2 aprile 2014

"Pulizie scuole: va dato atto al Governo e al sottosegretario Bellanova"

Nello scorso 28 Marzo, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e' stato sottoscritto un importante accordo al fine di avviare a soluzione la problematica occupazionale conseguente alle riduzioni degli affidamenti dalle espletate gare Consip e riguardante i lavoratori e le lavoratrici ex lsu e appartenenti ai cosiddetti appalti storici, addetti allo svolgimento dei servizi di pulizia nelle scuole. 
Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, nell'ambito del più ampio programma per l'edilizia scolastica facente capo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, utilizzerà risorse complessive pari a 450 milioni di euro, a decorrere dal 01.07.2014 e sino al 30.03.2016, che saranno impiegate per lo svolgimento, da parte del personale addetto alle pulizie nelle scuole, di ulteriori attività consistenti in interventi di ripristino del decoro e della funzionalità degli immobili adibiti ad edifici scolastici. Le risorse saranno suddivise in 150 milioni di euro per l'anno 2014 e 300 milioni per il 2015 e il primo trimestre del 2016. Questo programma rappresenta un vero e proprio piano industriale funzionale allo sviluppo delle prospettive occupazionali ed economiche di svariate centinaia di lavoratori precari e di un importante settore del mercato dei servizi. Inoltre, per implementare tali attività, il Ministero del Lavoro si e' impegnato ad attivare percorsi formativi e di riqualificazione professionale per i lavoratori in questione. Infine, il Ministero del Lavoro si e' impegnato a garantire i necessari strumenti di ammortizzazione sociale in deroga per un importo complessivo di 60 milioni di euro
Siamo di fronte ad uno sforzo significativo di soluzione di una vertenza molto complessa di cui soffrono svariate centinaia di lavoratori pugliesi e tarantini. 
Di questo va dato atto al Governo e va dato merito all'impegno profuso, non da oggi, dal sottosegretario Teresa Bellanova

 Michele Mazzarano
 Conigliere regionale Pd