.

OTTAVA FESTA DE L'UNITÀ: "SÌ RIPARTE, INSIEME."

.

IL 5 GIUGNO 2016 VOTA PARTITO DEMOCRATICO. VOTA IDA CARDILLO SINDACA.

ECCOCI.

C'E' UNA POLITICA CON LA SCHIENA DRITTA CARICA DI ENTUSIASMO E VOGLIA DI FARE , PARTECIPA E SEGUI ANCHE TU IL PARTITO DEMOCRATICO DI MASSAFRA

31 dicembre 2012

Finocchiaro : Grazie ad elettori di Taranto che mi hanno votato

''Voglio ringraziare gli elettori di Taranto che mi hanno votato ma, al di la' del mio risultato personale molto positivo, quello che e' importante sottolineare, mentre altri partiti si stanno scannando o si chiudono in interminabili vertici per scegliere i candidati, e' che il Pd insieme a Sel ha dimostrato con queste primarie che c'e' un modo sano e partecipato di fare politica''. Lo dice la presidente dei senatori del Pd, Anna Finocchiaro, commentando le primarie del Pd per i parlamentari.

Montalcini, donna straordinaria, forte e coerente

''Il male assoluto del nostro tempo è di non credere nei valori. Non ha importanza che siano religiosi oppure laici. I giovani devono credere in qualcosa di positivo e la vita merita di essere vissuta solo se crediamo nei valori, perché questi rimangono anche dopo la nostra morte".
Rita Levi Montalcini 

"Apprendo con commozione la notizia della scomparsa di Rita Levi Montalcini. Donna di grandissimo livello intellettuale e morale, ha dedicato la sua vita alla ricerca scientifica ed ha rappresentato con limpida coscienza civile le Istituzioni”, ha affermato il Segretario del PD, Pier Luigi Bersani.

"Forte, coraggiosa, determinata, è stata un esempio di chi non si piega alla violenza delle leggi razziali, di chi si batte per il progresso umano e sostiene con intelligenza le grandi potenzialità che possono arrivare dal talento delle donne.
“Non posso non ricordare – ha proseguito Bersani – l’impegno ed il rigore che seppe mettere nel suo ruolo di Senatrice. Rita Levi Montalcini ha onorato l’Italia e ci lascia un sentimento di ammirazione e di rimpianto”.

La presidente dell’Assemblea nazionale del PD, Rosy Bindi, ha espresso "commosso cordoglio anche da parte dell'Assemblea nazionale, per la scomparsa di Rita Levi Montalcini. Una delle belle figure dell'ultimo secolo, che ha vissuto la sua lunga e luminosa esistenza sempre a testa alta, con grande forza e intelligenza, spendendo tutte le sue energie al servizio della dignità dei malati e della ricerca scientifica. Lascia un segno inconfondibile in tutto il mondo del genio femminile non solo nel campo della medicina, dove aveva conquistato il premio Nobel e prestigiosi riconoscimenti internazionali. La ricorderemo non solo per i suoi successi, il suo infaticabile lavoro, ma anche per la sua autentica passione civile, l'amore per la democrazia e le tante battaglie per la promozione della dignità della donna, i diritti umani, la giustizia, la pace".

Il senatore democratico Ignazio Marino, ha voluto dare un contributo per ricordare Rita Levi Montalcini, raccontando in breve alcuni passaggi della sua vita nel campo della ricerca e l'incontro con la scienziata.

"Un’esistenza dedicata interamente alla ricerca e all’impegno sociale con lucidità di pensiero ed entusiasmo. Rita Levi Montalcini, scienziata, premio Nobel, senatrice a vita, per me è tutto questo.

La valorizzazione dei giovani e delle donne era il suo obiettivo, insieme alla promozione dei talenti e delle idee più promettenti. Per questo fondò l'Ebri (European Brain Research Institute) che iniziò le sue attività a Roma nel 2005, con la selezione di giovani brillanti ricercatori provenienti da molti paesi del mondo.
Proprio lì ebbi il privilegio di conoscerla e proprio nel suo istituto, nel 2006, nacque l’idea di destinare una quota delle risorse pubbliche per la ricerca a scienziati con meno di quarant’anni, valutati da una commissione composta da giovani ricercatori per la metà stranieri, in modo da garantire una valutazione davvero internazionale. Un’idea che riuscii poi a trasformare in legge con il suo aiuto e che consentì fino all'estate di quest'anno di attribuire i fondi con metodo trasparente e basato solo sul merito.
La sua carriera e il suo amore per la ricerca sono stati di esempio per tutti. La sua esperienza trentennale negli Stati Uniti, a partire dal 1947, fu un susseguirsi di sacrifici e di successi che la portarono all’assegnazione del premio più prestigioso, il Nobel, per la scoperta del Nerve Growth Factor (il fattore di crescita del tessuto nervoso) che gioca un ruolo essenziale nella crescita e nella differenziazione delle cellule nervose.
Una scoperta straordinaria che fu in grado di aprire un vero vaso di Pandora perché fece comprendere come le cellule comunichino tra di loro. Oggi sono centinaia i growth factors conosciuti, studiati e assolutamente rilevanti in ogni area della biologia. Una vera rivoluzione per la scienza, la medicina e la nostra qualità di vita".

