.

OTTAVA FESTA DE L'UNITÀ: "SÌ RIPARTE, INSIEME."

.

IL 5 GIUGNO 2016 VOTA PARTITO DEMOCRATICO. VOTA IDA CARDILLO SINDACA.

ECCOCI.

C'E' UNA POLITICA CON LA SCHIENA DRITTA CARICA DI ENTUSIASMO E VOGLIA DI FARE , PARTECIPA E SEGUI ANCHE TU IL PARTITO DEMOCRATICO DI MASSAFRA

26 settembre 2014

Noi siamo qui per cambiare l'Italia

Carissime democratiche, carissimi democratici, 
mentre volgono al termine le tante Feste dell'Unità svoltesi in tutta Italia, invio questa email innanzitutto per ringraziarvi dell'impegno sul territorio, della passione, della dedizione con cui state aiutando il PD in queste ore così delicate. Già, perché il risultato del 25 maggio – con quello squillante 40,8% – impone a tutti noi di essere all'altezza di una grande responsabilità: ridare fiducia all'Italia e agli italiani. Tocca a noi, nessuno si senta escluso. L'Italia sta cambiando molto. Dalle riforme istituzionali e costituzionali fino alla giustizia, passando per il terzo settore e la politica estera, dove il successo della nomina di Federica Mogherini costituisce un motivo di orgoglio e speranza per ciascuno di noi. In questi mesi stiamo lavorando moltissimo. E ormai siamo al momento finale di discussioni che pure erano state bloccate per anni come quella su una legge elettorale in grado di assicurare un vincitore certo o la riforma costituzionale che sono già alla seconda lettura e che dovranno essere affrontate senza indugio dal parlamento in queste settimane. Perché se la politica cambia se stessa e dà il buon esempio, poi, tutto è più semplice. Tra le prossime sfide segnalo in modo particolare: 
 La scuola. Perché solo dando valore e dignità all'impegno degli insegnanti e alle aspettative delle famiglie riusciremo a risollevare l'Italia. Qui trovate il link del progetto del Governo. Vi prego di leggerlo, di discuterlo nei circoli, a scuola, in ufficio. La riforma della scuola non può essere la solita legge calata dall'alto. Abbiamo due mesi per discuterne ovunque, non perdiamo questa occasione. Coinvolgendo mamme e figli, prof e custodi, nonni e assessori. 

 Il lavoro. Il 29 settembre presenterò in direzione nazionale il JobsAct. Dobbiamo attirare nuovi investimenti, perché senza nuovi investimenti non ci saranno posti di lavoro e aumenteranno i disoccupati. Ma dobbiamo anche cambiare un sistema ingiusto che divide i cittadini in persone di serie A e di serie B e umilia i precari. Chi oggi difende il sistema vigente difende un modello di diseguaglianze dove i diritti dipendono dalla provenienza o dall'età. Noi vogliamo difendere i diritti di chi non ha diritti. Quelli di cui nessuno si è occupato fino ad oggi. 

 Il fisco. Abbiamo iniziato a ridurre la pressione fiscale restituendo 80 euro a undici milioni di italiani e diminuendo l'odiosa Irap del 10% per le aziende perché ancora oggi in Italia il costo del lavoro è troppo alto. Per colpa mia, peraltro, non siamo riusciti a comunicare bene il taglio del 10% dell'Irap che è già avvenuto, ma di cui non parla nessuno. Il fisco deve essere meno caro, certo. Ma anche più semplice. Per questo nell'ambito del programma dei mille giorni, partendo già dal prossimo anno, introdurremo innanzitutto la dichiarazione dei redditi precompilata. 

