.

OTTAVA FESTA DE L'UNITÀ: "SÌ RIPARTE, INSIEME."

.

IL 5 GIUGNO 2016 VOTA PARTITO DEMOCRATICO. VOTA IDA CARDILLO SINDACA.

ECCOCI.

C'E' UNA POLITICA CON LA SCHIENA DRITTA CARICA DI ENTUSIASMO E VOGLIA DI FARE , PARTECIPA E SEGUI ANCHE TU IL PARTITO DEMOCRATICO DI MASSAFRA

30 gennaio 2010

• Carnevale Massafrese 2010


SARA' UN CARNEVALE DECISAMENTE IN TONO MINORE QUELLO DI MASSAFRA, NEL TARANTINO.
QUESTA 57MA EDIZIONE INFATTI SARA' CARATTERIZZATA DALLA PROTESTA DEI CARRISTI CHE HANNO DECISO DI FERMARSI.
NON CI SARANNO I CARRI ALLEGORICI, NON CI SARANNO LE OPERE REALIZZATE CON PASSIONE E SACRIFICIO DAI MAESTRI ARTIGIANI.
MOTIVO DELLA PROTESTA LA MANCATA INTESA CON L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER IL DEFINITIVO RILANCIO DEL CARNEVALE MASSAFRESE.
I CARTAPESTAI CHIEDONO LA REALIZZAZIONE DI UNA VERA E PROPRIA CITTADELLA DEL CARNEVALE CON UN'AREA DOVE SIANO UBICATI I CAPANNONI A LORO DESTINATI.
E INTANTO QUEST'ANNO IL CORSO MASCHERATO SI SVOLGERA' CON DUE CARRI ACQUISTATI O RICICLATI.
Telnorba

28 gennaio 2010

• Resistere a Mafiopoli









"Resistere a Mafiopoli": è questo il titolo del libro, scritto a quattro mani da Franco Vassia e Giovanni Impastato, che racconta la storia di un eroe italiano ammazzato dalla Mafia e troppo presto dimenticato, Peppino Impastato,giovane attivista politico che, negli anni '70, in una Sicilia arretrata, ha combattuto la Mafia, anche dall'interno (appartenendo egli stesso ad una famiglia notoriamente mafiosa), con le armi della comunicazione, utilizzando giornali, pubbliche proteste, radio, etc.
Proprio per rendere omaggio ad un grande italiano, a più di 30 anni dalla sua scomparsa, le associazione culturale Il Serraglio, in collaborazione con l'ACSI/Prometeo Video Lab, organizza un incontro con Giovanni Impastato, autore del libro, nonché fratello minore di Peppino, che si dipanerà in due incontri: il primo venerdì 29 gennaio, alle ore 19.00, nella Sala 2 del Cineteatro Spadaro, aperto al pubblico; il secondo sabato 30 gennaio, alle ore 10.00, nell'aula magna Palma Cito del Liceo Scientifico de Ruggeri di Massafra, rivolto agli studenti.
L'occasione è quanto mai propizia per conoscere e riflettere su di un personaggio come Peppino Impastato, raro esempio di integrità, cui tutti noi, oggi, dovremmo guardare con ammirazione.

Partner dell'iniziativa è la libreria Iman (via Regina Marghierita-Massafra), presso la quale è possibile aquistare il libro.

27 gennaio 2010

• Volevo fare il Sindaco

"Volevo fare il Sindaco" è questo il titolo del libro, scritto da Gianni Liviano , che verrà presentato a Massafra , giovedì 28 Gennaio al Centro Territoriale per l'Impiego in Viale Marconi 248 alle ore 18,30.
All' incontro parteciperanno , oltra all' autore Gianni Liviano , il direttore della ''Voce del Popolo'' e Michele Mazzarano .
"Volelvo fare il sidaco" è uno spaccato della vita politica tarantina, narrato in forma di romanzo da Gianni Liviano, il cui titolo rappresenta e riassume il sogno infranto di un uomo impegnato nel mondo del volontariato e della politica, nella città in cui vive e lavora.

Un percorso in cui l’autore riflette e si mette in discussione rispetto alla sua esperienza di uomo politico raccontando, tra l’altro, quelle che secondo lui rappresentano le cause del fallimento della classe politica tarantina, che hanno condotto al dissesto del Municipio, non tralasciando di narrare quelle che sono state le sue fatica personali profuse nella creazione di prospettive future per la città, opponendosi e schierandosi contro una cultura locale basata sull’assistenzialismo, l‘improvvisazione e la retorica.

Il tessuto narrativo appare fluido e coinvolgente, facilmente fruibile anche per il lettore a digiuno di specifici riferimenti rivolti alla politica ed alla società civile tarantina. Un coinvolgente e quanto mai accorato appello che Liviano rivolge a uomini e donne di buona volontà affinché riprendano a coltivare il terreno dell’etica, della moralità e della civiltà, così come insegna la nostra Costituzione.
La seconda parte del testo, nota innovativa della letteratura editoriale, potrebbe stupire il lettore: infatti, dopo aver scritto il proprio diario/romanzo, Liviano si è messo in discussione ancor prima di dare alle stampe il libro stesso.