Risultati Primarie Parlamentari


 Risultati Primarie Parlamentari Massafra 30/12

Finocchiaro: 706
Pelillo: 629
Vico: 78
Battafarano: 41
Ressa: 25
Angelini: 7
Cascarano: 2
Saracino: 1

29 dicembre 2012

Domani le primarie dei parlamentari a Massafra

Domani 30 dicembre 2012, in via Colonnello Scarano n. 25, a Massafra, dalle ore 08.00 alle ore 21.00, si terranno le primarie per la scelta dei candidati al Parlamento del Partito Democratico. Possono votare tutti coloro i quali si sono iscritti nell'albo degli elettori delle primarie “Italia Bene Comune” del 25 novembre, gli iscritti al PD del 2011, che abbiano rinnovato la tessera – il rinnovo è possibile effettuarlo anche lo stesso giorno del voto – tutti i nuovi iscritti al PD alla data del 30 novembre 2012. È possibile esprimere la doppia preferenza uomo-donna. Si può votare, cioè, un uomo ed una donna, oppure solo un uomo, oppure solo una donna. Si assicurerà, in questo modo, al futuro nuovo governo, una massiccia presenza femminile – si stima almeno intorno al 33%. E, la provincia di Taranto ha quale capolista dei candidati, una delle figure femminili di spicco non solo del PD, ma dell'intero panorama politico italiano: la Senatrice Anna Finocchiaro. Il repentino volgersi delle note vicende politiche e la conseguente crisi politica, che ha portato alle dimissioni di Monti, hanno avvicinato la data delle prossime elezioni politiche, che si svolgeranno, a breve, ovvero, il prossimo 24 e 25 febbraio. Di fronte al persistere di una legge elettorale ( porcellum) che impedisce al cittadino di scegliere i propri rappresentanti, il Partito Democratico ha indetto le primarie anche per la selezione dei parlamentari. Rispondendo, da un lato, ad una legittima richiesta di partecipazione democratica ed offrendo, dall'altro, una doverosa legittimazione popolare alle scelte che verranno fatte per la Camera ed il Senato. Il nostro Segretario nazionale Bersani, il mese scorso, è stato il primo a mettersi in campo, sottoponendosi alle primarie; scelta che ha portato alle urne milioni di persone! Ora tocca agli aspiranti deputati e senatori. Con le primarie sceglieremo il 90 % dei candidati, il 10 % sarà affidato ai vertici del nostro Partito, per garantire quella presenza di competenza, professionalità e civismo necessario ad un futuro governo di centrosinistra. Non dobbiamo trascurare l'importanza della fase storica, politica ed elettorale che sta vivendo la nostra nazione ed i progressisti in particolare. Soprattutto nell'ultimo anno, l'Italia ha avuto modo di ripensare a se stessa, alla necessità di modificare il proprio modello economico, culturale, sociale, politico, democratico; di ripensare, anche, al ruolo delle donne. Ora più che mai possiamo incidere sull'intero sistema e creare la svolta. Per risollevarsi il nostro Paese ha bisogno di innovarsi ma, al contempo, ha bisogno di figure che assicurino esperienza, competenza, autorevolezza e credibilità. Bisogna garantire un futuro governo stabile al nostro Paese: siamo ad un punto cruciale di questa gravissima crisi economica e siamo ad un punto di svolta nella storia dei progressisti in Italia ed in Europa. Non possiamo mancare questo appuntamento! Massafra, 29 dicembre 2012 Il Segretario del Circolo PD Massafra Imma Semeraro

Finocchiaro : Taranto è una sfida importante

Non voleva ricandidarsi, non voleva presentare la deroga. Poi, è stato il partito, leggi Pier Luigi Bersani, a chiederle di non fare passi indietro. Anna Finocchiaro, capogruppo uscente al Senato, candidata a Taranto, dove ieri ha passato l’intera giornata tra Taranto e Massafra

Una campagna elettorale lampo, in una città che non è la sua città e al centro del dibattito politico. Come ci si sente? 

«Mi sento benissimo, perché questa è una città con problemi complessi, per i quali abbiamo lavorato molto in Parlamento. Ma oggi Taranto è una città di frontiera per ciò che riguarda il Sud, l’Italia e l’Europa. Per me, donna del Mezzogiorno, è una sfida importante».
Politiche industriali, ferme da troppi anni: uno dei punti del programma del Pd. Non le sembra una sfida da far tremare i polsi? 

«Questo è un territorio, come tante altre realtà del Mezzogiorno, che dipende da un’unica risorsa industriale che nel momento della crisi diventa un limite pesantissimo, per quanto riguarda la salute, l’economia, lo sviluppo. La prima riflessione da fare è sulle politiche industriali che vogliamo portare avanti per il Paese. Il Pd ne ha fatto un punto qualificante del suo programma di governo legandolo all’altra grande questione del terzo Millennio che riguarda non solo il nostro Paese: lo sviluppo e la crescita in sintonia con la tutela della salute e dell’ambiente».
Bersani proprio pensando a lavoro, diritti e equità critica l’agenda Monti. Eppure sembra riscuotere ampio consenso l’ipotetica lista del professore. Una candidatura insidiosa per il Pd? 

«Intanto non c’è ancora nulla di concreto sulla lista o sulle candidature. Questo conferma che l’unica forza che è stata ed è al centro della politica italiana, saldamente e concretamente presente nel Paese, è il Pd. Non c’è dubbio, però, che se crescesse questa esperienza del centrismo montiano, se il panorama politico italiano fosse in grado si spazzare via il berlusconismo e questo centrodestra, sarebbe un bene per il Paese».
Non cambia i rapporti di forza del Pd la comparsa la candidatura di Monti? 

