7 aprile 2014

Vola il Partito Democratico , è il primo partito per gli italiani

Vola il Partito Democratico nell'ultimo sondaggio relativo alle intenzioni di voto alle europee realizzato da Ipsos per il Corriere della Sera. Il Pd, infatti, si colloca al 33,3%, superando il record del Pd che fu di Walter Veltroni (33,2%). Seguono - in un sostanziale testa a testa - il Movimento Cinque Stelle (21,2%) e Forza Italia (21,1%), un dato che di fatto conferma lo scenario tripolare emerso dalle ultime elezioni politiche .
Più in basso troviamo Ncd insieme a Udc e Popolari per l’Italia (5,7%), poi la Lega Nord (5,3%). Questi partiti (oltre a Svp) si suddividerebbero i 73 seggi assegnati all’Italia. Scelta civica per l’Europa, insieme a Centro democratico e Fare, è accreditata del 3,8%, quindi di poco sotto la soglia di sbarramento del 4%, come pure Fratelli d’Italia-An (3,5%). Un’altra Europa per Tsipras, la lista sostenuta da intellettuali ed esponenti della società civile e da alcuni partiti della sinistra, è più distante e si colloca al 3,1%. Tutti i restanti partiti risultano sotto l’1%. Il primo partito resta però quello dell'astensione: solo un italiano su due (46%) è sicuro che andrà a votare; il 17% si dichiara possibilista, il 6% è fortemente indeciso, il 31% non ci pensa proprio. 
Scrive Nando Pagnoncelli sul Corsera: 
 La prima incognita, dunque, è la partecipazione al voto: nel 2009 il partito del non voto (astensionisti più schede bianche e nulle) raggiunse la cifra record del 38% circa (i voti validi furono il 62%) con un incremento di quasi il 3% rispetto al 2004. Dal sondaggio odierno, che risulta una sorta di fotografia istantanea, non certo una previsione dell’esito finale, emerge che la cosiddetta «area grigia» costituita dall’astensione e dall’indecisione rappresenta quasi due elettori su cinque (39,1%).