Risultato: una esclusiva integrazione di “contributi” di amici e testimoni – che abbracciano la società civile ed il mondo della politica a 360° – che si sono liberamente espressi sulla questione sviluppata da Liviano.

Il suo scritto viene, quindi, ampiamente dibattuto, avversato, sostenuto e commentato da personalità del mondo della politica (sindaci, parlamentari, amministratori), della cultura (scrittori, giornalisti, ambientalisti), del sindacato e della società civile, senza tralasciare gli affetti e le amicizie.

Si alternano al testo, quindi, una serie di lettere/intervento redatte da: Rossana Di Bello, Vittorio Angelici, Giovanni Battafarano, Pierfranco Bruni, Dante Capriulo, Angelo Caputo, Alfengo Carducci, Gaetano Carrozzo, Domenico Cito, Leo Corvace, Pierpaolo D’Auria, Vincenzo Di Maglie, Luigi D’Isabella, Gianni Florido, Giovanni Guarino, Umberto Ingrosso, Filippo Lerario, Enzo Mastromarino, Lelio Miro, Cosimo Nume, Cesare Paradiso, Nicola Pavia, Fiore Petrelli, Carlo Petrone.

Resta di assoluto interesse il racconto speculare reso da alcuni di questi co-autori riguardante lo stesso momento storico politico di cui racconta Liviano.

•La replica

Alle opinioni del sindaco replica Vito Miccolis, coordinatore cittadino del Pd. E sono scintille: «Tamburrano - dice Miccolis - deve avere rispetto delle 2060 persone che, sfidando il freddo, sono andate a votare per le primarie, strumento di democrazia diretta. So che lui non ci è abituato, magari preferisce riunioni in famiglia, visto che in città si parla di sua moglie in corsa per una candidatura alle regionali».
Altre risposte Miccolis le snocciola seguendo il filo tagliente dell'affondo di Tamburrano: «Il sindaco non può scaricare le sue responabilità su altri. Fosse stati per lui e per il centrodestra l'ospedale non avrebbe alcuna prospettiva d'essere riaperto. Il Piano regolatore, poi, è stato bocciato per negligenze del centrodestra. E sulla raccolta differenziata devo ricordargli che Massafra è la maglia nera di Puglia in quanto a percentuali: pecca di cui è responsabile il sindaco, non altri».
Infine, la stoccata: «Vendola - chiosa Miccolis - è il nostro candidato alla presidenza della Regione
e quelle 2060 persone che sono andate a votare lo hanno fatto anche perchè sono stanche della giunta Tamburrano e di una città malgovernata.
Chieda ai suoi stessi alleati, vedi Castiglia, ma sono in tanti a pensarla come lui»

M.D'ONGHIA CORRIERE DEL GIORNO

26 gennaio 2010

•Un viaggio nella storia di una famiglia e di un popolo, quello di Israele

In occasione del Giorno della Memoria 2010 il Presìdio del Libro di Massafra, in collaborazione con la Biblioteca Comunale e con il Teatro le Forche, vi invita il prossimo 27 Gennaio alle h.18.00 a: “Immagini di famiglia” analisi del testo “Una storia d’amore e di tenebra” libro autobiografico dell’autore Amos Oz.
Amore e tenebra due forze contrapposte che muovono il viaggio di un uomo intorno alla sua famiglia, al tradimento dell’Europa e la nascita di un nuovo stato: quello di Israele, con le sue contraddizioni e aberrazioni.
Relazionerà la dott.ssa Caterina Gravina che accanto al clima socio-culturale in cui le leggi razziali ebbero origine, analizzerà il saggio breve “Contro il fanatismo”, dello stesso autore, critica ad una realtà sociale corrosa dal suo stesso desiderio di Patria.
Durante la serata, saranno lette alcune poesie scritte dai protagonisti di quella triste vicenda, a recitarle saranno gli attori del Teatro le Forche.
L'evento è promosso dalla Regione Puglia , assessorato al Mediterraneo .

• ASSEMBLEA SUL RISULTATO DELLE PRIMARIE

MARTEDÌ 26 GENNAIO
ore 19.00
presso la sede in Piazza Vittorio Emanuele II
è convocato il Coordinamento Cittadino.
TEMA:
Analisi del Risultato delle Primarie



25 gennaio 2010

•Esito Elezioni Primarie

Altissima affluenza alle primarie del cento sinistra a Massafra , con ben 2069 votanti , ed è il valore più alto della Provincia di Taranto.

  • Vendola ha ottenuto 1001 preferenze (48,57 %)
  • Boccia ha ottenuto 1060 preferenze (51,43 %)
  • Nulle 4
  • Bianche 4.