«Il Pd è il più grande partito italiano e senza il partito democratico nessuna forza politica andrà da nessuna parte».
Ma a questo punto il Professore diventa un avversario politico. O no? 

«Questo lo sa benissimo anche Monti. La nostra lealtà non è mai mancata ma dal momento in cui si candida è un nostro avversario politico anche se la competizione sarà seria e rigorosa, non siamo partito da colpi bassi. Sarà competizione vera, però».
L’altra notizia è la candidatura del Procuratore Pietro Grasso con il Pd. Oltre a Pietro Ingroia. 
Magistrati in politica, che ne pensa lei è che è stata un magistrato?

«Sono molto soddisfatta del fatto che Grasso abbia accettato la nostra candidatura, è un’ottima notizia. Non ci vedo nulla di strano nel fatto che i magistrati decidano di fare politica, purché facciano di questo impegno la loro unica occupazione».
Lei non voleva candidarsi, poi cosa è successo?

«È successo che il partito mi ha chiesto di ricandidarmi. Io ho accettato ma a una condizione: di fare le primarie. E così eccomi qua, a Taranto per una campagna elettorale lampo ma non per questo meno vissuta».

27 dicembre 2012

Anna Finocchiaro a Massafra

Oggi 27 dicembre 2012, alle ore 18.30, presso il Teatro Comunale di Massafra, in Piazza Garibaldi, il Partito Democratico di Massafra terrà una pubblica assemblea con la straordinaria partecipazione della Senatrice Anna Finocchiaro e di altri candidati alle prossime primarie per la scelta dei parlamentari del PD, che si svolgeranno domenica prossima 30 dicembre 2012.
 La senatrice Anna Finocchiaro, ha deciso di concorrere alle primarie parlamentari per Taranto. Esprimiamo la massima gratitudine ed il nostro pieno ed incondizionato sostegno alla Senatrice Anna Finocchiaro per la sua candidatura a Taranto.
Siamo convinti che la sua capacità e la sua esperienza saranno un efficace contributo alla rinascita del nostro territorio. Siamo grati al Partito Democratico che ha schierato una delle nostre migliori figure presenti all'interno del panorama politico italiano: siciliana di Modica, ex magistrato, dirigente politico della sinistra, Ministro delle Pari Opportunità durante il governo Prodi, attuale capo gruppo al senato.
La sua candidatura infonderà entusiasmo in una competizione politica che vede il Partito Democratico porre sul territorio tarantino la massima attenzione e dare a Taranto e provincia, in questa delicata fase storica, quel rilievo nazionale, attraverso una figura di grande professionalità e di grande spessore politico. Siamo di fronte ad un'importante svolta democratica, politica e sociale e noi donne, in particolare, siamo fiere di vederla, in prima fila, con coraggio, cimentarsi sui difficili temi della salute, dell'ambiente e del lavoro. Con la Senatrice Finocchiaro non possiamo che apprezzare e seguire uno straordinario esempio di politica a servizio del bene comune. Il nostro martoriato territorio, infatti, non crescerà fino a quando non si realizzerà quella politica a Servizio del bene comune e lontana da ogni logica esclusiva di profitto e di potere, imponendo un nuovo equilibrio che sia capace di dare una nuova prospettiva al paese, rimettendo in discussione i vecchi schemi della gestione della cosa pubblica.

 Imma Semeraro
Segretario del Circolo PD Massafra

Mazzarano: "Finocchiaro un a scelta coragiosa"




Esprimo grande soddisfazione per la scelta di Anna Finocchiaro di candidarsi, nella nostra terra, alle primarie per la scelta dei parlamentari. E' il segno del coraggio e della lungimiranza di una donna straordinaria e di una prestigiosa personalità del Pd. Saremo orgogliosi di sostenerla, sicuri di poter avere in futuro un autorevole voce dedita alla soluzione dei gravi problemi del nostro territorio. 
 Michele Mazzarano 
Consigliere Regionale Pd

23 dicembre 2012

Tutti i nomi delle primarie PD in Puglia alle elezioni politiche in ciascuna Provincia

Tutti i nomi dei candidati alle primarie PD che si sfideranno in Puglia il 30 dicembre per un posto sulla scheda elettorale che sarà utilizzata il 24 e 25 febbraio. Gli elenchi, dove sarà necessario, saranno integrati dalle nomine fatte dalle direzioni provinciali del partito per tutelare la parità di genere. Tuttavia questi sono i nomi ufficiali al momento confermati a candidati alle primarie PD in Puglia suddivisi per ciascuna provincia.


