13 marzo 2016

VITO MICCOLIS: «HANNO DANNEGGIATO LE VIE PRINCIPALI DELLA CITTA' !»

L’assessore ai lavori pubblici deve dimettersi. Sono inconcepibili ed inutili i lavori effettuati nelle vie principali della città. Hanno danneggiato corso Roma (il salotto della Tebaide d’Italia), piazza Vittorio Emanuele, corso Italia, via Regina Margherita e via Colonnello Scarano. Da mesi dalle commissioni consiliari era arrivata una richiesta all'amministrazione comunale di abbattere le barriere architettoniche nel centro della città. Vi era stato anche un incontro con una delegazione di diversamente abili e all'unanimità era stato deciso di dare una risposta a questi cittadini. Il consigliere Giovanni Ventura, molto sensibile al problema, si era adoperato per la realizzazione di tale proposta. Erano state reperite le risorse economiche, oltre cinquantamila euro, dai fondi delle sanzioni amministrative. Sembrava che finalmente un progetto condiviso da tutte le forze politiche poteva essere realizzato. In questi giorni sono iniziati i lavori. Tuttavia, invece di adeguare gli scivoli già esistenti, i lavori hanno portato alla realizzazione di nuovi passaggi pedonali. Per non farci mancare nulla il progetto è stato realizzato in “salsa” massafrese. Infatti alcuni passaggi pedonali sono stati sposati dal progetto iniziale, per non danneggiare le attività commerciali di qualche amico, e in alcuni tratti è stata prevista una ringhiera, mentre in altri lo scivolo è stato realizzato per tutto il marciapiede. Risultato? Tutti scontenti con telefonate di assessori per bloccare i lavori davanti agli esercizi pubblici di amici. Il corso Roma, il salotto della città, è diventato uno percorso ad ostacoli non solo per i diversamente abili, ma anche per tutti coloro che vogliono passeggiare nella via più bella di Massafra. Le barriere architettoniche non sono state abbattute, anzi in alcuni tratti si è passati ad un vero e proprio labirinto per i diversamente abili. Un disastro anche sulla bellezza architettonica dell’intero corso Roma. Venerdì il consigliere Giovanni Ventura si è fatto promotore di un chiarimento in commissione Lavori Pubblici per discutere con il tecnico responsabile della realizzazione del progetto. Finalmente si è scoperto che il progetto dei passaggi pedonali è stato realizzato su indicazione della parte politica . Tutti hanno espresso una valutazione critica. Infatti dalla proposta meritevole di attenzione, sia dell’opposizione che della maggioranza, di abbattere le barriere architettoniche si è passati a realizzare inutili passaggi pedonali. Noi del PD, unitamente all’UDC, abbiamo chiesto di sospendere i lavori e di trovare i rimedi per limitare il disastro realizzato. Ora spetta all’amministrazione comunale trovare una soluzione, ma l’assessore ai lavori pubblici deve rinunciare alla sua delega. E’ impensabile che ancora una volta non vi sia un responsabile dello spreco del denaro pubblico. 
 VITO MICCOLIS