24 gennaio 2010

• Messaggio di Bersani per sostenere Boccia

La vittoria di Boccia può portare la vittoria di tutti e togliere alla destra la speranza di prendersi la Puglia. OGGI VOTA FRANCESCO BOCCIA!

Pierluigi Bersani

23 gennaio 2010

• LE PRIMARIE

Domani è il giorno delle primarie per scegliere il candidato del centrosinistra alla presidenza della giunta regionale pugliese tra Francesco Boccia, candidato del Partito Democratico, e Nichi Vendola, sostenuto da Sinistra Ecologia e Libertà. Si vota dalle 8 alle 21 in circa 200 seggi sparsi nelle città pugliesi e nei quartieri dei capoluoghi .

Per votare occorre aver compiuto il 18esimo anno d’età. Quindi, non sar
anno ammessi al voto i 16enni e gli stranieri residenti .
Sarà necessario portare con sé il solo documento d’identità nei Comuni in cui è stato previsto un solo seggio, il documento d’identità in corso di validità e il certificato elettorale (quello che normalmente si usa per votare alle elezioni amministrative o politiche) qualora invece si voti in Comuni dove è stato previsto più di un seggio.
Il contributo di 1 euro è facoltativo , tale contributo è indispensabile per coprire le spese organizzative , la sollecitazione è allo spirito democratico della partecipazione.

Condizione essenziale, invece , sarà la sottoscrizione su un apposito modulo fornito dal presidente del seggio, e con firma leggibile, della condivisione del progetto politico dell’alleanza di centrosinistra. Sullo stesso modulo, lo stesso elettore dovrà indicare il pro
prio nome, cognome, indirizzo, città e firma. Nei seggi non potranno essere affissi manifesti dei due candidati alle primarie, né bandiere di partito. In ogni seggio ci saranno il presidente e quattro scrutatori (due per ogni candidato).

A MASSAFRA SI VOTA NEL SEGGIO IN CORSO ITALIA N° 16 (
affianco al Caffè Rouge) DALLE ORE 8 ALLE 21.
Venite numerosi a votare .
Per vincere insieme

22 gennaio 2010

• Enrico LETTA a Taranto

Intensa giornata di impegni a Taranto dell'on. Enrico LETTA domani sabato 23 gennaio, che sarà accompagnato da Sergio BLASI, Segretario regionale del PD.
Alle 10.30 l'on. Letta e Blasi incontreranno i simpatizzanti del PD presso il circolo "Volta" in via Dei Fabbri e, successivamente si recheranno presso il mercato "Fadini" per un volantinaggio.

Inolte, si terrà alle 12.00 presso la sala convegni dell'Hotel Europa in via Roma, 2 a Taranto una CONFERENZA STAMPA dell'on. Enrico LETTA e di Sergio BLASI a sostegno della candidatura di Francesco Boccia alle primarie di domenica 24.
Oltre all'on. Letta e a Blasi, alla Conferenza Stampa parteciperanno anche l'on. Ludovico VICO, il Presidente della Provincia Gianni FLORIDO, l'Assessore regionale Michele PELILLO e il Coordinatore provinciale del PD Luciano SANTORO.

Mentre nel pomeriggio, l'on. Letta e Blasi parteciperanno ad una Assemblea pubblica della zona occidentale della provincia che si terrà a Palagiano alle ore 16.00 presso l'Auditorium in corso Lenne. A questa manifestazione parteciperanno anche l'on. Ludovico VICO, Michele MAZZARANO, Paolo COSTANTINO e lo stesso candidato alle primarie Francesco BOCCIA. L'inziativa sarà coordinata dal segretario del circolo di Palagiano Elisabetta Disarno.

21 gennaio 2010

• Boccia: "Ai giovani dico: aiutatemi a vincere"



«Ho già in mente il mio programma di governo nel caso in cui dovessi vincere le primarie prima e le elezioni poi». Francesco Boccia, deputato-economista, candidato del Partito democratico alle primarie del 24 gennaio, disegna «la Puglia che vorrei». E lo fa nel corso di una conferenza stampa tenutasi ieri sera in Provincia a Taranto poco prima di una manifestazione organizzata per le primarie.
«Lavorerò e governerò secondo una logica di squadra e di coalizione. Non sarò solo. Certo, in questi anni molti risultati sono stati realizzati ma molto si deve ancora fare. Se, durante gli anni di Fitto, per fare una mammografia ci volevano 700 giorni ed ora ce ne vogliono 500 vuol dire che bisogna ancora fare molta strada. Ecco, la Regione che ho in mente io deve intervenire affinchè non siano più a carico del paziente i costi da sostenere nel rivolgersi alle strutture sanitarie private per ridurre i tempi d’attesa».

Boccia sceglie la strada delle «cose da fare» rispetto a chi vorrebbe ancora indugiare sulla disputa tra il Pd e Vendola sulla telenovela primarie. Ed allora aggiunge: «Secondo me - spiega Boccia - la giunta regionale dovrebbe anche garantire il mutuo per la prima casa alle giovani coppie».