  •  Bari: Binetti Gilda ,Antonacci Vitantonio ,Capano Cinzia(uscente), Gero Grassi (uscente), Dario Ginefra (uscente), Alberto Losacco (uscente)Campanelli ADalisa , De Caro Antonio ,De Nicolo Pietro Emiliano Alessandro ,Fusco Enrico, Giannini Giovanni ,Lofano Fonte, Maugeri Maria ,Ventricelli Cecilia ,Zaccaria Teresa 
  •  Bat: Marisa Andriano, Antonella Cusmai, Margherita Mastromauro (uscente), Michelangelo Superbo, Pino Paolillo, Francesco Boccia (uscente). 
  •  Brindisi: Loredana Legrottaglie, Daniela Maglie, Cristina Cervellera, Elisa Mariano, Antonella Vincenti, Salvatore Tomaselli (uscente), Gennaro Pancrazio, Vincenzo Montanaro. 
  •  Foggia: Elena Gentile, Colomba Mongiello (uscente), Michele Bordo (uscente).
  •  Lecce: Fritz Massa, Cosimo Casilli, Cosimo Durante, Pierluigi Bianco, Teresa Bellanova (uscente), Salvatore Capone, Loredana Capone, Paolo Foresio, Sandra Antonica.
  •  Taranto: Anna Finocchiaro (uscente), Michele Pelillo, Ludovico Vico (uscente), Rocco Ressa, Claudia Battafarano, Anna Saracino, Maria Grazia Cascarano, Vincenzo Angelini.

22 dicembre 2012

Grande soddisfazione per la candidatura di Anna Finocchiaro nella provincia di Taranto


Esprimiamo la massima gratitudine ed il nostro pieno ed incondizionato sostegno alla Senatrice Anna Finocchiaro per la sua candidatura a Taranto alle Primarie per la scelta dei candidati Parlamentari del Partito Democratico del 30 Dicembre 2012.

Siamo convinti che la sua capacità e la sua esperienza saranno un efficace contributo alla rinascita del nostro territorio. Siamo grati al Partito Democratico che ha schierato una delle nostre migliori figure presenti all'interno del panorama politico italiano: ex magistrato, dirigente politico della sinistra  e capogruppo al senato.

La sua candidatura infonderà entusiasmo in una competizione politica che vede il Partito Democratico porre sul territorio tarantino la massima attenzione e dare a Taranto e provincia, in questa delicata fase storica, quel rilievo nazionale, attraverso una figura di grande professionalità e di grande spessore politico.

         Siamo di fronte ad un'importante svolta democratica, politica e sociale e noi donne, in particolare, siamo fiere di vederla, in prima fila, con coraggio, cimentarsi sui difficili temi della salute, dell'ambiente e del lavoro.
         Con la Senatrice Finocchiaro non possiamo che apprezzare e seguire uno straordinario esempio di politica a servizio del bene comune.


                                                                  Il Segretario del Circolo PD Massafra
                                                                                     Imma Semeraro

Primarie Pd, la Finocchiaro capolista a Taranto

Anna Finocchiaro , ha  accettato l’invito a candidarsi in Puglia, lo farà nella provincia di Taranto. 
«Sono contenta di candidarmi in questa città — dice Finocchiaro — che è simbolo di questioni così importanti come il lavoro e l’ambiente. Come donna del Sud non posso che essere entusiasta di questa esperienza». È probabile che a Finocchiaro tocchi di guidare la lista per il Senato o quella per la Camera . «Pur rivestendo in Senato uno dei ruoli istituzionali più elevati — commenta Pier Luigi Bersani — Anna Finocchiaro ha deciso di candidarsi alle primarie e di farlo a Taranto. Voglio esprimere il mio apprezzamento per questa scelta, che la impegna sui temi del Sud e sulla vicenda drammatica dell’Ilva».

Consiglio Comunale 21 dicembre 2012

In apertura di Consiglio Comunale di seduta il consigliere democratico Vito Miccolis ha invitato l’Ufficio di presidenza del Consiglio Comunale ad inviare un messaggio di bentornato ai due marò pugliesi detenuti in India.
Tutta l’assemblea ha espresso piena solidarietà e vicinanza ai due militari ed ha augurato che la situazione venga chiarita al più presto, in modo che essi possano rientrare definitivamente alla loro base, nelle loro famiglie .
 Il consigliere Pelillo, oltre a soffermarsi sul funzionamento degli Uffici, ha rivolto un augurio al consigliere Vito Miccolis, cooptato in seno al Consiglio dell’ANCI.
Il sindaco Martino Tamburrano ha comunicato alla massima assise cittadina l’avvenuta ridistribuzione delle competenze dirigenziali, in quanto il segretario generale ha lasciato la dirigenza degli Affari Generali. Inoltre, il sindaco ha dato lettura di una nota prefettizia con la quale sottolinea la regolarità della nomina del Collegio dei Revisori dei Conti. Il consigliere Cofano, intervenendo, ha affermato la bontà della sua nota inerente al Collegio dei Revisori ed ha sottolineato che la sua è collaborazione e non censura strumentale. Approvate tute le variazione e riconoscimento dei debiti fuori bilancio .
 L’assessore all’Urbanistica, Giuseppe Marraffa, ha relazionato sulla sdemanializzazione di un tratto di strada comunale e contestuale acquisizione al patrimonio comunale. Miccolis ha contestato la quantificazione del costo attribuito al tratto in questione sfavorevole al Comune e alla cittadinanza, mentre Cofano ha rilevato la mancanza di chiarezza nell’oggetto del punto, in quanto si parla di “permuta”.
Il dirigente i LL.PP., arch. Natile, ha chiarito i vari dubbi sorti, affermando che oggi la situazione esistente va solo regolarizzata, con costi a carico di chi acquisisce la porzione sdemanializzata. Il punto è stato approvato con i soli voti della maggioranza . L’assessore ai LL.PP., Gaetano Castiglia, si è soffermato sull’ampliamento dell’impianto di pubblica illuminazione attraverso la formula del project financing. Sul punto alcuni consiglieri hanno mosso alcuni rilievi: tempo di affidamento, tempo di realizzo, importo economico, contenuti del bando, oggetto della delibera, qualità del servizio. Il sindaco è intervenuto cercando di chiarire i dubbi ed ha evidenziato il sistema innovativo ed il risparmio futuro. Il punto è stato deliberato sempre e solo con i voti della maggioranza.
 Con l’impegno ad approfondire e rivedere alcuni aspetti particolari, sono stati approvati: il Regolamento Comunale in materia di Procedimenti Amministrativi e il Regolamento Comunale per l’esercizio del Diritto di Accesso ai Documenti Amministrativi.
 Dopo emendamenti è stato licenziato il Regolamento Comunale per l’Utilizzo dei Locali di Proprietà Comunale.
 Il Consiglio ha riapprovato i rendiconti della “gestione esercizi 2010 e 2011 a seguito di errori di contabilizzazioni in alcune voci di bilancio (14 voti favorevoli).

