29 agosto 2014

IL PARADOSSO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A MASSAFRA , E' PIU' ECONOMICA LA DISCARICA !

Incredibile, ma vero.
 La differenziata aumenta i costi dello smaltimento dei rifiuti. Nel mese di luglio l’Amministrazione Comunale ha iniziato la raccolta porta a porta in tutta la città. Per lo smaltimento dei rifiuti del 2014 i cittadini hanno subito un aumento di circa quattrocento mila euro del carico fiscale. Nel piano finanziario elaborato dagli uffici comunali il costo della gestione del servizio dei rifiuti urbani per quest’anno è di euro 4.554.202,43. Da palazzo di città avevano assicurato che tale aumento sarebbe stato compensato dal risparmio dello smaltimento in discarica. Ora arriva la prima sorpresa: il 13.8.2014 con determina dirigenziale, già pubblicata nell’Albo Pretorio, è stata liquidata la fattura alla società Progeva srl per lo smaltimento dei rifiuti biodegradabili; da tale documento è emerso, con sorpresa di tutti, che per circa 15 tonnellate raccolte nei contenitori per la parte umida, lo smaltimento è superiore di circa 40 euro a quello dei rifiuti indifferenziati. Il costo in discarica del rifiuto non differenziato è di euro 129,15 a tonnellata, mentre il costo per le 15 tonnellate è stato di euro 166,65 a tonnellata. Alla Progeva sono arrivate circa 84 tonnellate di queste 15 sono state smaltite a 166,65 euro a tonnellata e la restante parte è stata pagata a 111,65 euro. In realtà i rifiuti per il compostaggio avrebbero un costo di euro 93,50 a tonnellata, ma tutti i rifiuti hanno subito una maggiorazione di euro 18,15 a tonnellata per la presenza di materiale non compostabile e su 15 tonnellate è stata applicata anche una penale di 55 euro a tonnellata per la presenza di frazione liquida. 
Insomma un bel pasticcio che rende vana la raccolta differenziata e l’aumento dei costi nel 2014 di circa 400.000 euro. Un vero e proprio salasso per i cittadini. Tutto ciò nonostante le promesse fatte da Palazzo di città di una notevole riduzione dei costi dopo l’avvio in tutto il centro urbano della raccolta differenziata spinta con il sistema del porta a porta. Gli assessori comunali invece di fare passerella in manifestazioni realizzate con il denaro dei cittadini farebbero bene a interessarsi del bene comune con l’eliminazione di questo incredibile spreco di denaro pubblico.

Vito Miccolis
Capogruppo PD