Poi, l’attenzione si sposta su Taranto. Sulla grande questione ambientale, lo sfidante di Vendola dice: «Sono da sempre favorevole a pubblicare on line i dati sulle emissioni inquinanti. Il referendum consultivo sull’Ilva? E’ giusto che la comunità locale si esprima. Chi pensa il contrario sbaglia».
Spinto dai cronisti, Francesco Boccia volge poi lo sguardo al passato. E ricorda la sua esperienza alla guida dell’Organismo straordinario di liquidazione del Comune (Osl). «Il governo di centrosinistra guidato da Romano Prodi istituì il “Tavolo Taranto” e trasferì per far uscire la città dal dissesto quasi 150 milioni di euro. Poi, con la caduta di Prodi e con la vittoria del centrodestra, questa città non ha percepito alcun segnale da parte del governo. Questi sono i fatti. Il resto è propaganda».

Poi, sul terreno più squisitamente politico, Boccia ricorda che con lui «la coalizione sarà più allargata sino ad accogliere le due forze (Udc e Idv) con cui si conduce in Parlamento l’opposizione al Governo Berluconi. Senza questi partiti - sottolinea Boccia - vincere rischia di essere molto difficile. E noi, vogliamo far fi tutto per vincere e governare questa regione». Il presidente della Provincia, Gianni Florido e Luciano Santoro segretario del Pd, seduti al suo fianco, annuiscono.

FABIO VENERE - GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

• Vogliamo l’alleanza con Udc e Idv


•«Se vince Boccia noi salviamo anche Vendola. Perchè se lui dovesse vincere le primarie rischierebbe di perdere poi le elezioni». E’ questo lo scenario a tinte fosche (per Vendola naturalmente) che ieri ha disegnato a Taranto Massimo D’Alema. D’Alema in serata ha tenuto un’assemblea in Provincia, in mattinata era stato ospite degli studi televisivi di Studio 100 a «Live». Per spazzare il campo da ogni dubbio, D’Alema esprime subito solidarietà al presidente della Regione («non ho dubbi sulla sua onestà») sfiorato da un’indagine della Procura di Bari nell’ambito dell’inchiesta sulla sanità pugliese. L’ex presidente del Consiglio spiega poi il suo sostegno a Boccia nelle primarie di domenica prossima: «Avrei fatto un torto alla mia coscienza se non avessi sostenuto Boccia. E’ più giovane di Vendola di dieci anni ed ha anche - sottolinea D’Alema - capacità amministrative indiscusse che voi a Taranto conoscete bene visto che, come capo dell’Organo di liquidazione, ha avviato l’azione di risanamento di questa città». «La scelta che viene chiesta con le primarie riguarda progetti politici. Il nostro, con Boccia, tende a unire le forze dell’opposizione, Pd, Udc e Idv; quello di Vendola, invece, ripropone una coalizione che non esiste più». «Lo slogan della campagna elettorale di Vendola? E’ “solo”. Così almeno leggo sui suoi manifesti. E’ una scelta carica di orgoglio, identitaria, che rispetto - dice D’Alema - ma chi è solo non va da nessuna parte. La storia ce lo insegna. E’ vero, è la stessa sfida di cinque anni fa ma, rispetto alle primarie del 2005 ,il contesto è profondamente cambiato. Vendola è stato il capo di una coalizione, l’Unione, che ormai non esiste più. A noi interessa stringere un’alleanza con l’Udc. Alleanza che, peraltro, abbiamo già sperimentato con successo alle ultime amministrative in Puglia». Poi lo sguardo di D’Alema si allarga oltre la regione: «Il nostro obiettivo è strappare nella maggior parte delle regioni l’Udc al centrodestra. Vendola punta sulla sua... solitudine ma come facciamo a non accordarci con le due forze con cui facciamo opposizione parlamentare a Berlusconi? Ovvero con l’Udc e l’Idv?». D’Alema ha anche ricordato l’azione svolta dal centrosinistra per lo sviluppo di Taranto. «Sono stati i governi di centrosinistra che hanno investito sul porto di Taranto. Mi ricordo la “vertenza Taranto”. Andai su quel molo polifunzionale... C’era solo una gettata di cemento e volavano i gabbiani. In questi anni sono stati fatti grandi passi avanti ma questo rimane il porto in cui si fa molta attività di transhipment e poco altro. I meridionali non hanno ancora la percezione esatta di quanto sia costato Berlusconi e la Lega Nord per il Mezzogiorno».

