e per la non autosufficienza, nella convinzione della loro prioritaria necessità di intervento e della loro essenzialità, specie nell’attuale congiuntura socio-economica.

Un’iniziativa non solo di tipo elettorale, ma un incontro con la cittadinanza per capirne le sue istanze e le sue necessità, al fine di meglio rappresentarla in tutti gli organi istituzionali e dare al mandato elettorale, una più forte e radicata connotazione territoriale, a Massafra, in Provincia ed in Regione.

• A Trento vince il PD , col 64,4%


Con il 64,4% dei consensi Alessandro Andreatta è il nuovo sindaco di Trento.
Andreatta si è presentato con una coalizione definita di centrosinistra autonomista (composta da Pd, Upt, Di Pietro-Idv, Patt, Udc, Verdi, Socialisti democratici e Leali) ottenendo 33.468 voti .
Il Partito Democratico si attesta come Primo partito.

Sonora sconfitta delle destre
, il candidato del PDL Pino Morandini fermo al 20,6% mentre la Lega Nord con Bruna Giuliani ha ottenuto il 7,6%
Gli altri candidati , lista comunista con Francesco Porta ha conquistato il 2,3% dei voti , Luigi Merler (All. centro-Tridentum) è andato l'1,76% dei voti, Claudio Taverna (Pensionati) all'1,23%, Alessandro Cocca (Trento Soul Moderno) all'1,15% e Emilio Giuliana (Fiamma Tricolore) allo 0,89%.

E arriva il commento di Dario Franceschini: I trentini sono «persone serie, con la testa sulle spalle, lavoratori, gente concreta che non si fa condizionare dalle favole della tv». Per Franceschini «i trentini sono persone che scelgono in base ai programmi e alla qualità dell'azione di governo e hanno scelto un giovane sindaco che darà continuità al buongoverno di Trento. Gli elettori hanno dato al Pd un risultato importantissimo che ci conferma nettamente come è il primo partito di Trento».

4 maggio 2009

• Apertura Campagna elettorale a Palagiano



A Palagiano Lunedì 4 maggio 2009 ore 19,00, presso l’Auditorium Comunale in Corso Lenne, convention di apertura della campagna elettorale del Partito Democratico.Interverranno :

Luigi Pinto

Candidato al Consiglio provinciale Mottola - Palagiano

Carmine Montemurro

Candidato al Consiglio provinciale Massafra Nord - Palagiano

Gianni Florido

Candidato Presidente

Modera il dibattito Michele Cristella del Corriere del Giorno.

3 maggio 2009

• i CANDIDATI ALLE EUROPEE


Pubblichiamo le liste presentate dal Partito Democratico per le elezioni europee del 6-7 giugno 2009 nelle NOSTRA circoscrizioni


CIRCOSCIRZIONE ITALIA MERIDIONALE
(Campania - Puglia - Abruzzo - Basilicata - Molise - Calabria)

1 Paolo DE CASTRO CAPOLISTA
2 Rosaria CAPACCHIONE giornalista de “Il Mattino”
3 Gianni PITTELLA europarlamentare uscente
4 Mariagrazia PAGANO europarlamentare uscente
5 Andrea LOSCO europarlamentare uscente
6 Vincenzo LAVARRA europarlamentare uscente
7 Liliana FRASCA’ assessore regionale della Calabria al Personale
8 Andrea COZZOLINO assessore regionale della Campania alle Attività produttive
9 Cinzia DE MARZO esperta progetti comunitari
10 Gerardo DE GENNARO imprenditore
11 Elena GENTILE assessore regionale della Puglia alla Solidarità Sociale
12 Cosimo DURANTE assessore provinciale di Lecce alle Politiche Agricole- sindaco di Leverano
13 Elvira MATARAZZO Avvocato
14 Giovanni IULIANO vice presidente amministrazione provinciale di Salerno
15 Angelo MONTEMARANO primario ospedaliero-già assessore regionale campano alla Sanità
16 Mario PIRILLO assessore all’Agricoltura della Regione Calabria
17 Pasquale SOMMESE consigliere regionale campano
18 Marco VERTICELLI già assessore provinciale a Teramo