 Bloccare l'emorragia dei posti di lavoro e tornare a crescere, semplificare il fisco pagando meno (ma pagando tutti, finalmente!) e, prima di tutto, investire sull'educazione e sulla scuola: questa è la nostra sfida. Ci hanno detto che siamo di destra per questo. Ci hanno paragonato ai leader della destra liberista anglosassone degli anni Ottanta. A me hanno insegnato che essere di sinistra significa combattere un'ingiustizia, non conservarla. Davanti a un problema c'è chi trova soluzioni provando a cambiare e chi organizza convegni lasciando le cose come sono. Anche nel nostro partito c'è chi vuole cogliere la palla al balzo per tornare agli scontri ideologici e magari riportare il PD del 25%. Noi no. Noi siamo qui per cambiare l'Italia e non accetteremo mai di fare le foglie di fico alla vecchia guardia che a volte ritorna. O almeno ci prova. Sul sito trovate l'indicazione della nuova segreteria. Chi può ci dia una mano, partendo dalle iniziative per le imminenti regionali e per le forme di autofinanziamento. Abbiamo la grande occasione di cambiare il paese più bello del mondo: Aiutiamoci a farlo sul serio. Il Segretario Nazionale Matteo Renzi

23 settembre 2014

Per le primarie sarà sfida a tre

Sono tre gli aspiranti governatori del centrosinistra alle primarie di domenica 30 novembre in vista delle regionali 2015. Ai nastri di partenza ci sono il segretario del Pd Michele Emiliano, l'assessore regionale riformista Guglielmo Minervini, il senatore di Sel Dario Stefàno. Adesso i tre candidati hanno tempo fino alla fine di ottobre per raccogliere 9mila 250 firme a sostegno delle rispettive nomination.

19 settembre 2014

Convegno Politica e Salute. Cosa fa la politica per la salute? Come ridurre i costi sociali dovuti alle malattie

Il circolo del Partito Democratico di Montemesola “Ilaria Alpi”, guidato dalla segretaria cittadina Annamaria D’Erchie, organizza per domenica 21 settembre, a partire dalle ore 17.00 un convegno sul tema “Politica e salute. Cosa fa la politica per la salute? Come ridurre i costi sociali dovuti alle malattie”. Il convegno si terrà in Piazza VI Novembre a Montemesola, e vi prenderanno parte esponenti politici e medici per confrontarsi sulle varie materie che andranno ad articolare il dibattito. Considerato l’impegno dei circoli di tutta la provincia, i quali si sono attivati ognuno su una tematica precisa, con meeting e congressi, il circolo di Montemesola “Ilaria Alpi”, ha scelto la tematica della salute, con particolare riferimento alla diabetologia
Il diabete è una patologia abbastanza diffusa e colpisce in ogni fascia d’età. Un corretto stile di vita ed una corretta alimentazione, possono aiutare a prevenire e a convivere serenamente con la malattia, che se trascurata, può compromettere altri organi e apparati. E’ anche vero, che oggi, affrontare una patologia, ha dei costi specifici. Una corretta campagna di informazione, destinata ai cittadini, può aiutare a capire come prevenire e come approcciarsi alla patologia. Il circolo di Montemesola, ha dunque deciso di informare la cittadinanza, mediante esperti nel settore per quanto concerne la patologia, e mediante esponenti politici del territorio per quanto riguarda l’azione della politica in tema di salute. Il convegno si articolerà in varie fasi. Si parlerà di: 
• Costi sociali della salute: quanto costa davvero? – relazione a cura dell’On. Michele Pelillo 
• Costi sociali del diabete e vantaggi relativi al corretto trattamento – relazione a cura del prof. Francesco Giorgino 
• Corretta alimentazione per prevenire e curare – relazione a cura del dott. Antonio Caretto del reparto di endocrinologia dell’ospedale “Perrino” di Brindisi 
• L’importanza dell’associazionismo per i pazienti – relazione a cura di Giuseppe Traversa responsabile regionale FAND 
• L’impegno del governo regionale in tema salute – relazione a cura dell’assessore regionale alla sanità Donato Pentassuglia Interverranno: 
• Rosalia Serra – responsabile diabetologia Lecce • Dott. Antonio Aiello – diabetologo
• Giuseppina Galasso – responsabile provinciale FAND Taranto
• Anna Rita Lemma – consigliere regionale 
Michele Mazzarano – Consigliere regionale 
• Walter Musillo – segretario provinciale PD Seguirà un dibattito con la stampa. 
Presentano e moderano il dibattito: Angelo Caputo (Studio 100 TV) e Elena Ricci (Quotidiano Taranto Oggi). Seguirà un rinfresco, gentilmente offerto dal circolo del Partito Democratico di Montemesola “Ilaria Alpi”.