21 dicembre 2012

•Consiglio Comunale del 21 dicembre 2012



Il Consiglio Comunale è stato convocato, in sessione straordinaria, per venerdì 21 dicembre . alle ore 9,30, presso la Sala Consiliare di Piazza Garibaldi, per discutere i seguenti argomenti:
  1. Interpellanze / Interrogazioni;
  2. Ratifiche di Delibere di Giunta Comunale ad oggettovariazioni al Bilancio di previsione 2012 per: cofinanziamento progetto regionale, assunzione agenti di P.L. a tempo determinato, proroga laboratorio disabili gravi, luminarie natalizie, Servizi Sociali, liquidazioni contributi per calamità naturali Anno 2003, varie esigenze;
  3. Sdemanializzazione di tratto di strada comunale e contestuale acquisizione al patrimonio comunale;
  4. Approvazione modifica al programma triennale delle Opere Pubbliche 2012/2014, con inserimento: opera interventi di ristrutturazione, ampliamento impianto di pubblica illuminazione;
  5. Riconoscimento debiti fuori bilancio;
  6. Approvazione Regolamento Comunale in materia di Procedimenti Amministrativi;
  7. Approvazione Regolamento Comunale per l’esercizio del Diritto di Accesso ai Documenti Amministrativi;
  8. Approvazione Regolamento Comunale per l’utilizzo dei Locali di Proprietà Comunale;
  9. Riapprovazione rendiconti della gestione esercizi 2010 e 2011 a seguito di errore materiale nella contabilizzazione dei residui.



20 dicembre 2012

“QUI TROPPI SPRECHI”


Così ieri sera il Pd ha risposto al sindaco Martino Tamburrano che alla protesta avviata dal gruppo politico di opposizione circa gli aumenti delle tasse aveva detto: “Abbiamo troppi evasori per questo siamo stati costretti ad aumentare la pressione fiscale”. Una risposta che non ha convinto affatto il gruppo del Pd che ieri sera in un’assemblea pubblica in piazza Garibaldi ha ribadito: “Tamburrano è il sindaco delle tasse. Aumentano Imu, Tarsu, sprechi e clientelismo e diminuiscono i servizi. I cittadini dicono basta!”.
Sul palco la segretaria Imma Semeraro (nella foto), il capogruppo Vito Miccolis ed il consigliere regionale Michele Mazzarano. Ma non solo, perchè a testimoniare le difficoltà per le famiglie e soprattutto per le imprese di continuare a sostere una pressione fiscale tra le più alte è intervenuto anche Lino Albanese, imprenditore locale che si è fatto portavoce delle lagnanze della sua categoria. In un recente incontro con l’amministrazione comunale gli imprenditori dell’Associazione Operatori Economici Arco Ionico ha anche annunciato la singolare forma di protesta: la consegna delle chiavi delle aziende al sindaco se non dimimuirà la pressione fiscale.
 “Se è vero che l’evasione fiscale è un problema comune - hanno detto i rappresentanti locali del Pd - ci domandiamo come mai i due terzi dei Comuni italiani non hanno aumentato l’aliquota Imu, lasciandola al minimo. Evidentemente è perchè qui a Massafra c’è una malgestione, troppi sprechi”. “La risposta del sindaco Tamburrano - chiosa Semeraro - non ci convince affatto. E’ incosinstente e incompleta. Questa amministrazione governa da sei anni ed il problema dell’evasione non è certo nato ora. Le aziende sono in affanno ed il rischio è di danneggiare ulteriormente l’economia locale già vessata da una crisi economica mondiale”.

Maria De Bartolomeo - TarantoSera

17 dicembre 2012

Assemblea pubblica sulla pressione fiscale


Domani 18 Dicembre alle ore 18,30 al Palazzo della Cultura, nei pressi di Piazza Garibaldi a Massafra, si terrà un pubblico dibattito sul tema:
TAMBURRANO E' IL SINDACO DELLE TASSE -
AUMENTANO IMU, TARSU, SPRECHI, CLIENTELISMO... 
E DIMINUISCONO I SERVIZI.

I CITTADINI DICONO BASTA!!!
 
Interverranno:
IMMA SEMERARO, Segretario PD Massafra
VITO MICCOLIS, Capogruppo PD al Consiglio Comunale
MICHELE MAZZARANO, Consigliere Regionale PD
 

15 dicembre 2012

Caro Imu a Massafra .

