14 giugno 2014

UNA PIAZZA PER ENRICO BERLINGUER


Caro Sindaco Tamburrano,
 in questi giorni ricorre il trentesimo anniversario della scomparsa di Enrico Berlinguer.
 In questo lungo lasso di tempo, nel nostro Paese, e' cambiato tanto, forse tutto. Ricordare Berlinguer e la sua politica e' compito degli storici, degli analisti e di coloro, come noi, che, ravvivandone l'esempio, possono trovare le idee utili alla sinistra e al centrosinistra di oggi. Dalla concezione del "compromesso storico" alla intuizione sulla "questione morale", passando per la critica al modello sovietico e la tematizzazione dell'Eurocomunismo, il Partito Democratico e la sinistra italiana possono devono saper cogliere gli elementi di attualità del suo pensiero. Ma io sono profondamente convinto che ricordare Berlinguer oggi significhi riconoscere, da parte di tutti, un grande italiano; la sua statura morale e politica travalica le appartenenze politiche facendone un patrimonio della democrazia italiana. Questo vale ancora di più in un momento in cui i professionisti dell'anti-politica, i nemici della democrazia e delle istituzioni provano ad accaparrarsi goffamente e volgarmente la sua eredita' politica e culturale. Parlare di Enrico Berlinguer, soprattutto ai più giovani, significa trasmettere il senso del valore e della importanza della politica intesa come principale attività umana, nelle cui esclusive facoltà c'è il cambiamento e il miglioramento del destino individuale e collettivo delle persone. 
Le scrivo perché credo che una grande comunita' cittadina come Massafra meriti di avere un angolo dedicato ad Enrico Berlinguer
C'è un parco, nel quartiere Sant'Oronzo, tra Via Giovanni Falcone e Via Paolo Borsellino, dove i bambini giocano e i grandi si intrattengono. Quello sarebbe, a mio avviso, il luogo più indicato da dedicare alla figura di un autorevole e rigoroso esponente della storia politica italiana come Berlinguer. Ho chiesto al capogruppo del Pd Vito Miccolis di farsi portavoce, presso le sedi istituzionali competenti, di questa proposta che spero lei voglia fare propria. Sarebbe importante non solo per una parte politica e per il sottoscritto, sarebbe importante per tutti coloro che credono nella forza creatrice della politica.
 A noi tutti tocca aprire le porte alla speranza e sconfiggere le tenebre della sfiducia.
 Se tanti bambini, frequentando un parco dedicato allo storico leader, imparassero a conoscere e sapere di Enrico Berlinguer, della sua forza morale, della sua passione integra e della sua vita totalmente dedicata alla causa dei più deboli, questo sarebbe un segno di grande speranza. 

 Cordialmente,
 Michele Mazzarano