FABIO VENERE - GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

20 gennaio 2010

• Borsci, avviata la procedura per il rinnovo della cassa integrazione

Due anni ancora di cassa integrazione straordinaria per i dipendenti della Borsci San Marzano, storica azienda tarantina di liquori. Ieri all’assessorato provinciale al Lavoro è stata formulata la richiesta da inviare al ministero per le procedure di rito.
L’azienda Borsci è stata salvata dal fallimento a Gennaio grazie all’intervento della Telcom di Ostuni. Ora si tratta di ripartire salvando il posto di 26 lavoratori. La possibilità di un graduale reinserimento in fabbrica è allo studio delle parti - azienda e sindacati - con una chance che i lavoratori potrebbero giocarsi anche prima del tempo prima, cioè, che lo stabilimento sulla via per Martina Franca riapra i battenti ufficialmente.
Anche di questo si è discusso ieri. I sindacati credono che il tempo necessario per passaggi e adempimenti burocratici non permetterà una rapida ripresa delle attività.
E molto probabile che lo stabilimento riparta con la produzione nella prossima primavera.

Gazzetta del Mezzogiorno

19 gennaio 2010

•Massimo D'ALEMA e Francesco BOCCIA a Taranto.


Intensa giornata di impegni per l'on. Massimo D'ALEMA che domani martedì 19 gennaio sarà a Taranto.
Alle ore 10.30 incontrerà il nuovo Direttore e la redazione del Corriere del Giorno.
Alle 12.00 sarà ospite a Studio 100 della trasmissione Live condotta da Nicla Pastore.
Infine, alle 17.00 parteciperà alla manifestazione che si terrà nel salone di rappresentanza dell'Amministrazione provinciale a sostegno della candidatura dell'on. Francesco BOCCIA alle primarie di domenica 24 gennaio.
All'iniziativa parteciperà anche l'on. Francesco BOCCIA. Inoltre, interverranno Giuseppe Fontana, segretario provinciale dei Giovani Democratici, Anna Rita Lemma, capogruppo PD al Comune di Taranto, Luciano De Gregorio, capogruppo PD alla Provincia e Gianni Florido, Presidente dell'Amministrazione prrovinciale. L'iniziativa sarà presieduta dal Coordinatore provinciale Luciano Santoro.

16 gennaio 2010

•ASSEMBLEA SULLE PRIMARIE

LUNEDÌ 18 GENNAIO
ore 20.00
presso la sede in Piazza Vittorio Emanuele II
è convocato il Coordinamento Cittadino.
TEMA:
Primarie



•Presentazione del progetto AR.CO



Questa mattina(15 Gen) la presentazione del progetto AR.CO alla presenza dell’Assessore al Lavoro Vito Miccolis, del Responsabile della Puglia di Italia Lavoro, Cosimo Prisciano, dell’assessore alle Politiche del lavoro del comune di Taranto Piero Bitetti e del consigliere regionale Donato Pentassuglia .
Si tratta di misure previste nell'ambito del Programma AR.CO., a cui ha aderito la Provincia di Taranto, finanziato dal Ministero del Lavoro e realizzato da Italia Lavoro S.p.A.; gli avvisi sono rivolti ad imprese artigiane e del settore commercio/turismo, la cui attività ricade all'interno della classificazione ATECO previste dall’avviso con sede nei seguenti territori della Provincia di Taranto:Taranto, Ginosa, Castellaneta, Martina Franca, Crispiano, Massafra e Mottola;
In particolare, l’Avviso per contributi finalizzati all’inserimento occupazionale, prevede contributi di 5.000 euro per l’assunzione di lavoratori.

L’ Avviso pubblico per la consulenza specialistica si pone l’obiettivo di incentivare interventi di assistenza tecnica alle imprese, da realizzare a cura di singoli professionisti o società di consulenza, che saranno indicati dalla stessa azienda richiedente in fase di presentazione della domanda. Il contributo che potrà essere concesso a ogni impresa sarà pari al 75% del valore della consulenza al netto dell’Iva, fino a un massimo di 5.000 euro.
L’intervento, come dichiarato dall’Assessore al Lavoro Vito Miccolis, conferma l’attenzione della Provincia di Taranto verso le piccole imprese operanti nei settori dell’artigianato e del turismo attraverso la messa a disposizione di incentivi per la creazione di nuova occupazione e per l’acquisizione di consulenze specialistiche finalizzate ad innalzare il livello di competitivita’ delle imprese.
Le domande per la richiesta del contributo, in entrambi i casi, potrà essere presentata a partire dalle ore 10 del 01/02/2010 e non oltre il 30/06/2010, per l’Avviso per le consulenze, non oltre il 31/08/2010 per l’avviso per i contributi finalizzati all’inserimento occupazionale, fatto salvo il previo esaurimento delle risorse disponibili comunicato sulla Gazzetta Ufficiale e sul sito di programma www.arco.italialavoro.it.
Le domande dovranno essere presentate solo ed esclusivamente on-line, attraverso il sito di programma www.arco.italialavoro.it; il sistema informativo per la domanda sarà raggiungibile anche tramite link pubblicati su www.lavoro.gov.it, su www.servizilavoro.it nella sezione riservata al programma AR.CO., su www.italialavoro.it nell’apposita sezione riservata al programma AR.CO, sul sito della Regione Puglia, sul sito http://sintesi.provincia.taranto.it/portale.