Caro-saldo per l'Imu a Massafra .

Sulle seconde case ,  il 55,95% dei Comuni ha alzato l'aliquota di base secondo uno studio della Consulta dei Caf nel quale si analizzano le decisioni del 98,85% dei Comuni.  Il comune di Massafra , retto dall' amministrazione di destra  , è tra quelli che hanno aumentato le aliquote portandola al 10,5 per mille  , dove il massimo imponibile era del 10,6 per mille .
Per la casa di abitazione le decisioni dei Comuni sono state più favorevoli per i contribuenti ma in ogni caso 3 amministrazioni su 10 hanno aumentato l’aliquota di base .L'amministrazione Tamburrano è tra quelle che hanno aumentato l'aliquota sulla prima casa portandola al 5,5  per mille (su un massimo imponibile del 6 per mille).

Entro il 17 dicembre prossimo, bisogna pagare la seconda rata della tassa Imu.



LA POLITICA INDUSTRIALE PER UNA SIDERURGIA SOSTENIBILE

Il Partito Democratico della provincia di Taranto parteciperà sabato 15 dicembre 2012 a Terni, con una propria delegazione alla prima Conferenza Nazionale del PD sul tema: "LA POLITICA INDUSTRIALE PER UNA SIDERURGIA SOSTENIBILE". La delagazione, proporrà un documento della Task force Taranto - Italia: "CRISI DELL'ILVA: DALLE EMERGENZE AL PROGETTO.
 Della delegazione di Taranto fanno parte:

  •    Patrizia Piretto, Impiegata Ilva 
  • Giampiero Mancarelli, Assessore provinciale Ambiente 
  • Carlo De Fiori, impiegato Ilva e presidente Consiglio Comunale Mottola 
  • Massimiliano Motolose, componente la Direzione Provinciale del PD 
  • Lanfranco Rossi, Segreteria Provinciale PD - Responsabile economico e delle politiche del lavoro 
  • Pasquale Chieco, Responsabile Economico Segreteria Regionale PD Puglia.

14 dicembre 2012

Tamburrano è il sindaco delle tasse

Il Pd accusa il sindaco di aver aumentato la pressione fiscale. Martedì sera la conferenza stampa del Pd per annunciare le ragioni che hanno indotto il partito a promuovere l’ennesima iniziativa di protesta. “Da domani - ci spiega la segretaria Imma Semeraro - in città verranno affissi nuovi manifesti dal titolo Tamburrano è il sindaco delle tasse”. Gli ultimi aumenti disposti sulla Tarsu e per l’Imu stanno mettendo in ginocchio famiglie e commercianti. E’ ora di dire basta. Noi del Pd siamo stanchi di questa politica in cui si chiede tanto ai cittadini e non si dà nulla in cambio in fatto di servizi. Si va avanti senza programmazione. Vedasi una raccolta differenziata che parte e non parte, il problema del randagismo, un centro storico completamente abbandonato e tanto altro ancora. Siamo vicini agli imprenditori che oltre alla Tarsu lievitata del 39,50%, ad un’Imu altissima ora si vedono tartassanti anche dalla Tarsu sui piazzali. Sono state richieste cifre astronomiche. Massafra è tra quel terzo di Comuni italiani che ha aumentato l’aliquota dell’Imu, anche senza aver approvato entro fine ottobre scorso il regolamento. Insomma siamo all’ennesima denuncia di una politica non lungimirante che va avanti solo con soluzioni tampone e per giunta a danno della comunità”. La proposta del Pd la riduzione dell’Imu al minimo (è aumentata del 74%) e l’eliminazione della Tarsu per imprese e commercianti.

13 dicembre 2012

BASTA TASSE



Le primarie parlamentari del Pd spopolano su Twitter

 Twitter plaude al Pd e alla decisione di organizzare primarie aperte per la scelta dei candidati al Parlamento. Non è un caso che intorno alle 14,30 il secondo trend topic del social network è proprio #primarieparlamentari." 
La scelta delle #primarieparlamentari dimostra tutto il nostro coraggio. Sono orgoglioso del #pd" scrive Paolo Calvano." 
Questa è la differenza tra un partito, una setta guidata da un comico autoritario ed un'azienda. Segnatevela bene" dice un altro utente, Peppino Bruno, facendo riferimento al M5S di Grillo e al ritorno in campo del Cavaliere. Orgogliosi di stare in un partito "che fa i salti mortali per far decidere i cittadini", l'applauso della rete va tutto a Bersani, "grande leader e vero innovatore".

E una cosa sembra certa. All'appuntamento del prossimo 29 e 30 dicembre gli utenti di Twitter non vogliono mancare. "Ciao cosa fai quest'anno a Capodanno? Nulla mi candido alle #primarieparlamentari del Pd" scherza Francesco Nicodemo. 