18 settembre 2014

REVAMPING , UN RICORDO DI LUIGI MOREA

Questo sera presso il teatro comunale alle ore 18.00 lo SPI-CGIL di Massafra ricorda il sindacalista massafrese Luigi Morea tramite il libro Revamping di Fernando Blanda (Edizioni LiberEtà) .
Nella serata coordinata da Giuseppe Aliotta (segretario SPI Massafra) interverranno Giuseppe Massafra , segretario CGIL Taranto , Fernando Blanda autore del libro, Giovanni Angelini , segretario SPI Taranto e Michele Tursi , giornalista. 
Questo è un libro della “memoria” e di “memorie”. La memoria dell’autore e la memoria di Luigi Morea, il sindacalista tarantino cui Fernando Blanda ha dedicato il suo scritto. Per l’enorme eredità culturale e morale che ha lasciato – che trascende l’ambito pugliese – il ricordo di ciò che è stato Morea va assolutamente trasmesso alle nuove generazioni. L’esperienza di quest’uomo fa parte del patrimonio della Cgil e indica un percorso possibile, una scelta da “uomo libero” che non si piega a compromessi e che va diritto all’obiettivo: la tutela dei lavoratori che rappresenta. 
 Il “revamping”, termine tecnico che significa sostanzialmente “ristrutturazione”, se riferito agli impianti di una fabbrica come le acciaierie di Taranto, assume qui un significato ben più profondo di “rinascita” civile, di ri-costruzione di nuovi diritti fondati su un’etica del lavoro fatta di partecipazione e condivisione. La speranza è che da questo revamping di memoria possa vedere la luce una società migliore.

13 settembre 2014

MATTEO RENZI A TARANTO

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi sarà in Puglia per l’intera giornata di domani, come conferma una nota ufficiale di Palazzo Chigi. Alle 9.30 presso il comune di Peschici incontrerà i sindaci dei paesi del Gargano colpiti dal maltempo. Alle 12.30 presso la prefettura di Taranto vedrà i rappresentanti dei lavoratori dell’Ilva. Alle 15 interverrà alla inaugurazione della Fiera del Levante. Alle 18 inaugurerà lo stabilimento Sitael presso Mola di Bari. Per l’incontro sono stati “allertati” sia i sindacati confederali metalmeccanici, sia l’Usb: il sindacato di base ha, pertanto, annullato la manifestazione di protesta organizzata a Bari in occasione dell’inaugurazione della Fiera del Levante ma non ha sospeso lo sciopero.