Il Programma ARCO, come dichiarato dal Responsabile di Italia Lavoro Puglia, Cosimo Prisciano, si inserisce all’interno della piu’ ampia azione di Italia Lavoro rivolta a sostenere e rafforzare i settori produttivi locali, con particolare riferimento alle aziende operanti nei settori artigianato e turismo, attraverso misure finalizzate a potenziare la qualificazione del capitale umano e l’accesso a risorse per l’avvio di processi di innovazione.

Per la presentazione e l’approfondimento degli avvisi sono stati programmati i seguenti incontri presso i seguenti Centri per l’Impiego alla presenza dei Responsabili ed Operatori dei Centri per l’impiego, dell’Assessore al Lavoro della Provincia Vito Miccolis, del Responsabile della Puglia di Italia Lavoro Cosimo Prisciano, dei responsabili territoriali delle associazioni di categoria coinvolte nel progetto:
  • 19 gennaio 2010 – ore 10,00: Centro per l’Impiego di Taranto,via Carrieri 3;
  • 19 gennaio 2010 – ore 16,00: Centro per l’Impiego di Castellaneta ,via Ugo La Malfa
  • 20 gennaio 2010 – ore 16,00: Centro per l’Impiego di Martina Franca , via G. Aprile, 21
  • 22 gennaio 2010 – ore 16,00: Centro per l’Impiego di Massafra , Corso Roma, 185
Agli incontri sono invitati imprese del settore artigianato e turismo, consulenti del lavoro, dottori commercialisti ed imprenditori.

Autore/Fonte: italia lavoro - provincia di taranto

15 gennaio 2010

•Corsi di Formazione

L'Assessorato al Lavoro e alla Formazione della provincia di Taranto, retto da Vito Miccolis , ha varato lo scorso 30 Dicembre i corsi di formazione provinciali .
Con lo scopo di sostenere e orientare disoccupati, studenti e lavoratori , per aggiornarne ed accrescerne le competenze.
Per avere maggiori informazioni sui singoli corsi ,contattate le sedi dei centri di Formazione .

Ente

Sede

Denominazione Corso

ASS. MAGNA GRECIA

TARANTO

AD MAJORA SEMPER

ENTE SCUOLA EDILE

TARANTO

SVILUPPO DEL MARKETING NELL'IMPRESA

SMILE PUGLIA

MANDURIA

INNOV. E SVILUPPO NELLE IMPRESE AGROALIMENTARI DELL'AREA JONICA

HOMINES NOVI RTS OVERMIND

TARANTO

MARKETING PER PMI

PROGRAMMA SVILUPPO

TARANTO

PERFORMA

ENAIP PUGLIA

MARTINA F

IL LINGUAGGIO AUDIOVISIVO

ASSOC. ALFA

MARTINA F

TECNICO ESPERTO NELLA INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

FOTOVOLTAICI

ENAIP PUGLIA

TARANTO

ELETTRICISTA

SISTEMA IMPRESA

TARANTO

ALMA

CIFIR

TARANTO

CUOCO PIZZAIOLO

CIOFS

TARANTO

INTERNATIONAL WELDER

ENAIP PUGLIA

TARANTO

INSIEME PER CRESCERE

ENAIP PUGLIA

MARTINA F

ICT E STRATEGIA DI IMPRESA

ASSFORMEZ

CASTELLANETA

. WINE WEB PROMOTER

CIOFS

MARTINA F.

BUSINESS ANALYST

ENTE SCUOLA EDILE

TARANTO

TECNICO PER LO SVILUPPO TURISTICO CON L'AUSILIO DI NUOVE TECNOLOGIE

ENTE SCUOLA EDILE

TARANTO

LA SICUREZZA SUI CANTIERI EDILI E STRADALI

ENAIP PUGLIA

TARANTO

IN RETE…

KEIFORM

TARANTO

LABORATORIO TEATRALE

PROGRAMMA SVILUPPO

TARANTO

POST

HOMINES NOVI

MANDURIA

CRESCERE CON LA NATURA

HOMINES NOVI

MANDURIA

0.S.A.!

ENTE SCUOLA EDILE RTS

TARANTO

PETER PAN E L'ISOLA (ECOLOGICA) CHE C'E'

PROG.SVILUPPO RTS IST.MARIA

PIA

TARANTO

RICICLANDIA:LA TERRA DEL RICICLO

HOMINES NOVI RTS IST.GIVANNI XXIII

SAVA

AMICI DEL RICICLO

CNIPA PUGLIA RTS IST.GALILEI

TARANTO

DIFFERENZIAMOCI

CNIPA PUGLIA RTS IST.BOSCO

GINOSA

DIFFERENZIAMOCI

CFP RTS SCUOLA EL. MARCONI

MARTINA F.