Primarie per i parlamentari


Nel giorno in cui Beppe Grillo scarica con un tweet Giovanni Favia e Federica Salsi , Pier Luigi Bersani, forzando le resistenze interne, decide di fare il 29 e 30 dicembre, le primarie aperte per far scegliere agli elettori i parlamentari
«Sarà uno sforzo ai limiti dell’impossibile ma vogliamo davvero cambiare la politica», annuncia il leader Pd.
Nonostante i tempi strettissimi, vista l’accelerazione sui tempi delle elezioni, Bersani, che ha vinto le sue primarie per la premiership dieci giorni fa, tiene fede all’impegno preso l’estate scorsa, e votato dalla direzione del Pd, di far scegliere ai cittadini i propri rappresentanti nel caso i cui rimanesse il Porcellum. Una mossa, chiosa Enrico Letta, «per continuare a giocare in attacco perché così si vincono le elezioni». Per il Pd, insomma, il messaggio è sia all’antipolitica sia a chi pensa di potere guidare un paese «senza affidarsi al popolo», slogan che è diventato il mantra di Bersani nell’ormai cominciata campagna elettorale. Ma, se il dado è tratto, le regole per le primarie sono ancora da definire in vista della direzione di lunedì prossimo che si annuncia infuocata. Se sembra chiara la platea dei votanti, gli stessi delle primarie del 25 novembre o chi si iscrive al Pd, meno chiaro è chi saranno i candidati e come saranno messi in lista. 

Secondo i calcoli in base ai sondaggi, il Pd dovrebbe eleggere al prossimo giro tra i 350 ed i 400 parlamentari. La scelta dei candidati alle primarie sarà su base provinciale e si potrà presentare anche chi non è iscritto al Pd con l’ok delle federazioni provinciali per dare spazio alla società civile. Si sta studiando un meccanismo per garantire la parità effettiva di genere ma i nodi veri, su cui è in corso un braccio di ferro, riguardano le incompatibilità tra più incarichi e le deroghe per chi, i cosiddetti «dinosauri» di renziana memoria, ha più di tre mandati alle spalle e per statuto non dovrebbe essere ricandidato. 

La decisione di Bersani strappa l’applauso dei renziani e ispira una scelta analoga per il Sel .  «Io mi sono messo in gioco rischiando, adesso lo faccia anche chi vuole fare il parlamentare perché solo così possiamo essere diversi dagli altri», è il senso della sfida del segretario Pd, per niente intenzionato a tornare indietro. 

12 dicembre 2012

TAMBURRANO E' IL SINDACO DELLE TASSE

Stasera ore 18,00 in Corso Roma 82 ,presso la sede del circolo PD, conferenza stampa del Partito Democratico sul tema :
  TAMBURRANO E' IL SINDACO DELLE TASSE 

Nel Comune di Massafra aumentano l'IMU, la TARSU, gli sprechi e il clientelismo... mentre diminuiscono sempre più i servizi!
Dopo l'aumento della seconda rata dell'IMU del 74%, della TARSU per imprese e commercianti, i cittadini di Massafra dicono BASTA!!
Per queste ragioni il Partito Democratico di Massafra terrà una conferenza stampa per tracciare il bilancio politico-amministrativo dell'esperienza di governo della Città del centro destra massafrese.
 
 Interverranno:

  Imma Semeraro - Segretario Cittadino PD
  Vito Miccolis - Capogruppo PD al Consiglio Comunale
  Michele Mazzarano - Consigliere Regionale PD


10 dicembre 2012

Forum illustrativo PUG

Lunedì 10 , alle ore 18.00, presso il Palazzo della Cultura in Via Caduti della Nave Roma avverrà il 1° Forum illustrativo della bozza del Documento Programmatico Preliminare (DPP) relativo al Piano urbanistico Generale (PUG) L'incontro sarà curato dei tecnici dell'Ufficio di Piano che si stanno occupando della preparazione del PUG della Città di Massafra. Tutta la cittadinanza è invitata a participare!!!

8 dicembre 2012

Quanto ci costerà tale generosità ?



Nei giorni scorsi abbiamo assistito alla cerimonia di inaugurazione, con tanto di taglio del nastro e benedizione, per la riapertura del plesso della scuola De Amicis, dopo il crollo del sottotetto avvenuto qualche mese fa.
La ristrutturazione della scuola sarebbe stata possibile grazie alla straordinaria generosità di alcuni imprenditori. Capiremo tra non molto tempo se e quanto ci costerà tale generosità.
La deliziosa immagine da cine giornale in bianco e nero che ci è stata propinata, ci ha indotto a delle opportune puntualizzazioni e considerazioni.
Il Partito Democratico, sin dal primo momento, si è mostrato contrario alla soluzione prospettata dal Sindaco, ovvero al ricorso da parte della PA alla dubbia pratica delle sponsorizzazioni, ritenendola una scappatoia di comodo, oltre che la dimostrazione di una acclarata incapacità di intercettare i cospicui finanziamenti che Unione Europea, CIPE e Regione Puglia mettono a disposizione della edilizia scolastica.
Non doveva, forse, un Sindaco previdente assicurare la manutenzione straordinaria ed ordinaria delle scuole ed impedirne il crollo, a tutela della incolumità pubblica?
Non doveva forse un Sindaco, amministratore attento ed oculato, avere nelle sue casse soldi a sufficienza per pagare le opere di ristrutturazione e messa in sicurezza dell'edificio De Amicis senza ricorrere ad amichevoli soluzioni, considerando, altresì, gli esosi balzelli che ci impone?
Non doveva forse un Sindaco, che siede da anni su scranni pubblici, anche della Provincia, sapere che l'interazione tra Comuni e Regioni è proficua e foriera di finanziamenti pubblici che portano soldi nelle casse del Comune e che permettono di realizzare opere di manutenzione a favore anche delle scuole?
Non avrebbero dovuto Tamburrano ed i suoi tecnici adoperarsi, senza esitazione alcuna, per intercettare la quota parte dei 2 milioni di euro che il Consigliere Regionale Michele Mazzarano, con un proprio ordine del giorno, era riuscito ad ottenere dai fondi della Regione Puglia, nell'immediatezza del crollo della De Amicis, cosa che avrebbe permesso, tra l'altro, di avere a disposizione somme per ulteriori interventi a favore di altre scuole evacuate e rese inagibili?
Per fortuna del nostro Consigliere Mazzarano ad usufruire del suo impegno PUBBLICO E POLITICO ci sono Comuni virtuosi che hanno invece colto l'imperdibile occasione e si apprestano ad ottenere ben più corposi finanziamenti per la ristrutturazione dei loro plessi scolastici!