12 settembre 2014

CORTEO PER LA PACE


6 settembre 2014

Battaglia vinta a tutto vantaggio dei cittadini

Battaglia vinta.
L’amministrazione comunale per l’invio dei bollettini della Tari ha seguito i suggerimenti del Pd e spenderà solo un 1,2773 euro per ogni avviso di pagamento
L’anno scorso gli amministratori affidarono il servizio alla Soget spa per distribuire gli avvisi di scadenza della Tares. 
Ai massafresi tale consegna costò il 2,5% sulla somma dovuta per l’imposta
L’affidamento per tale riscossione alla Soget spa fu approvato in Giunta il 12 luglio 2013. 
Noi del Partito Democratico contestammo tale incarico perché ritenevamo che il Comune poteva contenere i costi di tale distribuzione. Quest’anno la Giunta Comune non ha affidato l’incarico alla Soget e con determina n.165 del 7.8.2014 ha assegnato al dirigente della Ripartizione Economico Finanziaria un fondo di euro 50.000 per la riscossione dei tributi, la stampa e la postalizzazione. 
Il dott. Simeone Simone, dirigente della seconda ripartizione, ha quantificato in 12.952 la platea dei destinatari degli avvisi , tra questi solo 326 avranno la comunicazione mediante Pec. Successivamente si è proceduti a ricercare l’offerta qualitativamente ed economicamente più conveniente per l’Ente attraverso l’utilizzo del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione. Con determina del 18.8.2014 il dott. Simeone ha affidato all’ Irisco srl, con sede in Empoli, la fornitura della stampa, dell’imbustamento e della postalizzazione degli avvisi per un costo totale di euro 1,27773, iva compresa, per ogni comunicazione.
 Gli avvisi saranno eseguiti entro 7 giorni dall’invio del file dell’elenco dei 12.626 utenti tenuti al pagamento della Tari. La società Irisco srl invierà gli avvisi ed il foglio informativo con le modalità di pagamento. 
Insomma un bel risparmio per i cittadini.
 Tale spesa potrebbe essere ulteriormente ridotta chiedendo agli utenti la loro PEC. Attualmente solo per 326 utenti viene utilizzata tale modalità.
 L’anno scorso noi del PD eravamo stati attaccati politicamente quando chiedevamo di non affidare alla Soget tale servizio e di trovare altre modalità per l’invio degli avvisi. 
Ora finalmente abbiamo la conferma che avevamo ragione.

 Massafra 6.9.14 

 Vito Miccolis 
 Capogruppo del PD

5 settembre 2014

Presentazione del corteo per la PACE

Venerdì 05 Settembre 2014, alle ore 17.00 presso la sala della Parrocchia della Chiesa di San Francesco da Paola, in Piazza Dante n.7 a Massafra si terrà una conferenza stampa di presentazione del corteo per la PACE che si terrà a Massafra Venerdì 12 Settembre p.v. con:

  •  Don Giuseppe Oliva, Parroco della Chiesa di San Francesco da Paola 
  • Vito Miccolis, Consigliere Comunale PD
  • Fernando Pelillo, Consigliere Comunale PPT

4 settembre 2014

OGGI L'ULTIMO SALUTO A ENZO MONACO , CI LASCIA UN PROTAGONISTA DELLA VITA POLITICA E CULTURALE DI MASSAFRA

Un grave lutto ha colpito  il mondo della scuola ,della cultura e della politica : la notte scorsa si è spento il professor Vincenzo Monaco. Enzo fu Vice sindaco di Massafra , per anni leader del partito comunista di Massafra , e dal 1985 al 2011 preside del liceo “Tito Livio” di Martina Franca. 
Personalità fra le più stimate in ambito scolastico, non solo territoriale, Monaco è stato un punto di riferimento prestigioso per la formazione di molte generazioni di studenti di Martina Franca e del comprensorio della Valle d’Itria, e anche della sua Massafra. Ha insegnato  anche nel Liceo De Ruggieri, prima della nomina a Dirigente Scolastico. Enzo Monaco, ha saputo trasformare negli anni un vecchio Ginnasio in un moderno e autorevole polo liceale con nuovi indirizzi e soprattutto dato impulso alla formazione culturale di futuri cittadini.
Impegnato  nella vita politica  , lo ricordano in tanti per il suo impegno profuso  nel Pci ,  dove è stato negli anni '80 figura di spicco ed amministratore comunale a Massafra.
In quegli anni fu anche candidato al Parlamento.
Oggi, nella Chiesa di San Lorenzo Martire, alle 16,00 ,si svolgeranno i funerali.
Ci lascia un protagonista politico e culturale della vita massafrese dagli anni settanta in poi .Una figura di prestigio che in tanti oggi saluteranno per l’ultima volta.


Il Partito Democratico di Massafra partecipa con estremo dolore alla prematura scomparsa del compagno Enzo MONACO .

Gli amici ed i compagni si uniscono con affetto al dolore della famiglia.