DIFFERENTEMENTE

ASSFORMEZ RTS

CASTELLANETA

..MANAGER DELL'AUDIT E DELL'IMPATTO AMBIENTALE

CIOFS RTS

POLITECNICO/CITTADELLA DELLA

RICERCA BRINDISI

TARANTO

TECNICO PER LA PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE AMBIENTALE

KEIFORM RTS

TARANTO

200 151.200

7.1. TECNICO DELLA CONSERVAZIONE DEL SUOLO

IIP

TARANTO

RESPONSABILE SERVIZI RICEVIMENTO

CNIPA PUGLIA

GINOSA

PROGRAMMATORE TURISTICO

CIFIR

TARANTO

OPERATORE DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO

PROGRAMMA SVIL.

TARANTO

PROGRAMMATORE TURISTICO

13 gennaio 2010

• Giù le tasse, dietrofront del premier: impossibile ridurle. Il Pd: ennesima giravolta

Il presidente del Consiglio fa retromarcia sulle tasse: «L'attuale situazione di crisi impedisce di pensare a una riduzione delle imposte, è assolutamente fuori discussione». Lo ha affermato, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi, il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi che ha invece precisato che il governo punterà a una «semplificazione di tutto il sistema tributario, per la
quale - ha aggiunto - spero sia sufficiente un anno».

Berlusconi ha smentito dunque le ipotesi circolate in questi giorni: «nessuno di noi ha parlato due o otto imposte, 23% 33%», ha detto. «Non sono vere le illazioni su una volontà di ridurre le tasse: questa situazione di crisi non dà nessuna possibilità di riduzione delle tasse».

Immediata la reazione dell'opposizione. Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani parla di «irresponsabile giravolta»: «Quando si tratta di fare interventi per il lavoro e la famiglia la crisi non c'è, quando si tratta di ridurre le tasse invece la crisi c'è. Quando si tratta di fare propaganda si parla di riforma fiscale, quando si tratta di passare dalle parole ai fatti si fa la giravolta».

Gli fa eco la presidente dei senatori Pd, Anna Finocchiaro. Sulle tasse, e non solo, il governo Berlusconi, dice la Finocchiaro, «continua a mentire agli italiani». E mente a tal punto che per motivare «l'impossibilità di una riduzione del carico fiscale Berlusconi scopre la crisi economica. Ma non aveva detto che la crisi era superata?». «Dopo averci allietato i primi giorni ell'anno con interviste, calcoli e ragionamenti sulla necessità del taglio e della semplificazione delle tasse, oggi il Governo - ha osservato Finocchiaro - ha ammesso che si trattava solo di una ipotesi impraticabile. Questo governo è davvero confuso e incapace di dare una guida al Paese»

12 gennaio 2010

•Tetto...


8 gennaio 2010

• Tre pilastri : ambiente , turismo ed integrazione sociale

A pochi giorni dall'inizio del nuovo anno , gli indicatori parlano chiaro su difficile percorso che l'economia italiana ha in serbo.La Puglia ed in particolare il territorio ionico, hanno dovuto e devono ancora affrontare crisi aziendali , perdite di posti di lavoro e ricorso agli ammortizzatori sociali .Il quotidiano Puglia Press, torna a sentire l'asssessore provinciale alle Politiche del Lavoro e della formazione professionale , l'avvocato Vito Miccolis , esponente di punta del Partito Democratico di Massafra.

Assessore ,come sarà il 2010 in termini di formazione e lavoro??
"L'anno che si è chiuso, ha lasciato aperte ancora le lacune che si estendono su tutto il versante ionico.dal punto di vista della formazione , sarà un anno importantissimo.e' pronto il nuovo programma della formazione che è stato approvato dalla stessa giunta provinciale e che sarà reso pubblico a fine mese.Il piano si baserà su tre importanti pilastri : ambiente , turismo ed integrazione sociale. Gli extra comunitari avranno una particolare attenzione nel campo della formazione senza tralasciare i giovani e le cosiddette "over 50".Razionalizzeremo la distribuzione del personale , a partire proprio dai centri dell'impiego di tutta la provincia, e proprio per non essere accusato di campanilismo , abbiamo iniziato proprio dal centro dell'impiego di Massafra , dove due esponenti sono stati spostati in altri centri del territorio.Sul lavoro la situazione è un po' più complessa .Un ultimo traguardo è stato quello di salvare la Borsci , che per il primo anno non è stata presente sulle tavole dei tarantini. E' partita proprio alcuni giorni fa la nuova campagna pubblicitaria, segno che l'azienda si sta riprendendo."
Come pensa di affrontare il gravoso problema della disoccupazione intellettuale ?
"I giovani saranno il primo nostro problema ;abbiamo infatti avviato una collaborazione tra impresa e università.In questo modo ci sarà un forte impulso per i giovani che verranno direttamente seguiti e monitorati dalle stesse aziende del posto."
Quali sono i prossimi impegni per Massafra , in vista anche delle elezioni regionali??
"Parlare di regionali oggi sarebbe prematuro visto le continue evoluzioni all'interno del partito.Di sicuro il nostro impegno è un attenzione quotidiana verso i veri problemi reali della città , che non sono certo il bitume alle strade piuttosto che i palazzi della cultura."
Riguardo a quest'ultimo , il sindaco della città Martino Tamburrano ha pubblicato a fine anno il bilancio amministrativo della città ,evidenziando tutti i progetti portati a termine e sottolineando come l'intera amministrazione abbia "rivoltato la città come un calzino" .
"Ho come l'impressione che questa volta l'amministrazione abbia rivoltato un calziono bucato , in quanto gli interventi , sarebbero dovuti andare in altre direzioni ."