 Circolo PD Massafra

5 dicembre 2012

Messaggio del consigliere regionale Mazzarano sulle primarie


La netta, limpida, inequivocabile affermazione di Pierluigi Bersani alle primarie del centrosinistra segnano l'apertura di una stagione nuova. I gravi problemi che viviamo esigono serietà, competenza e capacita' di governo. Ha vinto una straordinaria forza serena. Si e' chiusa definitivamente una lunga epoca, ventennale, costellata da demiurghi di ogni specie, mossi dalla presunzione di essere detentori di capacita' taumaturgiche. La battaglia per il cambiamento, invece, nelle aspre difficoltà del nostro tempo, si deve nutrire di spirito collettivo. Da soli non ce la faremo mai. Insieme possiamo farcela. Questo e', a mio avviso, il più profondo significato della partecipazione e della vittoria di Bersani. Il Pd di Taranto e della sua provincia, pur nel momento più drammatico della storia della nostra terra, si e' distinto in Puglia, per capacita' di radicamento territoriale e di rappresentanza. Nel solco fecondo delle primarie si coglie il segnale di una speranza non smarrita, il desiderio di voler dare una chance alla politica intesa come strumento per il conseguimento del bene comune; si coglie la volontà' di affidarsi alla politica intesa come il governo di contraddizioni laceranti. Questo monito non va fatto cadere, va raccolto e valorizzato con determinazione e rinnovato senso di responsabilità per affrontare le sfide difficilissime che abbiamo davanti.

Michele Mazzarano
Consigliere Regionale Pd

Messaggio del segretario Semeraro sull'esito delle primarie


Con oltre il 60% dei voti al ballottaggio il nostro favorito ha vinto le primarie!
E, a Massafra le ha stravinte!!
Con 1054 preferenze su 1301 votanti Massafra consegna a Bersani l’81 % dei voti al ballottaggio! Renzi si ferma a soli 241 voti; percentuale straordinaria per il nostro Circolo, che, tra l’altro, risulta primo per numero di votanti nella provincia di Taranto.
Un trionfo merito di un candidato che ha unito il centro sinistra e del nostro Partito Democratico, che si è rivelato forte e vitale più che mai.
Abbiamo vissuto un’avventura lunga pìù di un mese, che ha visto lo sforzo immenso di uomini e donne, che con passione e dedizione, hanno contribuito al funzionamento  di una macchina elettorale complicata, ma che si è trasformata in uno straordinario mezzo di partecipazione democratica per l’intero Paese!
Una scelta collettiva per voltare pagina!
Questa è stata la chiave del successo delle primarie. L’aver individuato tutti insieme l’uomo che meglio di tutti saprà intercettare i bisogni e le priorità del nostro Paese, che sorretto dal consenso del più grande partito d’Italia ci saprà rappresentare con umiltà e senso di responsabilità; che con coraggio parlerà agli italiani di come possono risollevarsi dalla crisi economica e sociale più delicata che la nostra storia più recente ricordi, senza raccontarci favole!
Racconteremo, invece, della immensa gioia che ci ha pervasi ieri sera quando,stremati per la grande fatica, abbiamo spento le luci del seggio elettorale con la consapevolezza di aver illuminato il nostro futuro cammino politico!

Imma Semeraro
Segretario Pd Massafra

il messaggio di uno dei volontari delle Primarie

il messaggio di uno dei volontari delle Primarie


3 dicembre 2012

A Massafra e in Italia vince Bersani.


Alla fine ha vinto Bersani. Primarie vere, combattute, fino all'ultimo secondo, ma comunque grande festa di popolo, di partecipazione e di buona politica. A livello nazionale Bersani alla fine riesce a staccare Renzi di 20 punti percentuali, andando oltre il 60% e sarà il prossimo candidato del centrosinistra alla Presidenza del Consiglio. A Massafra buona affluenza anche per il ballottaggio (a livello provinciale è il 1° paese  con 1301 votanti. Anche a Massafra Bersani vince su Renzi con 1054  preferenze (81%) contro le 241 del Sindaco di Firenze (18%). In Puglia, esattamente sono stati 122699 elettori che sono tornati nei seggi. Bersani ha raccolto 87108 pari al 71,4%, Renzi ha raccolto 34956 pari al 28,6%. 


 Un ringraziamento ai componenti del comitato, ai rappresentanti dei candidati, ai volontari dei seggi, e agli iscritti. Ma soprattutto grazie agli elettori che per due Domeniche di seguito sono venuti nel nostro seggio ed hanno contribuito a questa bellissima pagina di democrazia e partecipazione .