Maurizio Maraglino -Puglia Press

•5 RADIOLOGI PER LA SANITA' JONICA

La pianta organica della Asl di Taranto ha una “storica sottostima”. E' quanto dice a chiare lettere la Delibera della Direzione Generale n°3915 del 12 Novembre 2009 che conferisce 5 incarichi ad altrettanti medici specializzati in radiodiagnostica per sopperire alle carenze più evidenti. Le nomine formalizzate in quella delibera sono l'esito di una graduatoria fatta nel Gennaio 2009 dalla Direzione Generale della Asl jonica.

Ne beneficerà il SS. Annuziata di Taranto che vedrà arrivare la dr.ssa Viviana Alessandra Papalia ed il dott. Luigi Galizia entrambi assegnati alla Struttura Complessa di Radiodiagnostica. Vale a dire il Reparto Ospedaliero che in genera eroga radiologia convenzionale, ecotomografia, tomografia computerizzata e risonanza magnetica.
Con lo stesso incarico arriveranno la dr.ssa Angela Bruno e il dr. Giuseppe Giordano (che ha dato disponibilità ad accettare l'incarico di dirigente medico) presso il Presidio Ospedaliero Occidentale coincidente con gli Ospedali di Castellaneta, Massafra e Mottola.
La dr.ssa Mariantonietta Indolfi invece presterà servizio a Martina Franca presso l'Ospedale della Valle d'Itria. Tutti gli incarichi hanno durata di sei mesi, prorogabili ad altri 6 per un impegno di spesa di 367.960€.

Se il centrodestra con la scorsa legislatura bloccò le assunzioni in Sanità lasciando scoperte funzioni essenziali (come la radiodiagnostica appunto) questo Governo regionale ha combattuto per non lasciare sguarniti gli Ospedali. Non è una frase di comodo.
In questi anni il Centrosinistra alla Regione ha attivato il secondo acceleratore lineare per la radioterapia oncologica. Con questo strumento della Fisica Nucleare si possono focalizzare i raggi su bersagli precisi somministrando dosi più elevate rispetto al solito. Ciò è molto importante poiché dosi più elevate significano non solo meno sessioni, ma migliori tassi di controllo del cancro nell'area irradiata. Sono poi seguite la neuroradiologia, la radiologia interventistica neurovascolare e cardiologica, il “centro donna”, la medicina nucleare. Tutte hanno poi raggiunto un elevato livello assistenziale ma non ci siamo fermati qui. Il Governo Vendola ha attivato i servizi di senologia sul territorio regionale, effettuando in tal modo un screening dei tumori alla mammella. A Ginosa ad esempio Fitto ed il centrodestra avevano chiuso la Senologia e la radiodiagnostica, il Centrosinistra l'ha riattivata nel 2007. Poi ci siamo dati da fare per dare continuità a questi servizi assicurando il necessario personale medico.

In Puglia cioè abbiamo scelto un'altra strada: tentare con il Piano Sanitario Regionale e con i Piani Attuativi Locali a livello provinciale di costruire una sanità pubblica all'altezza delle richieste dei cittadini. Una strada irta e difficile che tiene insieme due opposte esigenze:
1) ridurre le spese sanitarie per non gravare oltre sulle tasche dei Pugliesi
2) assicurare a tutti i Pugliesi e in specie a quelli a basso reddito i migliori servizi sanitari.

Bari, 4 Gennaio 2010 Il Consigliere Regionale del PD Paolo Costantino

•Novembre, disoccupazione record: + 8,3%

Il tasso di disoccupazione a novembre ha raggiunto l'8,3%, il dato più alto da aprile 2004. Lo comunica l'Istat, ricordando che a novembre 2008 il tasso di disoccupazione si era attestato al 7,1%. Le persone in cerca di occupazione nel mese erano 2.079.000, cioè 313.000 in più rispetto ad un anno prima e 30.000 in più rispetto ad ottobre.
L'occupazione a novembre è diminuita in Italia di 389.000 unità rispetto allo stesso mese del 2008 e di 44.000 rispetto ad ottobre. Lo rileva l'Istat sulla base dei dati destagionalizzati precisando che il calo tendenziale è dell'1,7% mentre quello congiunturale è dello 0,2%.
Preoccupa soprattutto il tasso di disoccupazione giovanile, che ha raggiunto il 26,5% , un dato molto al di sopra della media europea .